Utente 180XXX
Salve,
sono un ragazzo di 24 anni. Vi scrivo in merito ad un problema di salute che si è manifestato circa due settimane fa e che da allora persiste.

Si tratta dell'ingrossamento improvviso di due linfonodi all'altezza del collo, più precisamente uno sotto il mento, il secondo poco più in basso a sinistra. La loro dimensione non sembra cambiata da allora. Preciso che già un paio di anni fa lo stesso fenomeno si è verificato ai linfonodi dietro alle orecchie, che dopo qualche mese sono scomparsi senza alcuna terapia.

Credo di avere un dente cariato, che pero' tranne in rare situazioni mi duole ma che non si trova in corrispondenza dei linfonodi.

Inoltre quasi contemporaneamente all'ingrossamento dei infonodi, ho avvertito un dolore all'altezza dello sterno, sulla parte destra, proprio sulla giunzione con le costole. Questo dolore non continuo, ma presente solo in alcuni momenti della giornata e a seconda della posizione assunta, è andato pian piano diminuendo. Al momento lo avverto solo se cerco di assumere delle posizioni innaturali, come cercare di curvare il petto. Inizialmente ho attribuito tale dolore ad una seduta in palestra pesante non preceduta da un corretto riscaldamento.

Infine, sempre non costantemente, ma solo in alcuni momenti della giornata avverto una "fame d'aria".

Preciso che sono uno studente costantemente soggetto a stress.

So bene che in questi casi la cosa migliore è contattare tempestivamente un medico, ma trovandomi all'estero, ho pensato intanto di chiedervi un parere.

Vi ringrazio anticipatamente per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Se il dolore c'è a seconda della posizione assunta una valutazione tramite una visita, sarebbe ideale qundo sarà possibile, ma intanto non mi preoccuperei perchè lo stato d'ansia stesso per questi disturbi potrebbe anche giustificare la sensazione sporadica di "fame d'aria."

Purtroppo senza una visita si possono solo azzardare ipotesi di scarso valore.

Mentre per le caratteristiche dei linfonodi che descrive
non me ne preoccuperei e li farei controllare in occasione della visita trattandosi probabilmente di linfonodi reattivi (0reagiscono ingrossandosi)

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm