Utente 695XXX
Buongiorno, mia nonna ha 89 anni, e una decina di anni fa aveva avuto un'angina pectoris, da allora mette i cerotti venitrin 5 ogni sera.
A febbraio, a seguito di un sospetto ictus (aveva metà labbro un po' paralizzato) l'abbiamo portata al prontosoccorso, dove le hanno prescritto la cardioaspirina 1 tutti i giorni dopo pranzo, assieme al lansoprazolo da 15 per proteggere lo stomaco.
il suo medico invece che la cardioaspirina continua a prescrivere l'ascriptin, che il farmacista ha detto essere 3 volte più forte della cardioaspirina. quindi mia nonna a pagamento compra la cardioaspirina. la domanda è, siccome ha un problema di circolazione, prima solo nelle gambe e ora anche nelle mani, "si addormentano e formicolano" spessissimo, l'asccriptin essendo più forte darebbe un beneficio da quel punto di vista? oppure è troppo forte ed è meglio che continui a prendere la cardioaspirina? grazie mille
i medicinali che prende sono:
-cotareg 80, la mattina
-eucoglucon 5, prima di pranzo e prima di cena
-cardioaspirina+lansoprazolo, dopo pranzo
-venitrin 5, la sera
grazie ancora

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
In effetti l'Ascriptin contiene 300 mg di acido acetilsalicilico e la Cardioaspirin solo 100 mg. E' compito del medico prescrivente scegliere il dosaggio più opportuno per ogni paziente.
Alcuni pazienti dividono la compresa di Ascriptin in due (in farmacia è in vendita un apposito attrezzo per farlo in maniera precisa) ed assumono solo mezza compressa al giorno.
Chieda al medico di Sua nonna prima di tutto il motivo per cui non si è attenuto alla prescrizione del PS (è verosimile che lo abbia fatto in quanto l'Ascriptin contiene anche sostanze gastroprotettrici), e se la soluzione "intermedia" potrebbe essere considerata praticabile.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 695XXX

Iscritto dal 2008
non abbiamo molta fiducia in quel medico, quando gli abbiamo chiesto perchè l'ascriptin anzichè la cardioaspirina ha risposto che tanto è uguale.
quindi comunque nemmeno l'ascriptin darebbe benefici per la circolazione?
La ringrazio molto
Cordiali saluti
[#3] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
In termini di effetti evidenti sulla "circolazione", trattandosi dello stesso principio attivo, non mi aspetterei grosse differenze, che invece sono più rilevanti se parliamo di prevenzione o di rallentamento di patologie aterosclerotiche.
P.S. E' molto triste che non abbiate fiducia nel medico di famiglia. Se è effettivamente così, vi consiglio di sceglierne un altro.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 695XXX

Iscritto dal 2008
Gliel'abbiamo detto più volte anche noi, ma essendo sotto casa preferisce tenere quello.
quindi come prevenzione di eventuali malattie future sarebbe meglio l'ascriptin? e un'ultima cosa, per quanto riguarda la circolazione, il formicolio non la fa dormire, e il dottore non le vuole dare niente perchè le dice che "tanto è vecchia", mi può consigliare qualcosa? ha già provato centellase e simili senza risultati.
grazie per la disponibilità
[#5] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora, ovviamente con questo mezzo è impossibile (oltre che illegale) dare consigli terapeutici. Se proprio non vi fidate del medico di famiglia, chiedetegli per lo meno di prescrivere a Sua nonna una consulenza specialistica cardiologica "dal vivo". Il collega vi consiglierà per il meglio.
Saluti a Lei e tanti auguri alla nonna
[#6] dopo  
Utente 695XXX

Iscritto dal 2008
d'accordo grazie mille, distinti saluti.