Utente 180XXX
Salve,

Sono un ragazzo di 23 anni e ho un problema che persiste da questa estate.. E' iniziato tutto con una candidosi della mia ragazza e di conseguenza anche la mia. L'abbiamo curata inizialmente con lavande vaginali per lei, e canesten per entrambi. Purtoppo credo che i tempi di riposo che ci siamo presi sono stati troppo brevi, e il problema ogni tanto riesce fuori; lei ha secrezioni tipiche della candidosi...e io ogni tanto arrossamento del glande e lieve bruciore. Solo che da qualche periodo sto notando, subito dopo il rapporto, che mi esco dei puntini rossi sul glande... non sono bolle, ma semplicemente macchioline rosse molto accese...e non capisco perche ma questi puntini escono piu o meno vistosamente a seconda dell'intensita dell'orgasmo. Ovvero, se l'orgasmo e' molto forte, queste macchie sono molte di piu e molto piu accese! Cosa che invece con un orgasmo normale non accade, e neanche con la masturbazione. Preciso che si manifestano anche con rapporto protetto. Questi puntini spariscono circa in 2 giorni... Ho provato a cercare notizie a riguardo ma non ho trovato nulla.
E qui sorge un altro problema, ovvero che ci troviamo entrambi negli stati uniti per studio, e qui la sanita funziona in modo diverso dall'italia... lei ha modo di farsi controllare perche vive qui da ormai 5 anni con la famiglia, e hanno un'assicurazione.... io sono arrivato da poco e non ho nessuna assicurazione (si lo so dovrei farne al piu presto una), le visite sono molto costose e purtoppo ora non posso sostenerle...
Per questo le sto scrivendo per avere un chiarimento su cosa possa essere e capire come devo trattare la situazione.
Spero di essere stato chiaro in tutto.

Grazie mille, attendo risposta

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
bisogna vedere dal vivo quelle macchiette che lei descrive, non sarebbe la prima volta che vedo una intolleranza al profilattico, che nulla ha a che vedere con le infezioni della ragazza. Questo è il massimo del suggerimento che posso dare via e.mail, magari utiolizzi profiolattici non lubrificati.-