Utente 181XXX
Buongiorno,
ieri ho navuto un fenomeno per me molto raro, di congestione da ingerimento di acqua minerale gassata molto fredda. Spossatezza generale, nausea, freddo, difficoltà respiratoria alla bocca dello stomaco (come se fosse un attacco di ansia al diaframma), flautolenza con emanazione di odore terribile. Sono rimasto coricato sul divano con un termoforo dalle 17:00, fino a quando, verso le 21:00, sono riuscito ad andare di corpo. A quel punto gran parte dei dolori sono scomparsi ma, in compenso, ho registrato un aumento dei battiti cardiaci (dai normali 60-65 ai 90-95). Allo stesso tempo la pressione era di 110/67.
Utilizzo VALPRESSION 160, preso alla mattina, da circa 18 mesi.Ho 52 anni.
Gradirei sapere su tutto ciò possa essere attribuito ad un infarto in corso oppure se è un fatto isolato. Grazie.
Saluti.
Massimo Cornago.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

la repentina ingestione di sostanze liquide fredde può causare una "congestione" a cui segue una sindrome vasovagale caratterizzata da molti dei sintomi che ha riferito, legati prevalentemente all'abbassamento di pressione

L'aumento dei battiti cardiaci che ha registrato può essere dovuto a vari fattori: 1) contrazioni addominali (ponzamento) nell'andare di corpo, 2) dolore prolungato 3) ipotensione.

Le consiglio comunque di riferirsi al Suo Cardiologo di fiducia per una visita cardiologica di controllo ed un elettrocardiogramma.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Egregio Dr. Vincenzo Russo, innanzitutto vorrei ringraziarLa per la pronta risposta alla mia domanda ed in secondo luogo per la chiarezza di esposizione. Effettivamente mi sono recato in ospedale e mi sono sottoposto ad una visita cardiologica ed ad un elettrocardiogramma, in aggiunta ad una serie di analisi del sangue, la causa è stata attribuita ad una congestione. La visita ha però permesso di scongiurare qualunque problematica cardiologica.
La ringrazio ancora.
Saluti.
Massimo Cornago.
[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

sono contento che si sia trattato di un "falso allarme"
Un Abbraccio