Utente 130XXX
Buongiorno,
Dopo una forte irritazione al glande (risolta in definitiva solo con un intervento di circoncisione) mi sono comparse sull'asta del pene (lato dx) 3 gonfiori perpendicolari allo sviluppo dei corpi cavernosi. Appaiono come 3 vene ingrossate facenti parte proprio del pene (non sotto pelle perchè muovendo appunto la pelle su e giù esse non si muovono) tali gonfiori mi fanno male, un dolore "sordo" presente sopratutto alla sera prima di addormentarmi oppure quando sto a lungo seduto. Tali gonfiori sul lato dx tendono a far curvare il pene verso sx. Preciso che sono stato visitato da un urologo che non ha trovato nulla di anomalo (sebbene notando tali gonfiori e dicendo testualmente: "che cosa strana, non dovrebbe essere nulla di cui preoccuparsi..." --mah-- )ma vi assicuro che non sono un ipocondriaco e che fino ad un anno fa non avevo nessun tipo di gonfiori strani nè tanto meno alcun male al pene. Preciso che tali gonfiori e dolori sono presenti ormai da più di un anno, non creano apparenti turbe all'erezione (anche se per vero, ma probablmente è una mia impressione a volte mi sembra che il pene si sviluppi un pò meno, altre di più). La sintesi è che spero che qualcuno di Voi possa darmi un consulto che non sia quello di recarmi nuovamente dall'urologo in quanto so già che mi direbbe di stare tranquillo ecc senza prescrivermi nulla. Non voglio prendere per forza medicinali, vorrei semplicemente che tale problema si risolvesse perchè sia i gonfiori sia il dolore (sebbene sopportabile) mi causano comunque na situazione di perenne stress nel non sapere "cosa ho"...
Preciso inoltre che sebbene i gonfiori siano molto visibili sul lato dx ne ho un altro proprio alla base del pene sul lato sx...al tatto Non sono dolenti e non sono "duri"..appaiono a tutti gli effetti delle vene.
Ah, alcune volte (ma questo credo sia normale) le normali vene del pene diventano molto più scure (una volta una era prorpio blu scuro). e talvolta il colore bluastro è presente sotto il glande... (situazione momentanea che in genere passa in alcune ore).
Scusate se vi ho tediato ma sebbene x Voi dottori possa essere una "patologia" normale vi assicuro che conviverci degli anni senza risolvere il problema e sopratutto sapere di cosa si tratti.. è decisamente "brutto"...grazie mille.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,a naso,potrebbe trattarsi di un difficoltoso drenaggio linfatico secondario.magari,all'intervento di circoncisione.Devo dire,comunque,che l'esito negativo della visita urologica dovrebbe tranquillizzarLa.In ultima analisi,eseguirei un'ecografia peniene.Altro,da questa postazione mediatica,e' pronlematico ipotizzare.Cordialita'.
[#2] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore,

senza poter vedere il suo pene è molto difficile , se non impossibile, esprimere giudizi in merito.
Suture sottocutanee dell'intervento, vene che si dilatano perchè sono state recise, ????Personalmente non credo che l'ecografia le possa dare una risposta in merito.
A genova non le sarà difficile trovare il parere diretto di un altro specialista, lo consulti
Cari saluti
[#3] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
Gentili dottori Vi ringrazio per la celere risposta. Escludo che i gonfiori siano derivati dall'intervento in quanto già presenti prima che esso venisse effettuato..Tuttavia sono quasi certo che possano essere collegati all'irritazione cronica precedente sul glande (sono comparsi praticamente insieme ad essa..poi l'irritazione se ne è andata ed i gonfiori sono rimati).. Vi mando il link di una foto dei gonfiori (non si vede tutto l'organo, spero che i gestori del sito me lo consentano, perchè sennò sarebbe molto difficile riuscire a spiegare la patologia). Nella foto si vedono molto bene, non sempre sono così accentuati, a volte non si vedono quasi...nella foto se ne vedono 2 ma ce n'è anche un altro più o meno a metà asta. Tengo a precisare che sono molli al tatto e come detto... non sempre sono così accentuati (fortunatamente)..non chè si notano molto ti più a pene flaccido che in erezione...
Grazie mille per le vostre preziose risposte..

http://img140.imageshack.us/img140/6760/copiadifoto002.jpg
[#4] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...la foto inviata non mostra alterazioni significative.Cordialita'.
[#5] dopo  
Utente 130XXX

Iscritto dal 2009
La ringrazio per la preziosa risposta...
mi ha un pò tranquillizzato...
per ciò che concerne il dolore. è sopportabile, se non devo preoccuparmi posso conviverci benissimo...
grazie ancora.