Utente 182XXX
Premetto che personalmente sono contrario all'uso della cannabis, ma siccome questa faccenda riguarda un mio caro amico, che purtroppo ne fa uso, vorrei chiedere un parere sui possibili effetti a medio-lungo termine, se esistenti, dati dall'ingerire foglie/germogli di cannabis. Lo chiedo perché ad un amico un mese fa è capitato di ingerirle dopo aver provato a lasciarle nel latte. Ha scaldato il latte ma non è arrivato a farlo bollire. E dopo ha bevuto due bicchieri di latte ingerendo anche le foglie/germogli in ammollo.
Mi ha detto che la sensazione è stata soprattutto di una tachicardia piuttosto forte, al punto che gli "sembrava che il cuore sarebbe esploso nel petto", cito testuali parole, e una paranoia data dal non sapere bene gli effetti di ciò che aveva fatto amplificata fino a credere di "restarci secco".
Già il giorno dopo si era ripreso, anche dal brutto spavento, ma mi sono chiesto se possono esserci effetti a medio-lungo termine, cosa che lui non ha saputo dirmi.

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Tommaso Vannucchi
40% attività
20% attualità
16% socialità
PRATO (PO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
gentile utente
gli effetti dei cannabinoidi i fase acuta sono quelli da lei riportati,i cannabinoidi appartengono alle sostanze allucinogene e la letteratura scientifica è ricca di articoli che riportano le conseguenze negative in seguito all'uso prolungato delle sostanze(basti pensare agli effetti negativi sulla memoria)che si possono manifestare con disturbi dell'umore,disturbi d'ansia e/o disturbi psicotici