Utente 166XXX
mio marito causa tachicardia persistente nonostante il betabloccante ha eseguito un holter risultati:generale:104846 complessi QRS,0 batt.ventricolari.67 batt. sopravent.
Frequenze cardiache:47min,80media,138mass.,batt.in tachi.12%tot,bradi.7%tot.
Ventricolare.0isolati,0coppie,0cicli bigeminismi,0salve totale 0 battiti.
Sopraventricolare:60isolati,1coppie,0cicli bigeminismi,1 salve totale 5 battiti.5batt. più lunga 148bpm,5batt. più veloca 148 bpm.
INTERPRETAZIONE:ritmo sinusale interrotto da rari besv con 1 coppia ed 1 breve run di tachicardia s.v.;non pause significative.Periodi di inversione dell'onda T sulla traccia del canale 2.le chiedo cosa vuol dire tutto ciò ha un rischio di ischemia?considera che è un iperteso con una moderata ipertrofia per l'ipertensione prende mezzo diuretico al giorno ed è riuscito ad abbassarla.La ringrazio anticipatamente.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
L'Holter di Suo marito non mostra aritmie di particolare rilevanza clinica. L'inversione dell'onda T potrebbe essere conseguente ai cambi di posizione (ad esempio, supina o eretta) ed in genere non viene considerata un elemento suggestivo di ischemia.
Per finire, "mezzo diuretico" al giorno non mi sembra la terapia di prima scelta per un paziente iperteso con ipertrofia ventricolare sinistra: ne parli al medico di famiglia o ancor meglio al cardiologo di fiducia.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
grazie per la risposta così repentina.Mio marito prende 1 compressa di lobivon e mezza di zantipride da giugno dell'anno scorso con buoni risultati.Mediamente la sua pressione è di 80/120.Ci tengo a dirle che la sua è un'ipertensione emotiva,i valori del sangue sono tutti nella norma.Secondo lei potrebbe non prendere più il betabloccante,in base ai risultati dell'holter?mio marito ha 48 anni e questo medicinale ha degli effetti collaterali non graditi. Poi le chiedo è vero che la montagna è sconsigliata agli ipertesi?La ringrazio per la sua disponibilità.Distinti saluti
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
Zantipride è una specialità farmaceutica composta da due principi attivi, delle quali il diuretico è dosato in minima quantità, al solo scopo di potenziare l'azione dell'altra molecola (zofenopril), che è la principale responsabile dell'azione antiipertensiva.
Per quanto riguarda la terapia betabloccante, pur rendendomi conto degli spiacevoli effetti collaterali che si presentano in taluni pazienti, nel caso di Suo marito ne sconsiglio vivamente la sospensione proprio in virtù del risultato dell'Holter (che, suppongo, è stato registrato in corso di terapia). Infatti, sia il valore della frequenza media che il breve run di tachicardia sopraventricolare rendono fortemente indicata l'assunzione di tale categoria di farmaci.
Con questo mezzo non è ovviamente possibile prescrivere terapie, ma posso consigliarvi di chiedere al cardiologo di fiducia se ritiene opportuno provare a testare la tollerabilità di altre molecole appartenenti alla classe dei betabloccanti, che talvolta nel medesimo paziente hanno effetti collaterali diversi.
In caso di insuccesso si potrà, come seconda scelta, optare verso altre categorie di farmaci con proprietà antiaritmiche e bradicardizzanti.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
grazie,chiederò al cardiologo un alternativa al farmaco.mi scusi non mi ha risposto alla domanda circa la montagna ,forse è un pò stupida?
[#5] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Mi scuso per l'involontaria dimenticanza.
Per i pazienti ipertesi, in particolare per quelli scarsamente controllati dalla terapia, è controindicata l'ALTA montagna.
Per quanto riguarda altitudini meno estreme, sarà sufficiente controllare frequentemente la pressione nei primi giorni del soggiorno in quota, intervenendo sulla terapia secondo le istruzioni del medico.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 166XXX

Iscritto dal 2010
l'altitudine è di circa 1300-1400 metri per un soggiorno di una settimana.grazie
[#7] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Vada pure tranquillamente in vacanza, avendo l'accortenza di portare con Voi lo sfigmomanometro.
Buone vacanze!