Utente 165XXX
Gent.li dottori, vorrei gentilmente richiedere un vostro consulto riguardo la cura data a mio marito per un herpes zoster al trigemino che lo colpì il 30 ottobre e che, dopo giorni e giorni di ricovero in neurologia e in oculistica (cheratite uveite),sembra essere risolto. Mi chiedo però se la cura data, che deve proseguire fino al 22 dicembre, data del controllo neurologico, non sia troppo lunga e soprattutto pesante: assume 5 volte al dì 1 pillola di Aciclovir 800, 2 volte al dì 2 pillole di Lyrica 75 mg, 2 volte al dì 1/2 pillola di Xanax 50 mg ed infine 1 volta al dì 1 pillola di Entact 10 mg. Premetto che soffre ancora di prurito post-erpetico per cui non riusciamo a dare sollievo alcuno. Spero di ricevere una vostra risposta immediata. In attesa, Vi porgo i miei più cordiali saluti
[#1] dopo  
Dr. Giampiero Griselli
52% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2002
Prenota una visita specialistica
gent.le pz
effettivamente non colgo il razionale di continuare la cura con Aciclovir, visto che questo farmaco è attivo nelle prime fasi di replicazione virale e quindi nell'arginare la diffusione nella fase florida , mentre non ha un uso valido, a mio parere, nelle fasi successive , quelle delle algie post zoosteriane.
Voglio comunque precisare che è un farmaco a bassa tossicità e altamente sicuro.
Per il resto nulla da eccepire, salvo il fatto che le suddette algie e parestesie potrebbero essere molto lunghe , e ribelli alle terapie , stante l'aspetto "nevritico" , con i tipici strascichi.
Cordialità