Utente 137XXX
Il mio urologo che mi segue per il K prostatico mi ha consigliato di prendere l’aloè vera nonchè il valcap, un integratore a base anche di aglio, thè verde, licopene ecc., per rafforzare il sistema immunitario e, considerati,verosimilmente, antitumorali. A me sono stati accertati, tramite gastroscopia, l’ernia iatale, il reflusso gastro, e la gastrite. Con questa situazione dello stomaco sono un po’ dubbioso se seguire la prescrizione dell’urologo, che indubbiamente gioverebbe al mio K prostatico, ma come la mettiamo poi con lo stomaco, per il quale, aggiungo, prendo l’esomeprazolo? Mi potete consigliare per il meglio? Grazie
[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Bova
36% attività
8% attualità
12% socialità
DESENZANO DEL GARDA (BS)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2008
Non riferisce nè quanti anni ha nè se trattasi di una neoplasia localizzata nè se ha fatto trattamenti chemio/radioterapici. Rispondo alla sua richiesta e per quanto riguarda un farmaco che agisca da regolatore del sis. immunitario c'è anche il 2LC1. La capsula è costituita da sostanze immunomodulanti (interleuchine, interferoni,TGF, TNF......) a basse dosi assunta per via sublinguale con trattamento sequenziale.
Lo scopo è quello di introdurre uno stimolo a tutto il
sistema immunitario attivando una risposta immunitaria aspecifica.
Sugli integratori non posso risponderle perchè non ho personalmente conoscenze. Il 2LC1 è un prodotto, non fitoterapico, per i tumori solidi da assumere per un lungo periodo.
Cordialmente
dr G. Bova
[#2] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

per il cancro alla prostata così come per tutte le altre forme di neoplasia maligna potrà trovare nella madicina non convenzionale (omeopatia, omotossicologia, medicina biologica di regolazione) un aiuto per favorire la risposta del sistema immunitario contro il male, per contenere sintomatologie fastidiose e per disintossicare l'organismo (fegato, reni, tessuto connettivale) attenuando così gli effetti collaterali spiacevoli dei farmaci indicati dalla terapia ufficiale;
questi approcci devono essere gestiti da mani molto esperte, valutando attentamente caso per caso e con i limiti dovuti dalla gravità della patologia da trattare.

Segnalare ulteriori opportunità terapeutiche non è ancora confortato da sufficienti dati sperimentali e potrebbe indurre i pazienti verso false aspettative di guarigione.

Cordialmente.


















[#3] dopo  
Utente 137XXX

Iscritto dal 2009
Innanzi tutto gradirei conoscere il motivo della cancellazione della risposta datami dal dott. Salvatore Tommasone,la sua cancellazione mi incuriosisce parecchio.
Poi sento il dovere di ringraziare i gentili medici per le loro cortesi risposte. Devo precisare che l'urologo che mi ha prescritto l'aloe e l'integratore è un medico di un policlinico-universitario la cui prescrizione avrei seguito ad occhi chiusi non solo per il contesto in cui lavora ma anche perchè bravo. Le mie perplessità questa volta a seguire la sua prescrizione nascono dalla mie coomorbiltà che controindicano la loro assunzione ed ecco il perchè della richiesta di un parere a voi esperti in questo specifico settore. Grazie ancora.
[#4] dopo  
 Staff Medicitalia.it
44% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2000
Gentile utente,
lo staff ha facoltà di oscurare le risposte che vengono fornite dai medici se le considera in violazione delle linee guida al consulto online.

Questo nel rispetto dell'utenza e degli stessi professionisti che vi si attengono.

Cordiali saluti,
staff@medicitalia.it