Utente 177XXX
Salve gent.mi dottori,
Essendo un soggetto monorene (subito nefrectomia per tumore qualche mese fa), e dovendo fare un intervento presso il dentista in anestesia locale, vorrei sapere in che misura l’anestesia potrebbe influenzare il rene rimasto e se ci sono particolare anestesie compatibili con la mia patologia da suggerire eventualmente al dentista.
Medesima cosa per l’antinfiammatorio post-intervento.
Grazie

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Franco Cantagalli
20% attività
0% attualità
0% socialità
SAN BENEDETTO DEL TRONTO (AP)
Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
sebbene siano necessarie ulteriori informazioni riguardo l'intervento che deve effettuare, posso affermare che le dosi di anestetico locale comunemente usate dai dentisti nei semplici interventi ambulatoriali difficilmente potranno avere influenza sul rene rimasto in quanto si tratta di dosi abbastanza contenute di anestetico.
Mi preoccuperei maggiormente, invece, degli antiinfiammatori (FANS) che eventualmente le sarebbero prescritti per il dolore post-intervento. Tali farmaci infatti sono chiaramente nefrotossici, ovvero sono in grado di danneggiare i reni soprattutto nell'uso costante e prolungato.
Eviterei pertanto di usare tali farmaci e ricorrerei invece all'uso di oppiodi minori (TRAMADOLO) che, se giustamente dosati, sono maggiormente efficaci e maggiormente "benevoli" nei confronti del suo rene.
Distinti saluti.