Utente 175XXX
Buonasera a tutti i medici.
Sono un ragazzo di 21 anni non sessualmente attivo e desidererei chiedere un vostro parere pur sapendo che solo una visita specialistica può fornire una diagnosi certa.

Questo pomeriggio sono stato dal mio medico di famiglia per esporgli uno strano fenomeno che noto da circa un anno e mezzo.
All'atto della defecazione in presenza di feci consistenti noto la fuoriuscita dal meato urinario di liquido seminale o almeno presunto tale, dico presunto perchè è di maggiore consistenza il materiale che fuoriesce.

Il medico mi ha detto che è una componente del liquido seminale ed è normale la sua fuoriusicta in presenza di una pressione maggiore dovuta alla consistenza delle feci.

Non che non abbia fiducia nel mio medico ma spesso risponde "è normale" però quando si verifica il fenomeno descritto avverto bruciore all'uretra unito allo stimolo di urinare.
Grazie in anticipo a coloro che risponderanno.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Corretta l'osservazione del suo medico; quello che fuoriesce è del liquido prostato-vescicolare "spremuto" fuori dalle sue feci che lei riferisce "dure" e consistenti.

Altra ipotesi poi è una possibile congestione, sempre prostato-vescicolare, da varie cause e qui, per una precisa diagnosi, però bisogna sentire in diretta il suo andrologo di fiducia.

Se comunque desidera avere altre notizie più dettagliate su eventuali problematiche urologiche ed andrologiche a livello della ghiandola prostatica, le consiglio di consultare, se non ancora fatto, anche l’articolo pubblicato sul nostro sito e visibile all'indirizzo:

http://www.medicitalia.it/minforma/urologia/200-malattie-prostata-stili-vita-prevenzione-nuove-indagini.html .

Un cordiale saluto.



[#2] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
Grazie per aver prontamente risposto Dr. Beretta.
Ho letto l'articolo ed ho riscontrato tra i vari stili di vita possibili cause di prostatiti uno che mi appartiene: il fumo.

Una domanda di ordine amministrativo: per effettuare una vista presso un andrologo dell'azienda sanitaria territorialmente competente è necessaria l'impegnativa del medico di base o ci si può recare semplicemente al centro prenotazioni dell'ospedale?
(Glielo domando perchè le visite odontoiatriche presso il poliambulatorio dell'ASL le ho prenotate direttamente in ospedale senza impegnativa.)
[#3] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Per una visita specialistica andrologica la procedura è: prima il medico curante che fa l'impegnativa ed eventualmente le indica anche la struttura dove può trovare un esperto andrologo.