Utente 181XXX
Gentili dottori,
ci terrei a esporre anche qui il problema che mi sta affliggendo da qualche giorno.
Ogni tanto durante la giornata ma soprattutto a stomaco pieno o vuoto mi capita di sentire come un vuoto a un certo punto che dura pochissimo e non so perche sul lato destro del torace e in gola. Non so bene come spiegarlo ma mi hanno detto essere extrasistoli. Ieri sera ho preso una grossa paura perchè mentre controllavo i battiti ho sentito a un certo punto tre battiti rapidi e una pausa successiva, cosa che mi ha fatto agitare
Prima di questi episodi ho già eseguito ecg risultato negativo e ecg sia sotto sforzo un anno fa circa su tapis roulant anch'esso negativo per cardiopatie o altro( a parte una lieve tachicardia iniziale causata da uno stato ansioso)e una visita per idoneità sportiva con ecg effettuato dopo lo sforzo anch'esso negativo.
Ora da ieri a queste extrasistoli si è aggiunta anche una sensazione di mancanza d'aria abbastanza continua, capogiri soprattutto in piedi, dolorini, fitte e punture al lato sx del petto e stanchezza apparente alla gambe a riposo(apparente perchè se vanno sotto sforzo riesco a compiere i movimenti che devo fare).
Alla luce degli esami fatti si possono escludere patologie gravi??
(attualmente sono molto ipocondriaco e queste extrasistoli mi hanno portato a fare richieste fino ad arrivare alla definizione di fibrillazione ventricolare che mi ha terrorizzato).
Posso continuare l'attività sportiva in palestra senza rischi??

Vi ringrazio in anticipo per eventuali risposte



[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Un certo numero di extrasistoli isolate nel corso della giornata è assolutamente fisiologico anche nei cuori sani.
Benchè esse siano a volte molto fastidiose, non devono essere fonte di preoccupazione, tanto più in un giovane che ha già praticato da pochi mesi approfondimenti diagnostici cardiologici con esito negativo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 181XXX

Iscritto dal 2010
Grazie mille per la risposta Dr. Fedi.

Prima ho omesso di dire(ma penso si capiva anche dal messaggio) che sono un tipo molto ansioso e attualmente ipocondriaco. Posso ritenere quindi queste extrasistoli relative al mio stato di ansia pressochè continua??
(sono già in cura con psicologa e psichiatra ma l'ipocondria è recente). Gli episodi come ho detto sono saltuari soprattutto dopo i pasti ma abbastanza isolati. Solo la prima sera furono 2 o 3 molto ravvicinate e poi qualcun altra a intervalli di diversi minuti(dovute forse anche alla posizione e al fatto che avevo appena mangiato).

Grazie per eventuali risposte e per quella precedente
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
In effetti uno stato ansioso può agevolare sia l'insorgenza che la percezione di isolate extrasistoli che, proprio per questo, non devono destare eccessiva preoccupazione.
Cordiali saluti