Utente 177XXX
salve.come già descritto in un precedente consulto mi è stata diagnosticata una punta d'ernia inguinale destra di 6 mm.volevo sapere se è vero che essendo così piccola rischia poco lo strozzamento e se è possibile aspettare ancora prima di un eventuale intervento chirurgico.infine vorrei anche chiedere se nell'eventuale attesa c'è qualche modo almeno per prevenirla ed evitare che provochi dolore.
grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Se l'ernia c'e' in linea di massima l'intervento chirurgico e' consgliabile. Non comprendo pero' se questa diagnosi sia stata posta a seguito di una visita chirurgica oppure no: molti pazienti infatti hanno soltanto a disposizione il referto di un'ecografia che, come piu' volte ribadito, non e' sufficiente per dare indicazioni all'intervento. Se non lo ha ancora fatto dovra' dunque farsi visitare da uno Specialista: e' questo l'unico sistema per stabilire se sia necessaria o meno la riparazione chirurgica.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
Ho fatto la visita chirurgica specialistica e il chirurgo mi ha detto che non è operabile perchè è veramente troppo piccola.mi ha detto di perdere peso,non fare sforzi eccessivi,stare attento al caso di stipsi,non stare troppo tempo in posizione eretta da fermo e stare seduto in posizione rilassata.in questi mesi i sintomi infatti non mi sono tornati,a parte qualche "tiraggio" della parte destra che mi hanno detto essere normale.mi è sorto però un altro dubbio che mi sono dimenticato di chiedere al chirurgo...quando è che l'ernia potrebbe continuare ad uscire?cioè da punta passare ad essere ernia vera e propria?lo chiedo per far si di evitarlo.
[#3] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Come vede i referti ecografici non sono utili per pianificare un intervento... Deve comunque evitare gli sforzi, soprattutto quelli che fanno aumentare la pressione endo-addominale: cosi' evitera' che l'ernia fuoriesca.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
Ho sentito dire da altre persone "vittime" di punte d'ernia inguinale che potrebbero essere utili,al fine evitare l'uscita dell'ernia e quindi aumentare i fastidi,gli addominali fatti nel metodo crunch, ossia disteso con le gambe alzate in modo da non concentrare la pressione sugli addominali bassi ma allenare comunque i muscoli.Naturalmente sono consepevole del fatto che tutto ciò non cura l'ernia ma ne limita i sintomi ed evita la facile fuoriuscita.Una persona che conosco infatti ha lo stesso problema mio e facendo molto esercizio ha limitato i fastidi.Lei cosa mi consiglia?può essere utile l'esercizio addominale contro la punta d'ernia inguinale?
[#5] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Sinceramente non conosco il metodo da lei citato, ma se rafforza la parete addominale puo' anche darsi che sia utile.
Cordiali saluti
[#6] dopo  
Utente 177XXX

Iscritto dal 2010
ok ora mi vorrei togliere un dubbio che mi tormenta già da qualche tempo...che posizione devo assumere durante la guida per far si che il peso non si carichi sull'ernia?andrebbe bene inclinare leggermente il sedile?in modo da non stare eretto...
[#7] dopo  
Dr. Stefano Spina
48% attività
8% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Guidi come sta piu' comodo: l'ernia diventera' da operare (oppure no) indipendentemente da come inclinera' il sedile durante la guida.
Cordiali saluti