Utente 108XXX
Salve.
Spero di aver inserito la mia richiesta nella sezione corretta.
Il problema che vado ad esporre riguarda una mia congiunta che accusa preoccupanti rigonfiamenti e dolori ai linfonodi inguinali per tutta la parte destra del bacino.
Tutto è iniziato con un intervento odontoiatrico (innesto di denti nell'osso mandibolare con annesso abbassamento chirurgico della gengiva): il dottore che le ha eseguito l'intervento le ha prescritto l'assunzione di Agumentin per 2 giorni prima dell'intervento e per i 4 successivi all'intervento in unione al Danzen come anti infiammatorio.
Dopo l'intervento, a questa persona è stata fatta un'iniezione di Toradol sopra al fondoschiena.
La sera stessa,ad intervento eseguito,questa persona ha accusato spossatezza, nausea, senso di vomito (ed ha vomitato per tutta la notte)e dolori addominali.
Ha contattato il dottore che ha eseguito l'intervento che le ha detto che erano reazioni normali all'anestetico usato (ne sono state utilizzate 3 fiale). Il giorno stesso però ha iniziato a lamentare dolori inguinali accorgendosi del rigonfiamento dei linfonodi inguinali lungo il tratto destro (lo stesso lato alla quale ha subito l'operazione odontoiatrica).Ha nuovamente telefonato al medico che ha eseguito l'intervento che le ha detto che l'Agumentin può indurre in alcune persone (lei è celiaca, non so se questo possa esser d'aiuto in questo caso) come effetto collaterale il rigonfiamento dei linfonodi inguinali e le ha sospeso la terapia con questo antibiotico.
Sono passati 3 giorni dalla sospensione dell'assunzione di Agumentin ma il dolore e il rigonfiamento di questi linfonodi permane e si è anzi esteso a linfonodi prima estranei a questa "irritazione" (ieri sera, dopo essersi palpata i linfonodi in questione, ha avvertito più dolore del solito accorgendosi che avevano iniziato a dolerle anche i linfonodi del bacino,precisamente dell'osso iliaco dx)e come se non bastasse questa persona è venuta a conoscenza che le iniezioni di Toradol possono portare anche a questi inconvenienti.
E' molto confusa perchè ci sono vari pensieri che l'assillano:
-Se questi linfonodi si sono gonfiati a causa dell'Agumentin, come mai sono ancora gonfi e dolenti nonostante siano trascorsi ormai 3 giorni dall'ultima volta in cui ha assunto questo farmaco (considerando che ha assunto anche il Danzen come nati infiammatorio che però non pare aver sortito alcun effetto antiflogistico su questi linfonodi)?
-Tutto ciò può essere causato dall'iniezione di Toradol? E se così fosse, che effetti collaterali può avere sul suo organismo, anche eventualmente l'apparato riproduttore? In quanto tempo il suo organismo debellerebbe il farmaco? Dal momento in cui può portare alla formazione di trombi (questa persona ha avuto un ictus 4 anni fa) può essere un fattore pericoloso a un'eventuale nuovo ictus?
-Sono da escludere,nella peggiore delle ipotesi,complicazioni neoplastiche (i linfonodi ingrossati portano sempre a questi timori)?
Grazie a chi risponderà.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Salvo Catania
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Non credo che si possa rispondere tramite Internet senza una visita.

Ma non credo che si possa essere una correlazione con l'evento odontoiatrico e la comparsa di linfonodi reattivi
(=regiscono ingrossandosi), che possono persistere ingrossati anche per lunghi periodi , anche se è stata praticata una terapia antinfiammatoria o antibiotica.

http://www.medicitalia.it/minforma/oncologia-medica/63-linfonodi-linfoghiandole-adenopatie-ed-sistema-linfatico.html

http://www.senosalvo.com/approfondimenti/lifonodisentinella.htm

http://www.senosalvo.com/linfonodi_e_dintorni.htm