Utente 180XXX
Salve dottore,
Dopo circa 6 mesi di rapporti mirati senza alcun risultato mi sottopongo ad uno spermiogramma dal quale risulta un'oligoastenozoospermia lieve (18milioni di spermatozoi con solo il 2% con motilità progressiva rapida e il 12% progressiva lenta)Mi viene prescritta una spermiocoltura e risultata positiva. Decido di effettuare una visita andrologica,mi viene diagnosticata una prostatite subacuta di origine batterica (mediante transarettale)e l'assenza di varicocele(mediante ecocolordoppler). Ecco la cura datami dal dottore:
tavanic 1 compressa al giorno per 15gg
deflan 1 compressa al giorno per 1 mese
inofolic 1 bustina al giono
carnitene 1 fiala al giorno
nicetile 2 compresse al giorno
Dopo questa cura la spermiocoltura risulta negativa,la prostatite è passata ma lo spermiogramma è pressocchè uguale.Mi vengono allora prescritti gli esami ormonali che danno i seguenti risultati:
testosterone plasmatico: 3
testosterone libero:10.50
fsh: 5,6
lh:5,5
L'andrologo mi prescrive clomid 1/4 di compressa al giorno per 1 mese,rifaccio dopo questa cura l'fsh e lo spermiogramma e i risultati sono i seguenti:
giorni di astinenza:3
volume:3
aspetto e consistenza:normale
ph: 7.80
globuli bianchi:5-6c.m.
concentrazione: 11.400.000
motilità
progressiva veloce: 18
progressiva lenta:25
nonprogressiva:41
immobilità:16
vitalità:55%
morfologia(% forme normali)55
agglutinazione: assente

A questo punto l'andrologo mi prescrive una biopsia testicolare bilaterale perchè non essendoci stata una risposta positiva al clomid (è aumentato l'fsh ma non il numero degli spermatozoi)preuppone ci sia un probema a livello testicolare. Lei crede che questa sia la procedura giusta?e in tal caso,quale potrebbe essere il problema?la ringrazio anticipatamente


Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Quale sia la causa del suo problema a livello del liquido seminale è difficile da questa postazione capirla.

Come è difficile capire l'indicazione clinica datale dall'andrologo verso una indagine invasiva, non certo "utile" ai suoi testicoli, come una biopsia testicolare.

Il mio consiglio, se lei ha dei dubbi sulle indicazioni ricevute, è quello di sentire una terza "campana", cioè un andrologo con chiare competenze in patologia della riproduzione umana.

Un cordiale saluto.

[#2] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,confesso di avere delle fiere perplessita' sulle strategie consigliate dal collega,sia terapeutiche (clomid per far aumentare l'FSH...) che dianostiche (bipsia testicolare per far cosa?...)..A questo punto,prenderei in seria considerazione di cambiare specialista (non sara' l'attuale un ginecologo?).
Cordialita'.
[#3] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
no lo specialista è un andrologo,mi ha prescritto la biopsia testicolare perchè crede che ci sia un arresto del processo di maturazione degli spermatozoi oppure un problema delle cellule che producono quest'ultimi.Quali danni potrebbe provocare un esame così invasivo?grazie
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...confermo le mie (e non solo mie... perplessita' sia sulle proposte diagnostiche (Mengele era un bravo medico...) che terapeutiche.Cordialita'.
[#5] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo dottore,la ringrazio per le risposte
A quali esami dovrei quindi sottopormi secondo lei?forse a quelli genetici?
leggendo su internet ho dedotto che la biopsia testicolare viene effettuata in caso di azoospermia mentre a me è stata diagnosticata una lieve oligoastenospermia quindi ritengo eccessivo un esame così invasivo o sbaglio?
[#6] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Un semplice pannello ormonale, con il dosaggio dell'FSH e del testosterone (da un prelievo del sangue), in molti casi dà molte informazioni cliniche su come "lavora" un testicolo.

La biopsia testicolare oggi invece viene indicata sempre e solo se non ci sono spermatozoi o se ce ne sono pochissimi (criptozoospermia) e non solo per fare una diagnosi ma per recuperare eventuali spermatozoi che dovessero essere trovati.
[#7] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
,,, abbandoni le informazioni autogestite sulla rete e segua le indicazioni di un esperto andrologo.Cordialita'.