Utente 184XXX
Buonasera, sono un ragazzo di 22 anni, sto con una ragazza da un anno mezzo e con lei ho una regolare attività sessuale, non protetta, nel senso che non uso preservativi, ma la mia ragazza prende la pillola.
Da poco più di una settimana circa ho visto la comparsa tra i peli pubici, appena più in alto dell'inizio del pene, di una vescica, della dimensione di 1 cm circa, al centro è presente del liquido, al tatto tastando attorno risulta come una sorta di pallina, non mi procura dolore quanto piuttosto una sensazione di irratazione nelle zona circostante e fastidio allo sfregamento durante il rapporto, non mi è mai capitato e vorrei sapere cosa potrebbe essere, adesso sembra che stia scomparendo, ho prenotato una visita dermatologica in settimana, ma probabilmente quando andrò non potrò fargli vedere, ne saprò descrivergli in modo esaustivo quello che vedevo, così ho pensato, con non poco imbarazzo di postare una foto del problema, così almeno da non buttar via i soldi della visita. Sottolineo fin d'ora che non contengono contenuti osceni bensì il singolo particolare della vescica.

http://img526.imageshack.us/i/62025444.jpg/
http://img812.imageshack.us/i/imgp0402.jpg/

cordiali saluti

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Silvia Suetti
36% attività
4% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 56
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
gentile utente

non si preoccupi, non ci spaventano le foto che inviate: dovete però capire che queste foto amatoriali non servono a un bel nulla per la diagnosi per 2 motivi:

1. sono sempre pessime (le foto dermatologiche le può fare solo un dermatologo perchè anche quella - sebbene le sembrerà strano costituisce parte della nostra formazione)

2. non sono mai diagnostiche e non potrebbero comunque esserlo perchè configurerebbero un illecito in sostanza (la diangosi on-line è vietata dalla legge).

Pertanto è molto utile invece, descrivere i vostri dati anamnestici e le vostre osservazioni - al meglio di come potete ed in maniera succinta:

in tal modo potremmo orientarvi nella scelta dello specialista adatto (in tal caso dermatologo) e nel range delle possibilità, che - badi bene - non servono alla citata diagnosi - ma servono ad orientare ed a scegliere bene i tempi.

Nel suo caso, dalle malattie bollose autoimmunitarie, alle infezioni (erpetiche, batteriche) alle dermatiti da contatto allergiche ed irritative (blistering) tutto è possibile:

non perda tempo e si determini con lo specialista dermatologo sapendo che non per forza si debba trattare di una situazione connessa ai rapporti sessuali.

cordialità