Utente 431XXX
Buongiorno,
a mio padre è comparsa un'escrescenza carnosa di colore rosso sotto l'unghia dell'alluce, che se toccata tende a rompersi e a riformarsi.
Non è particolarmente dolorosa, ma vorremmo il consiglio di un esperto.
Grazie molte e buona giornata.
[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Genitle Utente,

il consiglio dell'esperto che potete ricevere da questa sede è il seguente:

lesioni come quellache descrivete, in pazienti anziani, ed a prescindere dalla sintomatologia, possono spaziare fra:

A) assolutamente benigne (la maggior parte) : lesione esempio : GRANULOMA PIOGENICO, TUMORE DI KOEBNER, VERRUCHE SUBUNGUEALI

B) a malignità intermedia (meno frequenti) : Lesione esempio :
EPITELIOMA SPINOCELLULARE

C) maligne (molto rare): Lesione esempio :
MELANOMA ACRALE ACROMICO

Con questi dati, potrete ben immaginare che la sede opportuna per dirimere tale situazione è quella SPECIALISTICA DERMATOLOGICA e solo quella.

Carissimi Saluti.

DOTT. LUIGI LAINO
RICERCATORE DERMATOLOGO, ROMA
[#2] dopo  
Utente 431XXX

Iscritto dal 2007
Buongiorno,

in effetti come Lei teorizzava era un granuloma.
Il dermatolo l'ha trattato col laser e ha dato una pomata da applicare.
Però pare che il granuloma non sia sparito, il segno rosso è visibile e anzi sembra si stia riformando.
Cosa consiglia di fare, pensa che sia necessario asportare l'unghia per intervenire al meglio?
Grazie ancora per il suo prezioso consiglio, e buona giornata.
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Personalemente, quando valuto un paziente con una recidiva della stessa lesione, cerco di prelevare sempre la totalità della lesione, come previsto dagli schemi ed i protocolli per le lesioni recidivanti di dubbio clinico - per intenderci non parliamo di verruche volgari - e quando non consentita o non opportuna inizialmente l'escissione totale, un campione bioptico del tessuto per una diagnosi di certezza.

sicuramente, la diagnosi demratologica merita il suo rispetto, ma la morfa clinica di un granuloma piogenico recidivante dovrebbe anch'essa meritare un analisi più dettagliata.
La micro biopsia cutena è un esame molto semplice e praticamente indolore per il paziente, ma reca informazioni fondamentali in casi particolari.
ad ogni modo questo è il mio consiglio, tutto il resto spetta al dermatologo di fiducia che dovrà seguirla.

cari saluti.
DOTT. LAINO
SPECIALISTA DERMATOLOGO, ROMA
[#4] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2005
Personalemente, quando valuto un paziente con una recidiva della stessa lesione, cerco di prelevare sempre la totalità della lesione, come previsto dagli schemi ed i protocolli per le lesioni recidivanti di dubbio clinico - per intenderci non parliamo di verruche volgari - e quando non consentita o non opportuna inizialmente l'escissione totale, un campione bioptico del tessuto per una diagnosi di certezza.

sicuramente, la diagnosi demratologica merita il suo rispetto, ma la morfa clinica di un granuloma piogenico recidivante dovrebbe anch'essa meritare un analisi più dettagliata.
La micro biopsia cutena è un esame molto semplice e praticamente indolore per il paziente, ma reca informazioni fondamentali in casi particolari.
ad ogni modo questo è il mio consiglio, tutto il resto spetta al dermatologo di fiducia che dovrà seguirla.

cari saluti.
DOTT. LAINO
SPECIALISTA DERMATOLOGO, ROMA