Registrati | Recupera password
0/0

Sindrome di eagle

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2010

    Sindrome di eagle

    Salve!!!
    Sono in cura da un Maxillo-facciale, che mi ha diagnosticato il processo stiloideo calcificato, ma purtoppo è un dottore che non mi dice le cose come stanno, tende a dirmi una frase a visita.
    Io ho 24 anni, e già vari problemi di salute, come le bronchiectasie, beanza cardiale allo stomaco ecc... (cose croniche e non frequenti alla mia età, che non fumo e faccio una vita regolare).
    Erano 2 anni che avevo un dolore all'orecchio sinistro provocato dallo sbadiglio, ma era una cosa sopportabile, fino a luglio 2010, quando x circa 3 gg avevo delle fitte alla testa e all'orecchio (sospettando una nevralgia, ho solo aspettato che passasse), e al 3° gg faccio uno piccolo starnuto dal quale partono dei dalori allucinanti alla parte sinistra della faccia, e non riuscivo a deglutire x il forte dolore all'orecchio... ambulanza, una notte al pronto soccorso con oppiotici, 5 flebo ma senza risolvere il dolore. Ad oggi ho dolore all'orecchio quando sbadiglio, e in un punto della testa praticamente dietro l'orecchio, dove sento un dolore fisso, come se mi premesse qualcosa da dentro, e un bruciore...! Ora mi è rimasta da fare solo la risonanza alla testa x vedere che non ci siamo altri problemi. Il mio maxilo.facciale dice che si può provare prima con un bite, poi con l'antalgia, e in fine l'intervento x rimuovere solo l'ultima parte del processo stiloideo, dato che è un intervento rischioso e una bella cicatrice. Io mi chiedo se si possa consigliare l'antalgia a una ragazza di 24 anni, o dirle di vivere con il male? Vorrei sapere cosa rischio, e magari dove posso consultarmi con qualche altro bravo maxilo-facciale... anche perchè sto andando in depressione svegliandomi ed addormentandomi con il male! Grazie molte



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 66 Medico specialista in: Chirurgia maxillo-facciale
    Otorinolaringoiatria
    Odontoiatria e odontostomatologia

    Perfezionato in:
    Medicina legale e delle assicurazioni

    Risponde dal
    2004
    Gent.ma Sig.ra,
    il chirurgoo maxillo-facciale che La segue La sta consigliando correttamente. Prima di intervenire chirurgicamente bisogna applicare metodiche conservative.
    Qualora desiderasse ulteriori consulti, Le suggerisco di visitare il sito www.sicmf.org.
    Cordialità


    Dott. Antonio Maria Miotti

  3. #3
    Indice di partecipazione al sito: 30 Medico specialista in: Chirurgia maxillo-facciale

    Perfezionato in:
    Medicina estetica
    Gnatologia clinica

    Risponde dal
    2000
    Concordo con il collega; inoltre nella sua zona e comunque, non distante da essa, esistono centri di CMF che godono di ottima fama.
    Saluti


    Dott. Alessandro Medici
    www.medermal.it

  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 6 Medico specialista in: Chirurgia maxillo-facciale

    Risponde dal
    2010
    per eventuale approfondimento sull'argomento Sindrome di Eagle

    http://downloads.hindawi.com/journals/ijd/2009/781297.pdf


    Dr. Corrado Toro
    MD, FEBOMFS, PhD


Discussioni Simili

  1. Sindrome di costen
    in Chirurgia maxillo-facciale
    Risposte: 2
    Ultimo Messaggio: 10/06/2010, 09:19
  2. Schiacciamento cranio
    in Chirurgia maxillo-facciale
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 12/04/2010, 19:34
  3. Linfonodo preauricolare
    in Chirurgia maxillo-facciale
    Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 21/10/2009, 14:30
  4. Frattura mandibola e fumo
    in Chirurgia maxillo-facciale
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 17/08/2009, 01:39
  5. Risposte: 4
    Ultimo Messaggio: 29/06/2012, 17:34
ultima modifica:  16/07/2014 - 0,13        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896