Utente 144XXX
Sono un ragazzo di 25 anni. Peso 67 kg e sono alto circa 180 cm. Faccio una vita sedentaria. Non pratico sport. Ho fumato da 19 a 23 anni circa 20 sigarette al giorno. In famiglia esistono alcuni casi di problemi cardiaci.
Il mio problema è il seguente:
da un po di tempo avverto dei dolori sia al centro del petto che nella parte sinistra (a volte è coinvolta anche la spalla sx come una specie di fitta, un dolore trafiggente). Altre volte sento come pungere nel petto.
Oltre a questi dolori sento quasi costantemente un senso di peso sul petto, praticamente sul cuore, che a volte si avvicina verso la gola.
Questo senso di pesantezza mi da lo stimolo di fare un bel sospiro profondo, ma senza risolvere tuttavia granché.
Per fare un esempio ci sento come quando si piange molto che si ha quella sensazione di nodo nel petto.
Ho fatto un ECG una ventina di giorni fa ed è risultato tutto ok, anche se durante la visita ero abbastanza agitato (f.c. 110 - p.a. 140/80), infatti lo stesso medico mi ha detto che sono molto ansioso.
Le uniche cose rilevate sono un soffio mesocardico di grado 1/6 e blocco di branca destro incompleto, ma pare che siano cose irrilevanti.
Accuso alcune volte anche delle extrasistole: sento come se mi precipitasse qualcosa tra petto e gola, e ciò mi fa fare un balzo all'improvviso.
Ultimamente ho notato che abbastanza spesso mi salgono dei rutti (non so se le cose siano collegate ovviamente).
Inoltre (non so se succede perché un po mi ci fisso) mi pare che tutti i sintomi sopra elencati vengono amplificati quando cammino, o comunque faccio movimento fisico.
Devo ammettere che sono abbastanza preoccupato, soprattutto quando sento come dei guizzi, dei balzi nel torace, vicino al cuore (fascicolazioni o è proprio il cuore??).
Sentendomi il polso, posso capire qualcosa di importante?
Vi chiedo cortesemente un parere ed eventualmente qualche consiglio.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

la sua giovane età ed il tipo di dolore descritto non ci indirizzano verso un problema cardiaco.

I fastidi che avverte potrebbero essere legati alla presenza di extrasistoli. Le consiglio di pratica un ECG Holter 24h in modo da correlare il sintomo alla registrazione elettrocardiografica.

Cordiali Saluti
[#2] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
ho avuto paura e sono andato in ps.
mi hanno fatto:
RX torace - TUTTO OK
Analisi del sangue - TUTTO OK, lievemente innalzati (11.2) i linfociti ma mi hanno detto che è qualche piccola infiammazione in corso, niente di che.
ECG - dove mi hanno detto che hanno visto delle alterazioni ma che non sono state confermate dalle analisi del sangue. mi pare di aver capito che dall'ECG sembra che vada un po in difficoltà. il cardiologo dell'ospedale ha detto che potrebbe trattarsi di ipertrofia ventricolare sinistra e che conviene fare un ecocardio.

può centrare qualcosa che io ho un "blocco di branca dx incompleto" e un soffio di grado 1/6 ??

ora, sapendo questo, possono i miei sintomi essere dovuti a qualcosa che riguarda il cuore?



[#3] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

il blocco di branca destra incompleto ed il soffio mesocardico 1/6 sono indipendenti dalla situazione paventata dal collega cardiologo di Pronto Soccorso.

Pratichi l'ecocardiogramma che confermerà o meno il sospetto diagnostico del collega.

Cordiali Saluti
[#4] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
grazie ancora dottore.
in ogni caso come sarebbe possibile una cosa del genere se ho fatto un ECG + visita cardiologica 15 giorni fa e il cardiologo non mi ha detto nulla a riguardo?

L'ecocardio lo farò domani e non le nascondo che ho tanta paura che il sospetto venga confermato...

C'è la possibilità che si tratti di un falso allarme?
Come sarebbe possibile altrimenti l'alterazione dell'ECG?

Se ci fosse questa ipertrofia i miei sintomi sarebbero correlati?


Mi scusi per le tante domande ma servono solo a tranquillizzarmi un pò.
[#5] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

se ha un torace piccolo e non è sovrappeso i complessi che l'elettrocardiogramma registra potrebbero essere di voltaggio maggiore non per l'ipertrofia, ma per la migliore registrazione.

L'ecocardiogramma derimerà ogni dubbio a proposito.

Stia tranquillo e mi tenga aggiornato.

Cordiali Saluti
[#6] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
grazie dottore.
lei non immagina che tranquillità mi ha dato.
si ho torace piccolo e non sono sovrappeso, anzi credo sottopeso.
non so se voltaggio maggiore o altro... a me il medico che mi ha visitato (non il cardiologo) mi ha detto che dall'ecg gli sembrava che andassi sotto sforzo, ma che poi le analisi sono risultate buone.
mi ha parlato di tracciato che scendeva troppo in basso o qualcosa del genere.
il cardiologo a me non mi ha visto proprio... ha solo refertato l'ecg sulla scheda del ps.

mi sto preoccupando tantissimo, pensi che anche se faccio 10 passi già mi stanco... sembra un incubo!!
[#7] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
ho fatto l'ecocardio colordoppler.
tutto ok.
solo un lieve soffio che mi hanno detto che è ininfluente su tutto e che non mi darà mai alcun fastidio.
a questo punto mi chiedo: a cosa sono dovuti i dolori (pungenti e trafiggenti), il peso, il bruciore che spesso avverto nel centro del petto??
e l'affanno che mi viene quando cammino o faccio sforzi fisici?
[#8] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

come le avrà confermato il collega cardiologo che l'ha visitata la sua sintomatologia non è riferibile a problematiche cardiache.

A questo punto si potrebbe trattare di dolori intercostali o di sintomi legati a reflusso gastroesofageo.

Il suo medico di famiglia sicuramente saprà indirizzarla verso gli accertamenti del caso.

Cordiali Saluti
[#9] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
infatti mi ha detto queste cose.
sarebbe utile l'ecg sotto sforzo? (ci sono casi di cardiopatia ischemica in famiglia)

comunque grazie mille x le risposte!!

ps: però a volte sento pungere proprio sotto la gola, dove c'è quel vuoto tra gola e petto. però è come un senso di pungere superficiale...
[#10] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

dalla sua storia non vi è una stretta indicazione al Test da Sforzo, che potrebbe praticare in un secondo momento dopo aver escluso le altre cause che prima le indicavo di dolore toracico.

Cordiali Saluti
[#11] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
grazie ancora dottore.
siccome a volte sento come pungere proprio sul cuore, altre volte subito sotto la gola, volevo sapere se anche questi sintomi non hanno relazioni con eventuali problemi cardiaci.
a volte anche al collo (lato sx) ci sento come un irrigidimento, come se la vena si indurisse e fa male. non vorrei fosse il sangue che non riesce a passare bene nella vena. lei che dice?
[#12] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

alla luce della tipologia del dolore (puntorio) e degli accertamenti cardiologici praticati (ECG ed Ecocardiogramma), non abbiamo ad oggi motivi di preoccupazione.

Cordiali Saluti
[#13] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
si, anche se non sempre sono puntori, si manifestano spesso in modo diverso: a volte è un dolore cupo, a volte è un dolore stringente, bruciante, insomma tanti tipi e in punti diversi.

stavo pensando a che alterazioni ha potuto vedere il medico del ps... che poi ha detto che non ha riscontrato conferma nelle analisi del sangue.
io avevo fatto un ECG 15 giorni prima e il cardiologo non mi ha detto nulla.
che ne pensa?

come al solito è stato gentilissimo e con tanta pazienza.
grazie ancora!!
[#14] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
cercando in rete (mio grande errore), ho trovato questa definizione:

Prolasso valvolare mitralico
E’ un’anomalia di coaptazione dei lembi della valvola mitrale. Talvolta viene lamentato un dolore prolungato non in rapporto con lo sforzo, con brevi attacchi di dolore puntorio in corrispondenza dell’apice cardiaco (regione sottomammaria sinistra). Frequentemente questo dolore si associa a palpitazioni, affaticabilità, dispnea, astenia e disturbi neuropsichici quali ansia, depressione, psicosi, disturbi della personalità, attacchi di panico, disturbi del sonno, emicrania e iperventilazione. Questa anomalia viene diagnosticata con esame ecocardiografico.

sarà mica il mio caso?? si sarebbe visto all'ecocardio?
a me hanno detto che c'è un lieve soffio sulla mitrale ma che non mi porta alcun problema. c'entra qualcosa?
[#15] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

All'esame ecocardiografico sarebbe stato certamente rilevato un prolasso valvolare se presente. I dolori non sembrano essere di pertinenza cardiaca.

Si rivolga al suo Medico di Famiglia per indagare in senso gastroenterologico (reflusso esofageo, ernia iatale).

Cordiali Saluti
[#16] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
proverò questa altra strada.
grazie ancora.
[#17] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
mi scusi se approfitto della sua gentilezza per chiederle un'altra cosa.
alcune volte avverto come un tremolio alla parte del petto che si trova un po più a sinistra della mammella (quasi sotto il braccio sinistro).
questa sensazione non dura molto, tipo 3-4 secondi.
secondo lei può essere fibrillazione atriale o è qualche muscolo che fa questo tremolio?
[#18] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

si tratta verosimilmente di tremori muscolari.

Cordiali Saluti
[#19] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
grazie ancora dottore, ora mi sento più tranquillo.
anche perchè è come se a quel lato del petto a volte sembra che ci sento indurito, appesantito... quindi è molto più probabile che siano i muscoli e non il cuore. vero?
[#20] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Utente,

stia sereno.

Cordiali Saluti
[#21] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
grazie ancora per i suoi consigli.
può anche darsi che il tutto è provocato da un periodo difficile che mi provoca stati d'ansia. in alcuni momenti mi pare di sentirmi proprio male e poi piano piano mi riprendo.
solo che a volte penso che quando sono stato in ps i medici vedendo l'ECG mi sembravano perplessi come se chissà che avessero visto... anzi l'infermiera che mi fece l'ECG lo ha ripetuto 2 volte dicendomi di stare immobile la seconda volta.
a me hanno detto solo che dal tracciato sembrava che il cuore andasse in difficoltà ma poi le analisi non hanno confermato nulla.
anzi il dottore mi ha proprio fatto vedere il tracciato dicendomi: "vedi qui va un po troppo sotto come se il cuore andasse in difficoltà".
ovviamente non sono un medico e quindi se mi avessero spiegato esattamente ciò che vedevano neppure avrei capito.
secondo la sua esperienza cosa potrebbero aver notato di strano?
[#22] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

qualsiasi cosa abbiano notato non deve costituire per lei motivo di preoccupazione, visto che le successive indagini diagnostiche hanno dato esito negativo di patologie cardiovascolari in atto.

Cordiali Saluti
[#23] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
si lo so, ma il mio timore è qualche patologia congenita che magari mai nessuno ha notato prima.
[#24] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
mi scusi se la sto bombardando di domande (a volte anche stupide)...
in presenza di problemi cardiaci in atto come diventa la frequenza cardiaca e la pressione arteriosa?
[#25] dopo  
Dr. Vincenzo Russo
36% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile Amico,

i valori di riferimento a riposo in piena tranquillità sono:

Pressione arteriosa < 140/90 mmHg
Frequenza cardiaca tra 60 - 100 bpm

Cordiali Saluti
[#26] dopo  
Utente 144XXX

Iscritto dal 2010
grazie ancora.
io misuro spesso la fc al polso e si aggira tra gli 80 e i 100 bpm.
però ho notato che non sempre hanno la stessa intensità... alcune volte si sentono più forti altre volte meno.
la pressione invece è quasi sempre 120/80.

in presenza di qualche problema la fc sale molto?

io comunque sono diventato abbastanza teso... appena sento un dolore o qualche cosa di strano mi sale una paura pazzesca. per esempio sento spesso dolore al lato sinistro del collo o comunque sotto il collo sempre a sinistra e temo sempre che possa centrare il cuore..

le faccio queste domande in moda tale da misurare la fc quando avverto questi dolori per rendermi conto da solo.