Utente 181XXX
mi hanno introdotto delle clips chirugiche al NITINOL post colecistectomia laparoscopica eseguita circa 5 anni fa.
I primni tempi o i primi mesi non mi hanno dato fastidio:
avverto alla sede della colecisti e precisamente all'ipocondrio delle fitte tipo puntura di spillo a volte lancinanti o quando vado a massaggiare la parte sede della colecisti ablata o quando sono in presenza di campi eletromagnetici con continua disfagia gastroesofagea e aerofafagia intestinale post prandiale.
Potete indicarmmi se le clips al nitinol nikel 60% + tianio 40% potrebbero esere la causa delle mie dolenzie oppure devo sottopormi ad un indagine di endoscopia gastroesofagea?
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Non mi sembra probabile che clips chirurgiche possano dare questi disturbi. Vale la pena farsi prima vedere dal medico curante e valutare che esame fare.
Cordiali saluti
[#2] dopo  


dal 2010
ok la ringrazio.
Potrebbe essere anche una mia fissazione ma io avverto i disturbi proprio nella sede della colecisti ablata, anche se di recente il chirugo che ha effettuato l'intervento mi ha inviato una dichairazione comprovante che le clip utilizzate nel mio intervento hanno come codice "ER320" della Ethicon endo surgery e
sono di titanio.
Quindi posso accettare la sua risposta quando dice ..."non mi sembra probabile"..... il fatto è che continuo ad avvertire punture di spillo anche se facendo un autodiagnosi potrebbe essere la causa di tutto un intestino irritabile che irradia il dolore nella parte superiore.
In linea di massima posso dire che una volta si definivano "disturbi neurovegetativi". ora di competenza neurologica? o psichiatrica? ed hanno assunto altre denominazioni:
ansia, depressione, sintomo somatoforme? ipocondiria? tutti termnini che secondo me non fanno altro che parcellizzare la sintomatologia e non visti in una visione generale del soggetto(?)
Quindi i entra nel cicolo vizioso di esami che non danno mai nessuna rilevanza di di serie patologie: colonscopia, endoscopia , colonagio rmn, ed esami ed esamuci vari che determinano solo confusione per chi li fa' e per chi deve consultarli attribnuendoti la solita etichetta di paziente gestibile o non gestibile.
E allora ti domandi: sono le clips? è la colite? l'esofagite? l'ansia'la depressione' la radicolite,l'artrosi cervicale e lombare? i postumi di una colecistectomia? ecc ecc.
Sono io nei confronti dei sintomi che do' una risposta esagerata o è il sintono a scatenare il tutto?
La classica domanda: è nato prima l'uovo o la gallina?
Ho connsultato diversi neurolologi e ultimamsnte uno psichiatra che oltre ad avere fama di professionista e' anche autore di pubblicazioni sull'argomento e non ha voluto scrivere una diagnosi.....perche?
si è solo limitato a prescrivere: xanax 0,25 mattina e sera + 4 gocce di laroxyl......mi creda se continuo a cercare le cause dei mie distubi finiro' con l'impazzire davvero.
[#3] dopo  
Dr. Jan Walter Schroeder
28% attività
0% attualità
16% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2009
Sono sintomi molto frequenti e spesso non riusciamo a dare risposte esaurienti e quindi bisogna cercare di ridurre al minimo possibile i sintomi e cercare di non farsi condizionare da questi disturbi.
Cordiali saluti
[#4] dopo  


dal 2010
Grazie puo' anche chiudere l'argomento se vuole