Utente 184XXX
Buongiorno Dottori, sono gentilmente a richidere il Vostro consulto sulla seguente problematica. Da molto tempo (direi qualche anno anche se non riesco ad essre preciso) non ho nessuna erezione mattutina. Fino ad oggi le erezioni durante i rapporti sessuali sono sempre state normali, anche se ultimamente mi rendo conto che il tempo refrattario è aumentato se prima erano sufficienti pochi minuti ora devo attendere anche 20minuti, e la turgidità non è al 100%. Alla luce dei fatti esposti volevo chiedervi se è necessario sottopormi ad eventuali controlli. Vorrei precisare che ho fatto visita andrologica per controllo fertilità a marzo dello scorso anno (ho fatto tale controllo poichè ho notato che il mio sperma è molto liquido e trasparente, ma preciso che è sempre stato così non ho mai notato alcuna variazione) in cui lo specialista che mi ha valutato non ha notato alcuna alterazione, anche l'esame prostatico non ha evideziato problemi (unica cosa emersa sono delle calcificazioni prostatiche evidenziate da una ecografia addome inferiore). In tale sede non ho sottoposto il problema della mancanza delle erezioni mattutine poichè non ritenevo fosse al momento importante, ma forse ho commesso un errore, anche perhè la mia paura al momento è che non vorrei fosse in atto un processo degenerativo. Vorrei gentilmente sapre se tale mancanza di erezioni mattutine è un problema da sottoporre ad uno specialista o meno, e quali potrebbero esserne le cause.
Saluto cordialmente e ringrazio del servizio

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,le erezioni spontanee serotine e mattutine hanno una valenza unicamente nei casi in cui non si riferisce alcun tipo di erezione.In genere,cio' e' appannaggio di Pazienti affetti da malattie sistemiche croniche (diabete,ipertensione,dismetabolismi etc.) e non mi sembra sia il Suo caso.
Comunque,se tale dato,assieme all'allungamento del periodo refrattario,Le crea un disturbo psicosessuale,Le conviene ricontattare l'andrologo di riferimento,magari eseguendo,tralaltro,uno spermiogramma di controllo.
Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 184XXX

Iscritto dal 2010
Gentilissimo dottor Izzo la ringrazio per la celere risposta, capisco che la via mediatica non sia la migliore per affrontare questo tipo di problemi, però le chiederei solo per cercare di fare un po' di chiarezza nelle mie decisioni se a suo avviso nel mio caso specifico il fattore psicologico gioca un ruolo preponderante o meno, ossia per essere più preciso se tale mancanza di erezioni può essere strettamente connessa ad uno stato di ansia. In ultimo le vorrei quindi chiedere se le calcificazioni prostatiche possono o meno creare problemi? Gli specialisti a cui ne ho parlato mi han detto che sono un normale processo di invecchiamento.
Relativamente allo spermiogramma le vorrei riportare i dati dei 2 esami eseguiti
dicembre 2009
Quantità= 5.00 ml
aspetto= opalescente
viscosità= diminuita
pH=7.60
Numero di spermatozoi: 43.20
Spermatozoi mobili dopo 2H= 40%
Spermatozoi nomoconformati = 76%
Esame citologico: rari leucociti
Indice di fertilità Page Houlding 4.50 (Probabile sterilità)
Vorrei precisare che la raccolta è stata eseguita al mio domiciolio e portata nell'arco di 40 minuti al laboratorio analisi in una giornata con temperatura esterna di -3C°.

Esame ripetuto a Luglio di quest'anno
quantità=2.5ml
aspetto=opalescente
Viscosità=normale
pH= 7.50
Numero di spermatozoi=54.00
Spermatozoi mobili dopo 2h=50%
Spermatozoi normoconformati 80%
Esame citologico=nulla da segnalare
Indice di fertilità = 30.00 (Fertilità possibile)
Entrambi gli esami sono stati fatti visionare a 2 andrologi i quali mi hanno detto che anche se l'indice finale parla di non fertilità nel complesso gli altri valori vanno comunque bene.
Lei cosa ne pensa?
Cordialmente la saluta e la ringrazio della disponibilità
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Utente,l'ansia non incide sulle erezioni spontanee.le calcificazioni prostatiche sono lo specchio dell'uso (non della vecchiaia).Gli spermiogrammi,ancorche' evidenzino delle carenze circa la motilita' degli spermatozoi,sono poco attendibili e non rispettano i criteri consigliati dalla OMS (gli indici di fertilita' non si usano da 30 anni...).Cordialita'.