Utente 181XXX
Salve,
Premetto che ho 25 anni e che ho un varicocele di 2° grado al testicolo sinistro da almeno tre anni, osservato annualmente tramite ecografafia e apparentemente non in crescita.
Tuttavia il mio andrologo mi ha consigliato di fare comunque un esame del liquido seminale per stare sicuri che non ci fossero eventuali problemi.
Ecco i risultati:

Astinenza giorni: 3-4 (non ricordo di preciso)
Coagulazione: presente
Liquefazione a 30': completa
Colore: opalescente
Filanza (mm): 0
Viscosità: normale
Volume (mm): 1,5 (così poco a causa a mio parere dell'ansia di produrre lo sperma in laboratorio)
pH: 8,0
Spermatozoi: 28.000.000/ml
Cellule rotonde: 2.000.000/ml
Leucociti: 1.000.000/ml
Motilità (tipo A) rapidamente progressiva (dopo un'ora): 0%
Motilità (tipo B) debolmente progressiva (dopo un'ora): 5%
Motilità (tipo C) "in situ" e non progressiva (dopo un'ora): 20%
Spermatozoi (tipo D) immobili (dopo un'ora): 75%
Spermatozoi con mobilità A + B/ml (dopo un'ora): 1.400.000
Spermatozoi normali: 17%
Spermatozoi abnormi: 83%

A me i risultati sembrano molto negativi ma non essendo un esperto non saprei. però mi chiedo: se il varicocele sinistro davvero provoca questa ridotta mobilità e questa ampia anormalità nella forma degli spermatozoi, il testicoloo non dovrebbe fare il suo lavoro normalmente? com'è possibile che ho lo 0% di spermatozoi rapidamente progressivi?
Cercando informazioni ho carpito che l'uso di certi medicinali, tra cui il cortisone, può provocare riduzioni di quantità e motilità degli spermatozoi. Io ho fatto una pesante terapia di cortisone fino ai primi di settembre, quindi fino a circa 60-65 giorni fa.

Vi prego di dirmi come posso agire! (a parte andare nuovamente dal mio andrologo con questi dati che ancora non ha visto)

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
Caro signore,
non darei responsabilità a cortisone, che francamente è più leggemnda che realtà che possa danneggiare spermatogenesi, ma a quel milione di leucociti, suggestivo di un problema infiammatorio in atto. ne parli col collega che l' ha imn cura, perchè il problema va verificato con visita dal vivo ed eventuali cause sovrapposte vanno identificate ed eliminate.
[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Per quanto ne so io, da ignorante, i leucotiti secondo gli standard devono essere inferiori o uguali a 1.000.000/ml, quindi dovrei essere entro i limiti, o mi sbaglio?

Comunque tra agosto e settembre io non ho preso solo cortisone ma ho preso un'infinità di medicinali tra antistaminici, gocce per la tosse, aerosol, spry per la gola, antiinfiammatori e così via... il cortisone l'ho preso con due iniezioni di cortinal a distanza di tre settimane l'una dall'altra, quindi una dose massiccia....

Ho letto che gli spermatozoi, dpo la loro creazione, impiegano 70-80 giorni ad essere espulsi con l'eiaculazione. potrebbe essere che tutti questi medicinali presi 60-65 giorni fa hanno inflenzato?

Per quanto riguarda l'infiammazione che lei indica come possibile causa, al momento io non mostro alcun sintomo, potrebbe essere un infiammazione che non dà segni??

E il varicocele di secondo grado che ruolo potrebbe svolgere in tutto ciò?
Grazie mille per l'aiuto!
[#3] dopo  
Dr. Giorgio Cavallini
52% attività
20% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2008
L' interpretazione degli esami la lasci a noi, per cortesia.
1 milione di leucociti con alterazioni va approfondito in senso di ricerca di fonte infiammatoria anche asintomatica. Per il resto non è il caso di perdersi in elucubrazioni ed è meglio andare da collega.
[#4] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Salve, sono stato da uno specialista in ginecologia e ostetricia per un consulto. Secondo lui i dati del mio esame del liquido seminale sono di per sè preoccupanti, a meno che essi non siano il risultato di un'infiammazione, dato l'alto livello di leocociti e cellule rotonde. Tuttavia, poichè non presento alcun sintomo di infiammazione né al testicolo né alla prostata, secondo lui l'infiammazione potrebbe, dico potrebbe, essere causata dal varicocele.

Ora io vorrei chiedervi:
- se ho il varicocele a sinistra, perchè anche il testicolo destro non produce spermatozoi rapidamente mobili (negli esami risulta lo 0%)? il varicocele ad un testicolo può influenzare anche la produzione spermatica dell'altro?

- il dottore mi ha detto che quel 5% di spermatozoi debolmente mobili non ha capacità fecondante. siete d'accordo anche voi? cioè su 28.000.000 di spermatozoi/ml che risultano, nessuno è buono per la fecondazione naturale?

- un infiammazione può davvero portare alla produzione di 0% di spermatozoi rapidamente mobili in un uomo normalmente fertile???

Grazie mille del vostro aiuto, vi prego di rispondermi perchè mi sto davvero disperando, vorrei scoprire il prima possibile se c'è qualcosa che posso fare, in ogni caso fra un mese ripeterò l'esame del liquido seminale.
[#5] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Salve, mi chiedevo..... avete letto l'ultima mia risposta?!?!?!?
[#6] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Salve, mi chiedevo..... avete letto l'ultima mia risposta?!?!?!?