Utente 181XXX
Salve,
scrivo in merito ad un dolore che mi porto ormai da diverso tempo...
l'anno scorso sono stata una settimana a letto addirittura, con febbre, raffreddore, dolore alle ossa...ho pensato fosse influenza e mi sono imbottita di farmaci antidolorifici. Ma il vero dolore era all'altezza del fianco destro però sotto le costole. Un dolore tale da non riuscire a muovermi.
Quando sono stata meglio (mi trovavo da sola in un'altra città e non avevo medici, il pronto soccorso era lontano), sono andata dal medico..il medico mi ha detto di andare da un fisiatra per vedere se il dolore fosse dovuto alla schiena.
Il fisiatra di tutta risposta mi ha mandato da un gastroenterologo..ma il mio medico, che era specializzato in questo mi ha detto che non capiva come fosse possibile che mi mandasse da un gastroenterologo visto che lui non aveva visto niente. Mi ha fatto fare delle punture antidolorifiche che non mi hanno risolto niente. Sono tornata dicendo che non avevo risolto niente e mi ha detto che fosse stress. Mi sono meravigliata che lo stress mi potesse fermare una settimana a letto con dolori allucinanti (la mia vita non è migliorata, anzi, ogni tanto mi prende una depressione terribile, visto che sto sempre male).
Ora il dolore è sceso, più sul fianco destro, mi prende il rene, mi prende la gamba ogni tanto e la sento indolenzita, anche il gluteo talvolta.
Le analisi del sangue non hanno evidenziato niente, l'urinocoltura neanche.
Il dolore col tempo è rimasto..più blando..ma si è spostato sempre più giù.
Qualche settimana fa sono stata al pronto soccorso perché neanche con la tachipirina passava:dolore minzione, peso al basso ventre..mi hanno fatto puntura voltaren più analisi delle urine e mi hanno detto che era cistite.
Mi sono curata per la cistite..fatto sta che sono 2 giorni che mi viene un bruciore terribile al centro del basso ventre, dolore alla minzione, gamba indolenzita, male fossa iliaca, sotto ombelico a destra, male al fianco e al rene destro. Non riesco a capire se sia cistite o appendicite o altro...tipo calcoli.
Preciso che quando ho rapporti con il mio ragazzo mi fa male dentro a destra..ma questo ormai da diverso tempo. La ginecologa non ha rilevato nulla con ecografia interna.
Non so cosa fare, mi vengono dolori così forti che vorrei morire e se ne vanno solo tachipirina o voltfast o antibatterico per la cistite ma non ho la più pallida idea di cosa delle 3 medicine mi risolva il problema.
Ora sono in un'altra città, il pronto soccorso ce l'ho sotto casa e aspetto dolori più forti. (non so se sia collegato ma lo scrivo lo stesso: ultimamente non riesco più a bere caffè o latte o cose contenenti latte che mi vengono o le nausee o eritemi rossi dovunque)
Qualcuno può aiutarmi? Devo andare al pronto soccorso? Oggi peraltro è sabato e spero di passare il w-end in maniera tranquilla.....ieri stavo così male che non sono andata a far cambio medico..

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Lucio Pennetti
32% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Riferendo una sintomatologia così "variegata",probabilmente si tratta di uno stato di ansia.Però ritengo che per confermare ciò,sia il medico che il paziente debbano acquisire elementi di tranquillità.Pertanto nel suo caso anche una ecografia addominale(colecisti,rene,posizione dell'appendice etc.) è consigliabile a completamento di una accurata valutazione clinica.
La saluto

PS : un consiglio, non cambi medico solo perchè non formula la diagnosi che lei vorrebbe.

[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
La ringrazio tanto..comunque il cambio medico lo devo fare perché attualmente sono studentessa fuori sede, non per antipatia nei suoi confronti... ^^