Utente 149XXX
Gentili medici
Sono un ragazzo di 25 anni abbastanza sportivo e ansioso. A quanto pare soffro di extrasistole, dico questo perchè è l'idea che mi son fatto ormai da anni. Tuttavia un solo medico che mi ha visitato ha usato questa parola. Ho comunque eseguito 2-3 eco nel corso degli anni, l'ultimo 2 anni fa, tutto sempre negativo, come risultato anche dagli elettrocardiogramma che ho effettuato.
Il dubbio e la paura mi sorge poichè non sono mai riuscito a spiegare bene la sintomatologia che avverto. Difatti oltre ai classici battiti mancati avvertibili al polso talvolta mi capita di provare una strana senzazione al petto, violenta e improvvisa, come se il cuore battesse dei colpi a vuoto, tali da indurmi a tossire immediatamente per ristabilire la normalità. E' una sorta di colpo al petto dove si ha la sensazione che il cuore stia andando in fibrillazione, dura, per fortuna, solo 4-5 secondi al massimo. Secondo la vostra esperienza e la sintomatologia raccolta, può trattarsi di extrasistole? L'ultimo cardiologo, un aritmologo del monaldi di napoli, ha detto di non preoccuparmi e che era una causa psicogena ascatenarmi questi disturbi. Cosa ne pensate? Grazie infinite per il supporto che mi darete.
Cordialmente, Paolo

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini
32% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2009
Quello che lei descrive è tipicamente un fenomeno extrasistoli, con pausa di compenso. Sono aritmie del tutto innocenti, anche se fastidiose. Cordialità
Cecchini
www.cecchinicuore.org