Utente 167XXX
Gentilissimi dottori vi esporrò qui di seguito ciò che da un anno mi affligge.
Tutto comincia nel luglio del 2009 quando un giorno mi accorgo di avere un infondo gonfio sul lato dx del collo, rendendomi anche conto di avere una puntura di insetto affianco , senza traccia di pungiglione,è da precisare che mi sono grattata causando una possibile infezione. Faccio una cura antibiotica di 3 gg. conisgliata dalla dottoressa e mi sottopongo anche a delle analisi del sangue e monotest, i risultati sono tutti nella norma e monotest NEGATIVO.
A settembre subisco un intervento di rinoplastica,settoplastica e turbinoplastica con conseguente abbassamento delle difese immunitarie, risultato: ho trascorso un inverno tremendo.
Veniamo ad ottobre con i primi mal di gola,mal d'orecchio, e bronchite,faccio una cura di cortisone per qualche giorno e diciamo passa tutto. Noto inoltre però il rigonfiamento di un altro linfonodo sotto l'orecchio dx. Effettuo le solite visite di routine dall'otorino il quale mi dice di stare bene,a parte tonsillite dovuto freddo del periodo invernale. Per tutto l'inverno ho fortissimi dolori al collo dovuti a mia insaputa per un altro linfonodo gonfio sull'altro lato del collo. Faccio nuovamente le analisi, monotest, toxoplasmosi tutto negativo , globuli bianchi però alti. Mio padre medico mi dice sempre che non è nulla. Arriviamo aluglio i linfonodi si gofniano tanto sopratutto con la sudorazione eccessiva per la calura estiva,mi reco da un altro otorinolarigoiatra che mi consiglia di fare una eco nel reparto di medicina interna: risultato 2 linfonodo del collo reattivi, ma il più grande non supera la grandezza di 18 mm,il dottore mi rassicura di non avere nulla di preoccupante e di tenerli sotto controllo, c'è una pecca però: non gli ho detto questi mi facevano tanto male. A fine agosto rifaccio le analisi, globuli bianchi alti, e mio padre d nuovo dice che non ho nulla. Adesso se ne è gonfiato uno sotto il mento e sul lato cervicale, al tatto se ne sentono quasi una decina; da un mese anche all'inguine. Ho tanta paura non so più cosa pensare l'altro ieri ho rifatto le analisi affidandomi al medico di famiglia.. Mi fanno davvero male e non so più cosa pensare..
Spero al più presto in una risposta, cordiali saluti.
[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non deve pensare proprio a nulla di catastrofico perchè i linfonodi reattivi (=reagiscono ingrossandosi) possono persistere con un volume aumentato anche per lunghi periodi.

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html


http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm