Utente 374XXX
Buongiorno!Ho 32 anni e in giovane età a seguito incidente ho riportato 2 cicatrici su guancia dx e tempia sx sottoposte circa 10 anni fa a revisione chirurgica. Ad oggi le stesse, sebbene più sottili e della lunghezza di circa 5 cm, risultano ancora un pò depresse e in alcuni punti rosacee!Mi sto sottoponendo x ciò che concerne la colorazione a trattamenti di dye laser (ne ho fatti già 4, l'ultimo il 25.05.07) xò i risultati x ora non sono proprio soddisfacenti xchè la cicatrice nei punti trattati è ancora rosa. Per la piccola depressione mi è stato consigliata l'infiltrazione prima di acido yaluronico e successivamente o di grasso o acido polilattico.
1. Dopo quanti trattamenti è possibile vedere risultati concreti con il dye laser?
2. Per la lieve depressione delle cicatrici potrò ottenere risultati utilizzando le metodiche sopra emarginate (acido yaluronico ecc....). 3.L'acido polilattico può determinare una modificazione dei lineamenti del volto o è metodica sicura?
RingraziandoVi anticiaptamente porgo cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
caro utente,
il dye laser è impiegato con successo nel trattamento delle cicatrici eritematose per ridurne la componente vascolare responsabile del colore. l'efficacia dipende dalla macchina e dall'operatore. trattandosi di una zona esteticamente delicata probabilmente l'operatore ha saggiamente deciso di diluire la potenza in un numero di sedute elevato per non incorrere in effetti collaterali. abbia pazienza e continui.
per il riempimento delle cicatrici depresse mi trova d'accordo sull'impiego di fillers riassorbibili all'acido ialuronico (ma non solo) oppure a sostanze tipo l'acido polilattico (io lo farei ma in seconda istanza , dopo avere verificato con un filler riassorbibile l'efficacia e la naturalezza del risultato). Esistono anche altre possibilità che elenco rapidamente di efficacia variabile a seconda della indicazione:
biorivitalizzazione iniettica
needling
fillers permanenti
radiofrequenza

cari saluti

Dr Marcello Stante
dottstante@tele2.it
[#2] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile utente,
se la revisione chiururgica ha già dato risultati buoni può essere preso in considerazione anche un ulteriore trattamento di revisione magari parziale, quantomeno per eliminare le aree di depressione.
Saluti
Dott. Bernardi Claudio
Chirurgia Plastica
http://www.claudiobernardi.it
[#3] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per le gentili ed esaustive risposte!
Sicuramente continuerò con i trattamenti laser sperando di ottenere un risultato soddisfacente. Per quanto concerne le infiltrazioni di acido polilattico (che farò dopo aver visto il risultato dato dallo yaluronico) mi è stato detto da una amica che avendo io il viso magro (da sportivo) potrei ottenere un risultato non soddisfacente perchè tale acido GONFIA IL VISO...
1. E'da ritenersi vera tale affermazione?
Come già detto il filler sarebbe iniettato solo sulla guancia sinistra dove la cicatrice ha depressione valutabile in millimetri (come anche la sua larghezza) ed è evidente soprattutto con determinate luci (soprattutto luci artificiali)mentre la lunghezza e di circa 5 cm.
2. L'acido yaluronico su un tessuto inattivo come quello cicatriziale quanto può durare?
RingraziandoVi anticipatamente per le gentili risposte porgo cordiali saluti.
[#4] dopo  
Dr. Marcello Stante
28% attività
0% attualità
12% socialità
TARANTO (TA)
Rank MI+ 40
Iscritto dal 2005
caro utente,
per risposte così dettagliate sul caso specifico non si può prescindere dal vedere che cosa si sta trattando.
alle tue domande posso solo rispondere che l'acido ialuronico o materiali simili ha una durata media di circa 8 mesi, che l'acido polilattico non gonfia ma riempie e che quest'ultimo dà il risultato migliore in volti non troppo invecchiati e scavati.
cari saluti
Dr Stante
dottstante@tele2.it
[#5] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Concordo pienamente col Collega Dott. STANTE.

cari saluti
DOTT. Luigi LAINO
DERMATOLOGO E VENEREOLOGO, ROMA
[#6] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2007
Egr. dottori,
Vi ringrazio ancora per le risposte. La mia unica paura, tornando al Dye laser, è che non abbia gli effetti promessi dalla chirurga xchè, forse xchè continuo a guardare le cicatrici, non ho visto miglioramenti anzi, mi sembra che nei punti trattati la cicatrice si diventata ancora come prima...!L'ultimo trattamento (il 4)del 25.05.2007 è stato pesante xchè mi ha provocato vesciche, croste e poi una sorta di colorazione marroncina che ancora del tutto non è scomparsa!Mentre i precedenti trattamenti sono stati leggeri.. In media di quante sedute ha bisogno una cicatrice x schiarirsi e uniformarsi al colore della pelle?

Per il Dott. BERNARDI: Dal chirurgo mi è stato detto che un intervento di revisione chirurgica potrebbe avere come conseguenza, vista la forza di gravità, il ritorno dell'area depressa...
Cordiali Saluti
[#7] dopo  
Dr. Claudio Bernardi
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 88
Iscritto dal 2003
Gentile signora,
mi permetto di aggiungere che mediante la revisione chirurgica ci sono soluzioni tecniche tali da ottenere un buon riempimento delle aree depresse!
Saluti
C.B.
[#8] dopo  
Utente 374XXX

Iscritto dal 2007
Egr. dott. LAINO e altri,
ieri sono stato dalla chirurga estetica che mi ha proposto di ultilizzare il laser erbium frazionato x migliorare l'aspetto delle mie cicatrici già in trattamento con il Dye laser (V. sopra).
Sulla parte trattata con il dye laser sono rimasti alcuni punti della cicatrice ancora un pò rosati e la dott.ssa dice che potrebbe essere il muscolo che si intravede sotto la cute che è molto sottile (ho viso magro da sportivo con bella pelle)e che pertanto il Dye laser potrebbe non sortire più effetti..!Sono un pò perplesso su questa affermazione nel senso che prima mi si decantava tale laser come in grado di schiarire la cicatrice portandola al colore della cute circostante e ora, invece, mi viene proposto questo nuovo laser e di abbandonare il precedente iter che prevede dopo il Dye Laser un riempitivi con filler.
Cordialità