Utente 175XXX
innanzitutto buongiorno,sono un ragazzo di 24 anni peso 65kg e sono alto 1,79.Qualche giorno fa ho effettuato una gastroscopia dove e' stata riscontrata una piccola ernia iatale di 1-1,5 cm che pero' non mi porta problemi di reflusso ma problemi di tipo funzionale tipo pancia gonfia eruttazioni a volte palpitazioni(il cuore e' sano poiche' ho fatto svariati controlli tutti con esito negativo).Volevo sapere se con la manipolazione viscerale potevo trarre dei benefici.GRAZIE
[#1] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signore,
non vi è relazione tra la presenza di ernia iatale e i sintomi descritti.
La manipolazione viscerale, come tutte le tecniche reflessologiche, può influenzare la motilità gastrointestinale e, in alcuni casi, se associata ad un adeguato stile di vita, può determinare benefici.
Cordiali saluti.
[#2] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
Innazitutto grazie per la celere risposta,comunque non capisco cosa vuol dire "non vi e' relazione tra la presenza di ernia iatale e i sintomi descritti", questa non e' una polemica ma voglio semplicemente capire cosa vuol dire con questa frase.Che io sappia l'ernia puo' portare questi sintomi.Grazie
[#3] dopo  
Utente 175XXX

Iscritto dal 2010
Innazitutto grazie per la celere risposta,comunque non capisco cosa vuol dire "non vi e' relazione tra la presenza di ernia iatale e i sintomi descritti", questa non e' una polemica ma voglio semplicemente capire cosa vuol dire con questa frase.Che io sappia l'ernia puo' portare questi sintomi,poi dimenticavo di dirle che sono stato trovato positivo all'helicobacter e se secondo lei e' necessaria l'eradicazione.GRAZIE
[#4] dopo  
Dr. Alessandro Scuotto
56% attività
20% attualità
20% socialità
COMO (CO)
Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Gentile signore,
l'ernia iatale da scivolamento di entità minima (1,0-1,5 cm è entità minima) è una alterazione anatomica che di per sè non comporta alcun sintomo. PUO' influenzare il tono dello sfintere esofageo inferiore e in conseguenza di ciò PUO' facilitare il reflusso esofageo. Questa ultima evenienza, se accade, determina per solito la comparsa di sintomi, il più frequente dei quali è la pirosi (sensazione di bruciore retrosternale).

Dunque ci sono persone con ernia iatale che NON hanno sintomi; ci sono persone con ernia iatale che hanno sintomi (perché hanno reflusso); ci sono persone che NON hanno ernia iatale e hanno sintomi (reflusso, esofagite, ulcera...).

La positività per Helicobacter, in presenza di sintomatologia del tratto digerente alto va trattata farmacologicamente; in assenza di sintomatologia la maggioranza dei gastroenterologi attualmente è dell'opinione di non effettuare terapia eradicante.
Cordiali saluti.