Utente 180XXX
salve a tutti ho 18 anni ,da un mese ho manifestato una sensazione di malessere generale,debolezza,e sopratutto cefalea,rossore in viso e collo(sensazione febbrile...risulto caldo al tatto dal collo in su'pero'la temperatura ascellare e' di 36°),e ho una sensazione di "fame d'aria".Gia' un mese fa' ero andato dal dottore lamentando queste sensazioni, lui mi trovo' le tonsille "ingrossate" con "placchette" e mi prescrisse un antibiotico(che non ha avuto effetto).
Continuo ad acvere la sensazione di un "nodo in gola" e rossore in volto(OGGETTIVO).
E giramenti di testa quando scendo dal letto.
Ieri sono andato dal medico e mi ha prescritto un tampone che faro' lunedì.

La presenza dello streptoccocco potrebbe giustificare questi sintomi?

Preciso anche che sto' usando un bustino correttivo che mi ha "compresso" per un mese e mezzo.

Potrebbe essere la cervicale?(ho un leggero formicolio mattutino).

Ho fatto una gastroscopia, il controllo della tiroide e esami del sangue con esiti nella norma.
Pero' questa sensazione di "pressione alta alla testa" e' fastidiosissima".


[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Al di la' dei sintomi riferibili ad altro (tonsille, cervicale, bustino...) credo che il rossore in viso abbia una base psicosomatica. Peraltro comprensibile e giustificabile, visto lo stress che evidentemente questi problemi le stanno creando.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010

Ad un mese e mezzo dal primo "gonfiore" tonsillare con "placchette"...il medico curante ha notato la persistenza del gonfiore(io ho sempre avuto una tonsilla piu' grande dell'altra) .....per questo ho eseguito il tampone tonsillare

tampone eseguito:

risultato positivo : streptococco beta emolitico di gruppo A


Antibiogramma da coltura B- :

clarithromycin - Sensibile
cefuroxime - sensibile
penicillina -intermedio
ceftriaxone - sensibile
levofloxacina-sensibile
azitromicina-sensibile
cefaclor -sensibile
cefotaxime -sensibile

per sensibile..si intende la risposta "positiva "all'antibiotiko?giusto?

Lo streptococco puo' giustificare il rossore al volto?(sensibilita' del volto al caldo ,ora un po' attenuata)occhi rossi,cefalea..e febbriciattola solo alla testa (sensazione di calore come se la circolazione fosse concetrata in testa)?
In oltre registro una debolezza generale e un fastidio mattiniero nella zona addominale.
La difficolta' nel deglutire la attribuisco all'ingrossamnto delle tonsille idem la leggera fame d'aria.Mi sbaglio?

ringrazio in anticipo per le risposte =)
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
No, non si sbaglia. Ma ora le faccio io una domanda: il suo Medico le ha prescritto una terapia antibiotica dopo aver visto i risultati del tampone faringeo?
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
ancora no,perche' non ha visto i risultati ,provvedera' sicuramente pomeriggio.

La mia paura e' che sia passato troppo tempo tra sintomi e diagnosi.
Facendo i conti sono passati circa 2 mesi dall'evidenza di alcuni sintomi (tachicardia improvvisa,difficolta' respiratorie fame d'aria ,giramenti di testa,maldigola e dolori addominali)

il mio medico infatti pur notando quelle "placchette" attribuì i sintomi all'ansia(provabilmente vedendomi agitato),ed ogni esame che mi ha prescritto l'ha fatto alla luce di un "per farti stare tranquillo",idem il tampone.

All'esordire dei sintomi avevo un rossore localizzato al livello del colto che si accentuava quando mi abbassavo o facevo movimenti improvvisi,in quel periodo ho avuto anche una forte sensazione di dispnea ,ho eseguito la spirometria(durante la fase acuta) e registrava una leggera occlusione ..la capacita' respiratoria70%,ora dovrei fare mooolto meglio) .
Questi sintomi ,aggiunti ad altri ,provabilmente legati al bustino ( formicolio mattutino alle mani )un po' hanno "confuso" il medico che ha pensato ad una sintomatologia psicosomatica.
Sottolineo che non ho mai manifestato sintomi ansiosi,pero' alla luce di fastidi oggettivi,mi sono un po' allarmato(e vedere il medico non credermi sicuramente non mi ha aiutato).

A distanza di 2 mesi,alcuni sintomi si sono stabilizzati(tachicardia meno evidente malgrado sia ancora presente sopratutto al risveglio ,disnea idem,urina tornata chiara),altri accentuati( il rossore permanente, la sensibilita' al calore di testa e mani,i fastidi muscolari al livello del petto,la sensazione di nodo in gola ,malditesta ,debolezza generale accentuata,fastidi allo addominali persistenti sopratutto al risveglio,leggera tachicardia improvvisa)




La fase acuta (sopratutto della dispnea) sembra passata(anche se non mi sento ancora al 100%..anzi..) ,pero' mi chiedo se lo steptococco si possa essere "diffuso" provocando "danni"(MI SPAVENTA IL "NUOVO SINTOMO"..LA SENSIBILITA' DELLE MANI AL CALORE ).Ho letto della febbre reumatica,pero' nel mio caso registro una sensazione febbrile(gia' da qualche tempo prima dell'esordire dei sintomi "importanti"..circa 3mesi fa')solo al livello del capo (dove divento "rosso").ma la temperaura ascellare e' di 36.6.
a distanza di 3/4 mesi(periodo in cui potrei avere contratto lo streptococcoA)mi chiedo se lo spreptococco puo' essersi diffuso e/o avere fatto "danni"?

Preciso che mia sorella in passato ebbe lo steptococcoA/stafilococco aureo ..con coinvolgimnti reumatici che ha superato con trattamenti specifici,e anche in quel caso il medico non "indovino'" la diagnosi attribuendo i sintomi che accusava a strascichi influenzali).

[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Come gia' le avevo scritto sabato scorso ancora non escluderei del tutto che il rossore in viso possa dipendere da una causa psicosomatica. A questo punto pero' aspettiamo che il suo Medico valuti i risultati degli accertamenti che lui stesso ha richiesto e vediamo anche se dovesse ritenere opportuno prescriverle una terapia.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
grazie per le risposte =)

Ieri il medico mi ha prescrittola cura antibiotica (ribotrex per tre settimane ,tre volte a settimana).

Mi ha rassicurato pure lui sui sintomi,pero'ha notato un gonfiore del collo dl piede che mi provocava un leggero zoppichio(che io attribuivo a qualche infiammazione provocata giocando a calcio ) e mi ha detto di tenerlo sott'occhio.(centrano i reumatismi?)

Tra eri ed oggi ho registrato un miglioramento generale dei sintomi,sopratutto del rossore,un po' meno il fastidio addominale(sicuramente le sue rassicurazioni hanno inciso positivamente =) )

La terro' informata.
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Si vede che le mie parole hanno proprieta' magiche... (ovviamente scherzo!).
Cordiali saluti
[#8] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
Sicuramente le sue parole sono state di conforto ,comunque le vampate improvvise(sopratutto quando mi calavo ) sono un ricordo,anche se ho ancora quella sensazione febbrile la mattina e l'addome"scombussolato".Pero'il miglioramento l'ho registrato sopratutto nell'ultima settimana,avendo notato il medico di base la pancia "gonfia"(meteorismo provabilmente di origine psicosomatica) mi ha consigliato una dieta piu' leggera e sto' adottando i fermenti lattici,carboni,verdura cotta e riso invece della pasta.
In questo periodo avevo fatto largo uso di mozzarelle perche' avevo la sensazione di digerirle meglio del latte(che invece non tollero molto)e sicuramnte non hanno influito positivamente.
Poi sono andato dallo steopata (che mi ha trovato pieno di contratture).

La tengo aggionata.Grazie per il supporto professionale. =)
[#9] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Se, come sembra, molti disturbi sono di origine psicosomatica sara' consigliabile non dimenticare di operare anche nei confronti di questo aspetto.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
buonasera!....come avevo scritto,ho riportato miglioramenti adottando una dieta piu' leggera (eliminato pane e pasta che durante la digestione fermentano causando meteorismo),la sensazione di dispenea(idem il rossore) si era affievolita notevolemtne.
Come da lei consigliato ,ho cercato un supporto psicologico.Nel corso dei due consulti il medico ha constatato una buona stabilita'emotiva e ha escluso l'esistenza di una patologia da"attacco di panico" (cosa che aveva constatato anche un'altro psicologo in ospedale).
Durante il primo consulto ero tranquillo e ho esposto la mia esperienza ,durante il secondo invece il medico ha insistito sui sintomi che registravo e mi ha consigliato di fare un controllo intestinale (accennando alla celiachia).

Ineffetti le maggiori crisi le ho avute durante l'assunzione di pane ,pasta o birra (anche un semplice bicchiere).
In particolare il medico ha voluto sapere in quali contesti avessi registrato quei sintomi e quando gli ho raccontato che la crisi piu' brutta l'ho avuta un sabato ,subito dopo un bicchiere di birra,si e' insospettito e mi ha consigliato un controllo intestinale facendomi presente che la birra contiene orzo.

In questi gg sono stato benissimo e non ho dato peso alle parole dello psicologo.
Pur sentendomi un po' "scombussolato" ho continuato ad uscire affrontando le giornate con ottimismo(vedendo sfumare i miei sintomi)e riscontrando un miglioramento oggettivo.
Nei gg precendenti ho fatto (come le avevo detto un controllo generale riscontrando valori confortanti) e tramite una ecografia addominale hanno riscontrato un meteorismo molto accentuato.
Sto'assumendo costantemente omeprazen(come consigliato dai suoi colleghi)e sto' portando avanti la terapia antibiotica contro lo streptococco(al termine del quale ripetero' il tampone faringeo).

Ieri ho finito il riso (in questa settimana l'ho completamente sostituito alla pasta,consumandolo in quantita' notevoli così come faccio con pane e pasta) e pensando di aver passato la fase"acuta" del disordine (che avevo attribuito allo streptococco unito a stress) ho consumato un piatto di pasta ,registrando nelle ore successive un fastidio +accentuato(se pur piu' lieve della fase acuta),poi la sera ho consumato l'ennesimo piatto di pasta e ho riincominciato a presentare quel colorito "a mascherina" sul volto,e la sensazione di dispnea.
Oggi a pranzo,idem, con sintomatologia ancora piu' accentuata(rossore a viso e collo durato 2 orette) , dispnea e battito notevolmente accellerato (durata pochi minuti).
Poco fa',riflettendo sui cambiamenti registrati in questi ultimi 2 gg mi sono tornate in mente le parole dello psicologo e ho ricollegato tutto all'assunzione di pane/pasta/birra.
Potrebbe trattarsi di celiachia?
E' possibile che si tratti solo di un'irritazione dell'intestino?

Preciso che prima di registrare quelle sensazioni(dispnea/rossore/tachicardia)ho "maltrattato"l'intestino facendo largo uso di latticini (che digerisco male) e acqua gassata in quantita' notevoli.
Inoltre avevo iniziato palestra pochi giorni prima della "crisi".
Lo osteopata ha rilevato una lieve contrattura del diaframma(puo' essere all'origine della dispnea?).

grazie in anticipo per la risposta. =)





[#11] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La contrattura del diaframma c'entra ben poco: e' certamente piu' probabile invece che sia colpa dell'intestino "maltrattato", come suggerisce lei... Tuttavia non deve lasciare nulla di intentato: faccia senz'altro il test di ricerca degli anticorpi per la celiachia.
Cordiali saluti
[#12] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
grazie per la risposta.
Oggi dopo un pasto abbondante ,ho rilevato quella "pesantezza" durante la digestione( piu' "soft" dello stadio iniziale , ma pur sempre fastidiosa ) allo stomaco con conseguente nausea e leggera tachicardia che si protrae per tutta la digestione con strascichi pomeridiani.
In questo periodo soffro di stitichezza.
Mi avevano prescritto il motilum per un mese ,pero' avevo la sensazione che scombussolasse ulteriormente la regolarita' intestinale.
Infatti nel periodo iniziale del disturbo subito dopo aver manifestato i sintomi,andavo di corpo,dall'odozione del motilium in poi, no.

La magnesia sampellegrino secondo lei e' troppo aggressiva? Volevo provare con 1 cucchiaio pomeriggio(a digestione avvenuta.

grazie per l'ennesimo consulto.

[#13] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Lo sa che non forniamo pareri riguardo i prodotti da utilizzare...
Cordiali saluti
[#14] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
scusi per la domanda inappropiata.(avevo dimenticato le prescrizioni del regolamento del forum)


la aggiorno: ho eseguito un'ecografia addominale ed e' stato rilevato un versamento pleurico di lieve entita',visionando la radiografia toracica il medico ha fatto presente che e' visibile un "solco" compatibile con un'infiammazzione pleurica.(suppongo di origine traumatica..per via del busto ortopedico) .
Il medico mi ha conigliato di approfondire gli accertamenti (tac).
Lei che ne pensa?
Devo preoccuparmi?..il fatto che siano passati piu' di 2 mesi e ancora i sintomi siano presenti (se ben in maniera molto piu' leggera) potrebbe destare sospetti?
Qualora sia confermata la diagnosi quali accorgimenti dovrei seguire?..L a prognosi e' di diversi mesi?
Il fatto che sia intollerante agli ambienti caldi,che aumenta lievemente il ritmo cardiaco e che presenti quel rossore su collo e volto ,e' compatibile con un fastidio respiratorio?



[#15] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Faccia senz'altro la TC. Se verra' confermata la pleurite si imporra' un'idonea terapia antibiotica.
Cordiali saluti
[#16] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
aspetto l'esecuzione della tc.Le faro' sapere.

Qualora fosse confermato il "sospetto",le volevo chiedere un parere professionale :ci sono rischi connessi al ritardo nella diagnosticazione?
Il fatto che siano passati piu' di 2 mesi (malgrado si siano attenuati i sintomi)secondo lei puo' influire sulla prognosi della guarigione o sulla totale "ripresa"?Ci sono dei rischi (possibili complicazioni)?

grazie tante per le risposte e per il supporto.


[#17] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Ancora non ha una diagnosi certa e gia' pensa alla possibilita' di una diagnosi ritardata? Faccia la TC, poi si potra' rispondere (forse...) a questa domanda!
Cordiali saluti
[#18] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
tc prenotata.

intanto ho consultato un medico generico amico di famiglia che ha constatato i sintomi del reflusso.
Mi ha tenuto sotto osservazione (a casa mia) per constatare l'entita' delle crisi e le modalita' di insorgenza.
Dopo 2 giorni passati in semidiguno i sintomi respiratori sono quasi spariti(ripresa del respiro a pieni polmoni quasi totale..con peggioramento post pasto),lui ha minimizzato la presenza del lieve versamento pleurico (idem le radiografie) attribuandolo a strascichi passati.
Ineffetti sto' meglio pero' dopo mangiato ho sempre
quella sensazione di nausea/pesantezza/dispnea (lieve ma piu' importante in relazione a alla quantita' di cibo ingerito),salivazione importante pero'+"liquida".
Assenza di febbre e di tosse,ma debolezza generale,lingua bianca e tonsille/linfonodi collo ingrossati e continua deglutizione(che contribuisce al meteorismo),meteorismo e feci chiare.
Ho finito ieri la terapia antibiotica contro lo streptococco e sto' assumendo inibitori di pompa (omeprazen)/motilium/riopan....non so' se il miglioramento sia dovuto alla terapia o al digiuno in se'.
Pero' la sensazione fastidiosa di debolezza generale (tipo stato febbrile) permane anche non considerando la nausea e pesantezza (piu' o meno importante) al livello addominale.
Anche un quarto d'ora di cyclette mi stanca.
In piu' ho constatato un peggiormento dei sintomi quando parlo(es.:ripeto o sto' al telefono)

Supponendo che la sintomatologia sia attribuibile ad un reflusso,mi ha indirizzato da un suo collega otorinoaringoiatra (LA VISITA E' DOMANI)e mi ha fatto prenotare la visita dal gastroenterologo .

Mi chiedo:
-e' possibile che sussista un reflusso anche se la prima gastroscopia aveva dato esito negativo(pareti regolari sia dello stomaco che dell'esofago/cardias in sede)?

-secondo il collega c'e' un coinvolgimento bronchiale post reflusso ovvero la risalita fino alla trachea e ai bronchi dei succhi gastrici(ho letto che dovrei avere tosse,io invece registro solo fame d'aria)

-e' possibile che non percepisca la sensazione di acidita' nonostante il reflusso?(solo gusto amarognolo)



Anche se la situazione si e' stabilizzata (finalmente riesco a studiare anche se non posso ripetere molto).
In questo periodo ho avuto alti e bassi pero' esco tutti i giorni(ho preso anche un po' di freddo in motorino) e evitando di bere (acqua)durante i pasti(di piccole entita') riesco a contenere la sintomatologia ma registrando una debolezza generale"simil stato febbrile".

grazie di nuovo per le risposte =).
[#19] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Rispondo nell'ordine alle sue domande:
1. Si', e' possibile. Magari al momento della gastroscopia il reflusso non era presente...
2. Anche questo puo' essere: i disturbi post-reflusso alle vie respiratorie sono fenomeni ben noti
3. Si', dipende dal tipo di reflusso.
Cordiali saluti
[#20] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
grazie dott.Spina per il supporto professionale.

Scusi la petulanza dei miei quesiti.Pero' malgrado i controlli non ho avuto una diagnosi precisa (anzi talvolta ho registrato pareri contrastanti )e cio' ha alimentato un meccanismo di "ansia" che tendo ad accentuare quando si presentano i sintomi(come ora )per poi sottovarla quando sto' bene.

Grazie per i consulti !
Spero di lasciarmi tutto alle spalle.
[#21] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Glielo auguro!
Cordiali saluti
[#22] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
la aggiorno,a distanza di qualche settimana la situazione continua a migliorare ,sono scomparsi quegli strani sintomi (mi bastava accavallare le gambe per 30 secondi per ritrovarmi la gamba "addormentata" e intorpidita (come se la circolazione fosse compromessa)
idem il rossore a mascherina(dovuto alla laringe infiammata) ora scomparso.

il fastidio "ricorrente"(a parte l'iposalivazione) e' la sensazione di "mattone sullo stomaco" e ho notato che trovo sollievo comprimendo l'addome ed infine leggero innalzamnto della temperatura( 37.3 poco fa'),abbassameto della soglia di resistenza (sensazione post-influenzale).
Tuttavia la dispnea(sintomo che mi spaventava di piu') e' migliorata parecchio (si e' evoluta in leggero affanno post sforzo )

Ho ripreso la terapia consigliata per il reflusso, oggi, dopo una pausa di un mesetto durante i quali ho riscontrato un miglioramento dei sintomi anomali ma il persistere del fastidio retrosternale (addome alto-faringe).

Ho ripetuto il tampone tonsillare e effettuato esami TAS/VES....

tampone tonsillare NEGATIVO (streptocco betaemolitico gruppo A "ESTIRPATO"....)

VES

VES 1'ora 11 mm
ves seconda ora 25 mm
Indice di Katz 12

tas: 76 UL/ML


,tutti i medici consultati confermano la tesi del reflusso (secondo un otorino gia' avevo il reflusso pero' la sintomatologia e' stata aggravata dalla fasingite da streptococco).

....ho notato che i valori della ves sono un po' altini(sbaglio?)..possono indicare un processo infiammatorio (post streptococco-A) in corso?(reumatismi o la laringo-faringite )

GRAZIE PER L'ENNESIMO CONSULTO =)

[#23] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
La VES non indica un infezione in corso, casomai puo' rimanere a memoria di qualcosa di pregresso.
Cordiali saluti
[#24] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
buonasera dottore!

la aggiorno sulla mia condizione:

ho riscontrato miglioramenti notevoli,che mi hanno risollevato sul piano psicologico,
....muovendomi,facendo ginnastica e stando in piedi sono praticamnte sano.
Migliorato il rossore(prima permanente ora lievissimo e si accentua durante le "crisi")
Il fastidio respiratorio si e' dissolto =) con l'eliminazione dell'omeprazolo (che mi comportava abbassamenti di glicemia notevoli)


Stando seduto a riposo e in macchina invece riscontro peggioramenti notevoli:
-fastidio nella zona addominale alta(come se avessi un peso)
-secchezza della gola
-tachicardia
-formicolii leggeri
-irrigidimento del collo

e piu' sto' seduto piu' aumneta il fastidio(dolore) e la tachicardia finche' non sento il bisogno di alzarmi.
In moto (dove la pancia e' meno compressa) non risento di questi fastidi.

La cosa strana e' che se il giorno prima ho fatto ginnastica o movimento la soglia di sopportazione(comparsa dei fastidi ) e' superiore.

Premesso che 4 mesi fa.. quando ho avvertito le prime crisi(ben piu' violente) adottavo un bustino ortopedico che comprimeva la zona addominale e al mattino avvertivo un fastidio(simil bruciore) al risveglio.
Io vado di corpo pero'non con la stessa frequenza di prima e gli stessi medici hanno parlato di metorismo(ho la pancia gonfia)

In base alla sua esperienza questi sintomi potrebbero essere legati a problemi digestivi?

E' come se da seduto si comprimesse(e infiammasse?) una vena o qualche "canale vitale"
Lei che ne pensa?


[#25] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Difficile a dirsi, ma credo che possa essere un'ipotesi da non escludere a priori.
Cordiali slauti
[#26] dopo  
Utente 180XXX

Iscritto dal 2010
grazie per la risposta
tra meno di un mese ho la risonanza magnetica.
Da quella e' possibile individuare eventuali ernie?Essendo un controllo ad ampio spettro, serve il liquido si contrasto?
(sempre in quel famoso periodo facevo palestra....uno dei tnti dottori che ho consultato ha ipotizzato un ernia che provocherebbe un'ostruzione vascolare in determinate posizioni)
[#27] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Per visualizzare le ernie discali credo che la RMN sia uno degli esami migliori che si possano fare. Meglio pero' se chiede informazioni anche ai nostri Colleghi dell'Area di Neurochirurgia oppure di Ortopedia.
Cordiali saluti