Utente 163XXX
salve, ho 36 anni tra circa un mese e mezzo devo sottopormi ad un intervento per la ricostruzione del lca, mi sto allenando in palestra con molta intensità per arrivare con più massa muscolare possibile, però mi sono accorto che mi trovo in stallo cioè i muscoli della coscia non crescono più di tanto.
A questo punto mi chiedevo e vi chiedo se l'assunzione di integratori (come proteine o aminoacidi) sono consigliabili prima dell'intervento?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buon giorno, le sconsiglio l'assunzione di tali integratori, infatti può accadere che alcuni esami ematochimici possano risultare poi alterati.
L'attività di potenziamento muscolare che sta eseguendo ritengo che sia poi sotto il controllo del suo ortopedico, se così non fosse, attenzione poichè anche quella può arrecare alterazioni nelle analisi con possibilità di problemi anestesiologici.
Un saluto.
[#2] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
grazie per la tempesiva risposta, i miei dubbi circa il quesito sono stati confermati, però non capisco come l'attività fisica ed in particolare il body bilding per il potenziamento muscolare possono creare problemi.
Dimenticavo il potenziamento mi è stato consigliato dall'ortopedico in quanto accorcia i tempi di recupero post-operatori.
grazie ancora per il suo tempo.
[#3] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente buona sera, l'attività fisica intensa non crea problemi di per se, forse non sono stata chiara e mi dispiace, ma può causare aumento di un valore ematochimico che in genere noi anestesisti chiediamo: il CPK. In questo caso l'aumento sarebbe legato allo sforzo muscolare, ma potrebbe creare dubbi sulla sua reale natura all'anestesista, in quanto il CPK aumenta anche in altre condizioni e si potrebbe rendere necessaria una diagnosi differenziale certa. Certamente tutto questo dipende dall'anestesista e dalla tecnica anestesiologica scelta, pertanto le consiglio di parlare per tempo col mio collega.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 163XXX

Iscritto dal 2010
grazie per la spigazione esaudiente, vorrei porle un'ultima domanda.
Il valore del CPK è rilevabile da gli esami del sangue? e se si, c'è un esame in particolare?.
Buon lavoro.

[#5] dopo  
Dr. Anna Maria Martin
36% attività
20% attualità
20% socialità
()
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Gentile utente, il CPK è un esame del sangue, gli anestesisti in genere lo chiedono nel preoperatorio perchè il suo aumento può essere la spia di una patologia ereditaria che non da sintomi se non in corso di anestesia generale. Nel suo caso, un aumento potrebbe essere legato all'intenso sforzo fisico, ma l'anestesista potrebbe volerne essere sicuro. Anche se si programma una anestesia non generale è un elemento da non trascurare per tantissimi motivi.
Un saluto