Utente 184XXX
Salve, mi è stata diagnosticata una calcolosi della colecisiti ormai da 5-6 anni. l'ultima ecografia riporta la dicitura" colecisti distesa a pareti regolari contenente alcuni minute formazioni ipercogene (dim. medie 3-4 mm) di natura litiasica.
In genere il medico ecografo mi richiede un controllo ogni anno ma ho dovuto farne uno poci giorni fa a distanza di circa 7 mesi per dei dolori al fianco dx. Soffro di colon irritabile (sono soggetto molto ansioso in particolare in questo periodo) e ho trattato con valpinax (2 compresse da venti mg al giorno ma senza ottenere risultati).
Il medico di base allora mi ha prescritto delle analisi del sangue e sono emersi dei valori della bilirubina indiretta aumentati (3,3) e diretta (1).
Sto trattando il tutto ora con una compressa di acido ursodesissocolico da 450 mg dopo cena e in piu' una compressa di valpinax al mattino.
Sono passati 6 giorni ma ho ancora fastidi...
Vorrei comunque sottolineare che i miei dolori ora sono per lo più nella zona basso ventre (soprattutto quando sono seduto o guido avverto come un bruciore nel basso ventre dx e mal di reni sia a dx che sx)I dolori diminuiscono quando mi metto a letto, durante la notte sembra che mi passi tutto. Poi al mattino si riprende . Non penso di avvertire dolore in zona colecisti.
Che il medico abbia sbagliato terapia? Cosa fare? Che si tratti di una forte irritazione al colon? C'è il rischio di effettuare un'intervento che non vorrei fare?

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
12% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2008
Se non ha mai avuto coliche biliari l'intervento non sembra strettamente necessario. Il Medico non ha sbagliato terapia (almeno non credo, visto che non la conosco...) pero' penso che si dovrebbe e si potrebbe fare molto di piu' per controllare la Sindrome del Colon Irritabile.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Prof. Marco Catani
44% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2008
gentile utente,

confermando il pensiero del dr spina, vorrei aggiungere che bisognerebbe capire, con una visita reale e non virtuale, visti i noti limiti, l'origine del dolore al fianco destro ed approfondire quel reperto ematico di bilirubina diretta che potrebbe essere elevata visto che non riporta i valori di base.

essendo lei un soggetto giovane, e se i sintomi da lei riferiti fossero interpretati di pertinenza della colecisti, come affermava il collega, potrebbe esserci l'indicazione al trattamento per evitare di andare incontro, viste le dimensioni dei calcoli (numerosi e di piccole dimensioni), a complicanze spiacevoli.

l'intervento proposto ormai è miniinvasivo (laparoscopico) che permette di eseguire l'intervento come quello tradizionale senza però averne le stesse ripercussioni (piccole cicatrici, rapida ripresa, rapida dimissione, precoce ripresa dell'attività sportiva e lavorativa).

cordiali saluti