Utente 153XXX
gentili medici mia nonna di 70 anni 3 anni fa si sottopose ha coronografia e non potendogli effettuare angioplastica le dissero che era meno rischioso rimanere in quello stato nella conclusione vennero riportati le seguenti parole : occlusione cronica dell'IVA apicale . stenosi critica su IVA distale. sempre dall'ecocolordoppler di 3 anni fa risulta , descrizione :diametro della radice aortica nei limiti della norma. ispessimento delle cuspidi . dilatazione dell'atrio sinistro .ventricolo sinistro nei limiti della norma. aumento dello spessore del setto e della parete posteriore insufficenza mitralica valvolare di grado moderato. pressione sistolica polmonare calcolata aumentata. versamento pericardico circoscritto, diametro in sistole 8mm in sede inferiore. cinetica basale: ipocinesia del setto inferiore medio, del setto inferiore apicale,della parete inferiore media, della parete inferiore apicale, normale funzione del ventricolo destro. conclusioni : FIBRO-SCLEROSI AORTICA, SEMILUNARI AORTICHE FIBROTICHE CON NORMALE APERTURA. VENTRICOLO SIN CON PARETI IPERTROFICHE MODESTA IPOCINESIA DELLA PARETE INFERIORE.FUNZIONE GLOBALE CONSERVATA EF 50% MITRALE LEMBI FIBROTICI LIEVE RIGURGITO +,++ ++++.ATRIO SIN DILATATO SEZIONI DX NELLA NORMA PAP 52 MMHG.. dalla TOMOSCINTIGRAFIA DA dipiridamolo e in condizioni basali IN DATA 4 OTTOBRE 2010 : QUESITO CLINICO : pregresso IM antero-laterale. FA e BBsx incompleto. TE non interpretabile DESCRIZIONE ECG: BASALE. FA a risposta tendenzialmente tachicardica.anomalie aspecifiche della RV. STRESS. Tracciante iniettato a 2 min. dalla dose standard di dipiridamolo (.56/mg/kg in 4 min) in assenza di sintomi e modificazioni diagnostiche del tratto ST-T rispetto al basale. TEST ECG non diagnosticato per ischemia
RISPOSTA SCINTIGRAFICA. STRESS(MYOVIEW). difetti di perfusione di tipo lieve in sede infero-laterale prossimale.omogenea perfusione delle restanti pareti del ventricolo sinistro. RIPOSO. normalizzazione della perfusione in sede infero-laterale prossimale, perfusione invariata nei restanti segmenti del ventricolo sinistro. FUNZIONE (gated SPECT ottenuta in FA sufficientemente isoritmica). volume telediastolico 65ml; frazione di eiezione 54% CONCLUSIONI :maldistribuzione del flusso coronarico da dipiridamolo circoscritta in sede infero-laterale prossimale. vitalità conservata in tutte le pareti del ventricolo sinistro. considerando che mia nonna ha 70 anni (148cm 68kg) e diversi acciacchi e in cura con le seguenti medicine : DEPONIT, DILATREND, BLOPRESS, TAPAZOLE, CLUCOPHAGE, COSOPT ,DIURESIX, GALVUS ,COUMADIN, SINVACOR , COSOPT, LUMIGAN. e il medico specialista ha affermato che è realmente rischioso effettuare un intervento di by pass con questi problemi.., quale potrebbe essere la migliore TERAPIA/INTERVENTO IN RAPPORTO RISCHIO/BENEFICIO? ringrazio anticipatamente gentili medici di medici italia

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

- L'esame coronarografico ci suggerisce una gestione cardiochirurgica della problematica.

- La scintigrafia miocardica ci indica che sotto sforzo solo una piccola porzione di cuore in sede infero-laterale soffre.

- La funzione di pompa del cuore è conservata (50-55%).

- Se le condizioni cliniche sono buone e non ci sono sintomi di ischemia (dolori precordiali) la gestione della problematica può continuare ad essere di tipo medico, come correttamente hanno suggerito i colleghi che seguono la paziente.

Cordiali Saluti