Utente 182XXX
salve vi scrivo urgentemente per una strana diagnosi sul cancro ai polmoni non eseguita con certezza.a mio padre di 62 anni è stato diagnosticato un cancro(microcitoma)ma però prima di tutto questo sono accadute dei fatti sottovalutati da tutti i medici e spero che voi possiate consigliarmi bene(ne sono più che sicuro).tutto è cominciato 5 mesi fa mio padre ha un incidente automobilistico(leggero per fortuna)alcuni giorni dopo avverte dolori alle costole ma continua a lavorare(settore agricolo)effettua rx ma nessuna frattura.un mese dopo mentre lavorava avverte spossatezza,vertigini(un paio di giorni prima si trovo 2 zecche una sul pene poi molto gonfio e una nella peluria).lo portiamo al p.s e gli fanno solo un iniezione senza eseguire analisi(mio padre è allergico alle zecche)e lo rimandano a casa.una settimana dopo lo riportiamo al pronto soccorso con forti dolori al fianco sinistro che gli faceva male solo nei movimenti.effettuata rx solo qualche fratture composta e reteilinizzazione della lordosi.a settembre si presenta dal medico di base e gli fa presente del linfonodo sul collo lato sinistro alterato ma lui gli fa presente che non è niente è sano come un pesce.dopo un mese gli prescrive le analisi per la mononucleosi(negative)allore gli prescrive rx torace.il radiologo nota subito un ombra nel polmone e fratture forse scomposte.gli prescrive una tac che evidenzia aomalie ma ci vogliono accertamenti.partono subito con il cancro.niente broncoscopia,scintigrafie e esami vari.ora un altro medico ha npreso le carte in mano(esternamente)non può muovere di più.ha preso in considerazione il morso da zecca che può aver provocato un infezione e alterato i risultati delle analisi anche della biopsia con il ck7 e......rifanno rx e ne esce fuori(altro ospedale)fratture scomposte alle costole.nel cd-rom della tac non si intravede una massa ma sembra più che altro una bolla d aria che appare quando le costole premono sul polmone.ora non abbiamo più ricevuto contatti dagli oncologi da quasi un mese dopo le 3 sedute di chemio sembrano nascondersi.ogni dottore dice la sua.ci hanno abbandonato.mio padre non sa tutta la verità anche perchè ho 2 sorelle gemelle di 8 anni.ci è crollato il mondo addosso aiutateci.potrebbero essere cisti o infezioni parassitarie? i valori potrebbero essere stati alterati.perchè non effettuano altre tac,o broncoscopie e altro?e la radioterapia?troppi dubbi ora anche da parte di alcuni dottori ma non specialisti.aiutateci vi ringrazio

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
Le fratture costali spesso non si evidenziano subito dopo il trauma, ma occorre che trascorra un periodo di circa 7-10 giorni; dopo il quale ovviamente si dovra' ripetere la lastra e verificare con cura.
Per quanto riguarda il resto penso che sia piu' opportuno rivolgersi alla nostra sezione di Oncologia.
Cordiali saluti