Utente 102XXX
Salve, sono un ragazzo di 20 anni e vorrei trovare risposta ad un quesito che mi attanaglia da molto tempo. In buona sostanza non riesco a capire quale sia il modo più corretto di respirare. Premettendo che esiste un ritmo regolato dal corpo che è quindi naturale, vorrei sapere se esistono metodologie di respirazione che siano accettate dalla Medicina Ufficiale. Cosa consiglia la medicina ufficiale ? Trattenere leggermente il respiro dopo un'espirazione (come consigliano alcuni metodi di respirazione) oppure trattenerlo dopo aver inspirato (consigliato dalla respirazione Yoga)? Porgo questa domanda perchè a volte mi rendo conto che forzando il mio respiro la mia concentrazione aumenta e credo di percepire un afflusso maggiore di sangue al cervello. Infine, è vero che più si respira e più il corpo è ossigenato, oppure è necessario limitare l'assunzione di ossigeno(e quindi la frequenza respiratoria) per favorire l'effetto "Verigo-Bohr" ?
Tra le tante cose che ovunque si possono leggere, la medicina ufficiale italiana cosa consiglia a chi voglia migliorare la sua salute partendo da una respirazione corretta, che al giorno d'oggi è spesso disturbata da frenesia, stress, ansia ed agenti inquinanti ?
Nella speranza di aver scelto la sezione specialistica esatta al mio quesito, ringrazio anticipatamente.
[#1] dopo  
Dr. Arduino Baraldi
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2006
La medicina ufficiale dice soltanto di respirare normalmente "secondo natura". In particolari stati patologici ci sono specifici esercizi di respirazione, ma non per chi è in situazione normale.