Utente 134XXX
Sono un impiegato di 46 anni e vorrei sottoporre la mia esperienza personale in merito ad un problema di diplopia transitoria che mi tormenta da circa 14 anni sul quale ho ancora molti dubbi.
Il primo episodio neurologico risale all'aprile del 1996, quando avverto una lieve paralisi facciale che risolvo in circa 10 giorni di terapia steroidea. Successivamente nel dicembre 1996, a seguito dell’insorgenza di una diplopia con ptosi palpebrale in OD vengo ricoverato presso l’Ospedale San Raffaele di Milano, dove, dopo circa 10 giorni di stressanti accertamenti neurologici vengo dimesso senza diagnosi: episodio di diplopia associata a ptosi palpebrale in OD con accertamenti neurologici negativi. Il disturbo rientra in circa 20 giorni con terapia steroidea. L'anno seguente si ripresenta la diplopia che risolvo con la medesima terapia steroidea e cerco di capire cosa mi stia succedendo sottoponendo il problema a numerosi noti luminari neurologi, senza avere diagnosi; qualcuno parla di natura idiopatica, qualcuno mi fà rifare Tac, Rmn ai vasi intracranici, con esito negativo, ecc.. Tuttavia dal 2000 al 2008 la diplopia si presenta circa 2 volte l'anno e risolvo sempre autonomamente con terapia steroidea al bisogno. I giorni che precedono il disturbo avverto difficoltà nella concentrazione, come se ci fosse un aumento della pressione endocranica e come se si verificasse una contrazione dei muscoli oculari, non sò spiegare meglio. Nell'ottobre del 2008 sottopongo il problema ad uno specialista del Istituto Neurologico Besta di Milano che, sulla base esclusivamente della mia storia clinica, mi diagnostica la miastenia oculare e mi fa eseguire alcuni esami specifici degli anticorpi; solo quello Antirecettore dell’Acetilcolina risulta lievemente fuori norma (quindi dovrebbe confermare la miastenia oculare), ma su mia iniziativa lo ripeto in un altro laboratorio e risulta nella norma.Tuttavia su consiglio medico specialista inizio una lunga terapia cortisonica nonostante il disturbo fosse rapidamente rientrato; adesso appena sospendo la terapia attendo che la diplopia ritorni, cosa che avviene. Ho eseguito nuovamente il ciato esame che al Besta risulta lievemente fuori norma ma in altro laboratorio risulta ancora nella norma. Chiedo a voi Illustri specialisti oculisti, eventualmente al Prof.Marino, se il mio problema potrebbe essere di natura oculistica, ho sentito parlare di accomodazione o altro, precisando che mi sono abbastanza documentato sulla miastenia oculare e molti riferimenti non coincidono con i miei disturbi e non posso sottovalutare i consulti medici neurologici fatti in passato, ad eccezione di quello del Besta, nonchè l'esito discordante dell'esito degli anticorpi. Penso che sono stato classificato come miastenico perchè i miei disturbi non possono riferirsi ad altre patologie neurologiche, quindi per esclusione. Preciso che i neurologi mi hanno visitato sempre in assenza di diplopia. Grazie e cordialmente saluto


[#1] dopo  
Dr. Luigi Marino
52% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
Mio caro e brillante amico
Mi allega per piacere l'esame ortottico
E la valutazione neuroftalmologica
Se l'ha fatta...
A presto
[#2] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Prof.Marino, ho gli esami da Lei richiesti ma penso che con questo sistema non posso inviarli. Se posso avere il suo indirizzo e-mail posso inviarli.
La ringrazio tanto per la risposta
[#3] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
Gentile Prof.Marino, ho inviato i miei esami all'indirizzo l.marino@auxologico.it. Grazie ancora, attendo il suo prezioso riscontro.
[#4] dopo  
Dr. Luigi Marino
52% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2004
perfetto a dopo
[#5] dopo  
Utente 134XXX

Iscritto dal 2009
Egregio Prof. Marino, Le chiedo se ha avuto modo di dare un'occhiata ai miei esami.

Grazie, Cordiali Saluti