Utente 182XXX
Buongiorno,
cerco di essere sintetico nella descrizione del problema.
Paziente di 73 anni, non diabetico.
Sottoposto a TAC collo-torace a seguito di pesistenti dolori spalla-scapola e insorgenza di paresi corda vocale sx.
Il referto:

Esame eseguito dopo infusione di mdc ev.
Non adenopatie delle catene linfonodali del collo.
Non formazioni aggiunte alle normali strutture faringo-laringee.
Trachea in asse.
A sinistra nel contesto del lobo superiore ed a livello ilare si apprezza estesa neoformazione disomogeneamente ipodensa del parenchima polmonare con linfangite e micronoduli satelliti.
Tale neoformazione avvolge a manicotto e oblitera parzialmente il bronco principale di sn all'ilo e determina compressione ed infiltrazione fino quasi all'obliterazione del ramo principale dell'arteria polmonare omolaterale, pervia.
Tale tessuto neoformato giunge in contatto con l'arco aortico con modesto versamento reattivo alla radice del vaso.
Piccoli linfonodi mediastinici peritracheali.

La domanda: è proponibile il percorso chirucico con asportazione del solo lobo superiore sx e al più del polmone intero? L'incidenza della malattia su bronco principale e arteria polmonare comporta complicazioni che possane pregiudicare il l'applicabilità o il successo dell'approccio chirurgico?

Ringrazio infinitamente
[#1] dopo  
Dr. Francesco Inzirillo
36% attività
0% attualità
12% socialità
SONDALO (SO)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile utente
Un caso come il suo sarebbe improponibile da valutare per via telematica in quanto sarebbe necessario visitarla e valutare le indagini effettuate.
Leggendo il referto le posso dire che l'interessamento dell'arco aortico può precludere la chirurgia ma per asserire ciò con certezza dovrei visualizzare le immagini.
Si lasci guidare dai colleghi che possono seguire il suo caso in prima persona.