Utente 152XXX
A luglio per ipovitaminosi d (12.7ng dove valore normale è 30-1000) e valore di calcio ionizzato 3.86 mg/dl - dove valore normale è 4.6-5.3 - mi è stata consigliata assunzione di vit. d (prima dose di questa 300.00i.u. e successive ogni mese di 25.000)e di calcio insieme. Purtroppo il calcio mi arreca molto fastidio allo stomaco, l'ho preso per un pò ma ho smesso. I valori della densitometria sono:
L2 BMD 0.922; t(30.0) -0.97 90%; Z -0.66 93%
L3 0.965; -1.09 89%; -0.76 92%
L4 0.965; -1.37 86%; -1.04 89%
L2-L4 0.952; -1.16 88%; -0.84 91%

Non so se sono molto negativi non riesco molto a decifrarli ma immagino di sì per cui mi preoccupavo di assumere calcio in maniera naturale, oltre all'alimentazione (yogurt, grana..). Mi hanno detto - l'ha detto un agopuntore ad un'amica - che il vaccinium vitis idaea al mattino 50gt aiuta l'assimilazione di calcio; è vero?
Grazie. Cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Gentile Utente,

vaccinum vitis idaea è conosciuta principalmente per la sua azione antisettica sulle vie urinarie;
potrebbe agire contro l'osteoporosi per stimolo sulla funzione ovarica.
Sicuramente valide sono l'Equisetum arvense (coda cavallina) e la Silicea; ascolti comunque il consiglio diretto di un medico esperto in queste discipline.

Cordialmente.
[#2] dopo  
15267

dal 2017
Grazie. Capisco, allora l'avrà consigliato alla mia amica perché lei è in menopausa, io no.
Assumerò l'Equiseto, grazie ancora.
Cordiali saluti.
[#3] dopo  
Dr. Riccardo Ferrero Leone
44% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Esatto, proprio quello è il caso in cui è maggiormente indicata.

Saluti