Utente 184XXX
Ho 58 anni ,trentatre anni fa sono stata oggetto di percosse violente alla testa, .Soffro da tempo di mal di testa dopo un episodio di violentissimo dolore localizzato al centro della testa all'altezza degli occhi con fortissimo bruciore e nausea e difficoltà a parlare ho fatto una rmn con contrasto :Sono state eseguite sezioni su piani ortogonali dello spazio con sequenza T1 e T2 dipendenti.L'esame è poi stato completato con con somministrazione endovenosa di mezzo di contrasto paramagnetico.L'indagine Angio -RM dei vasi arteriosi intracranici è stata eseguita con la metodica TOF3D.
Si rilevano alcune piccole aree di alterato segnale caratterizzate da una isoipodensità nella sequenza T1 pesate e da una iperintensità nella sequenza T12 dipendente che interessano limitatamente il ponte in sede paramediana dxe che in sede sovratentoriale interessano atrettanto limitatamente la sostanza bianca frontale peritrigonale,che non si modificano dopo,somministrazione del mdc paramagnetico, da riferire a piccole aree di focale gliosi parenchimale esito di danno di tipoanossico di aspetto aspecifico.
Nella sequenza eseguita con tecnica di diffusione non si apprezzano alterazioni della diffusività molecolare dell'acqua riferibili a lesioni vascolari ischemiche "recenti":
Si rileva piccola componente cistica della ghiandola pineale priva di significativa impregnazione contrastografica in contatto con i collicoli superiori.
Il sistema ventricolarre conserva comunque forma e dimensioni regolari.
Una iniziale dilatazione cistica del setto pellucido in sede anteriore non determina deformazione delle colonne del fornice.
Le strutture della linea mediana sono in asse.
Si riconosce un lieve ispessimento della mucosa di rivestimento del seno mascellare de dx e di alcune celle del labirinto etmoidale dal lato sn.
L'indagine Angio_RM dei vasi arteriosi intracranici non mette in evidenza significativa immagine di aspetto aneurismatico e -o angiomatoso.
Appare rilevabile una lieve riduzione di calibro del I tratto della cerebrale posteriore di dx.
L'asse basilare risulta prevalentemente dall'arteria vertebrale di sn.
Vi prego di darmi qualche consiglio e chiarimenti in merito alla rmn sono anni ormai che i mie episodi di mal di testa sono caratterizzati da nausea e sensazione di vomito accompagnata da incapacità di parlare perchè non riesco a formulare in parole il pensiero che vorrei esprimere .
adesso la difficoltà di ricordare nomi ,parole è sempre più frequente ,so quello che desidero dire ma anche se visualizzo mentalmente l'oggetto della parola che voglio dire per cercare dei collegamenti non mi ricordo il suo nome .
Sono preoccupata e vorrei delle risposte chiare finalmente;non ho patologie particolari se non una tiroidectomia parziale effettuata nel 1978 controllata e sempre nella norma in cura con eutirox 100.
Vi ringrazio dello spazio che vorrete dedicarmi,con riconoscenza .Buon Natale e felice anno nuovo.


[#1] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
4% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
gentile utente,

premetto la frase di rito che una consulenza a distanza presenta dei limiti notevoli rispetto a quella reale.

lei peraltro riporta un esame rmn con contrasto che dovrebbe esere paragonato con altri esami uguali o analoghi in modo da eventualmente poterne valutare le modificazioni, qualora ci fossero, ne tempo.

sembrerebbero però presenti delle lesioni ischemiche recenti.

non riporta se lei esegua terapie e descrive qualche difficoltà nel ricordare nomi o qualche difficoltà di associazione.

questo tipo di valutazione francamente ritengo siano di esclusiva pertinenza specialistica reale e non virtuale.

le consiglio pertanto di recarsi dal suo curante che dovrebbe averle prescritto l'esame che riporta per farle indicare i passaggi successivi e solo dopo, al termine della fase diagnosica, le verrà proposta una eventuale terapia.

cordiali saluti e ricambio gli auguri di buone feste a lei ed ai suoi cari