Utente 182XXX
a seguito di una visita e panoramica dall'ortodonzista e' stato consigliato un apparecchio mobile per correggere il morso incrociato e per espandere l'arcata superiore a mia figlia che ha sette anni. premetto che ha messo il primo dente a 13 mesi e per ora ha perso solo 2 molari inferiori e che fino ai 2 anni si e' succhiata il pollice.vorrei sapere se l'utilizzo dell'apparecchio sia un po' troppo precoce considerando anche che l'apparecchio mobile mi sembra di difficile gestione da parte di una bambina cosi' piccola che consuma 3 pasti a scuola durante i quali dovrebbe toglierlo e pulirlo per poi rimetterlo al posto sperando, visto il costo, che non lo perda..... esiste per correggere questo difetto la possibilta' di un apparecchio fisso?
[#1] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Gentile utente, da quello che scrive probabilmente a sua figlia è stato prescritto un apparecchio per espandere il palato (e quindi l'arcata superiore) dunque un apparecchio con finalità ortopediche. Tale tipo di dispositivo può anche essere di tipo fisso, di solito (ma non sempre) ad ancoraggio sui primi molari permanenti (se erotti).
Ne parli direttamente con l'ortodontista che ha in cura la bambina esprimendogli anche i suoi legittimi dubbi sulla gestione di un dispositivo mobile da parte della piccola paziente.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Oscar Muraca
40% attività
16% attualità
20% socialità
AMANTEA (CS)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Da come Lei lo descrive dovrebbe trattarsi di un apparecchio funzionale. Ora se il problema di sua figlia è solo il cross dentale, si potrebbe utilizzare anche un diastasatore che, come detto dal dr. Di Iorio, viene cementato sui primi molari (all'età di sua figlia).
Chieda ulteriori chiarimenti al suo odontoiatra.
Cordialmente
[#3] dopo  
Utente 182XXX

Iscritto dal 2010
gentili dottori, ringraziandovi per le vostre risposte vi aggiorno su quanto mi e' stato detto dalla specialista oggi e cioe' che l'unico dispositivo in grado di correggere il difetto e' l'apparecchio mobile. sarei intenzionata a cousultare un altro specialista ma alla mia richiesta di ricevere la panoramica effettuata in quello studio e' stato opposto un rifiuto in quanto solo per uso internoo(?) a questo punto mi trovo costretta a sottoporre mia figlia ad una nuova dose di radiazioni. a voi risulta lecito questo rifiuto nonstante mi sia proposta di pagare la spesa x la panoramica qualunque essa fosse ?
[#4] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
Se il piano di trattamento proposto dal dentista e le sue spiegazioni le lasciano dei dubbi fa bene a consultare un altro specialista. E' bene avere la situazione e le idee ben chiare prima di intraprendere un trattamento che durerà di certo qualche anno.
Se la panoramica è stata eseguita esternamente allo studio dentistico, è di sua proprietà. Se è stata eseguita dal dentista nel suo studio professionale probabilmente ha ragione lui, è da considerarsi infatti per uso interno.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli
48% attività
16% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Semplificando, l'apparecchio mobile sposta l'osso e non i denti, l'apparecchio fisso sposta in denti e non l'osso.

E' una grossa semplificazione, ma serve per far capire che ci sono età per l'apparecchio fisso ed età per l'apparecchio mobile.

Quello che OGGI si può fare con l'apparecchio funzionale (mobile) non si potrà MAI fare più tardi con l'apparecchio fisso.

I disgiuntori di cui parlano i colleghi non sono quello ceh normalmente si intende per "apparecchio fisso".
Sono una cosa a se, e si usano in genere per pochi mesi passati i quali si torna all'apparecchio funzionale (mobile).

L'età è quella giusta per iniziale la terapia funzionale, per mettere l'osso a posto, in sostanza, modificandone la crescita.

La gestione dell'apparecchio mobile a scuola è uguale per tutti i bambini: si può fare con un pò di impegno e buona volontà.

Decide di non iniziare ora la terapia per la sua avversione all'apparecchio mobile?
Le scelte che lei fa ora ricadranno inevitabilmente sulla salute orale di sua figlia, è inevitabile.

Il rischio ad aspettare la dentatura definitiva per mettere l'apparecchio fisso è quello di avere poi i denti dritti con l'osso storto.
Una stupidaggine, quindi.

Ho usato dei termini molto semplici, inadeguati ad esprimere quello che in effetti succede, cercando di farmi capire a discapito dell'esattezza della descrizione.

Il solo suggerimento che mi sento di darle è questo:
L'età è quella giusta per iniziare, con una terapia intercettiva.

Cerchi un professionista ferrato in questo tipo di ortodonzia.
Ma lo cerchi veramente in gamba.

[#6] dopo  
Dr. Enzo Di Iorio
48% attività
16% attualità
20% socialità
FRANCAVILLA AL MARE (CH)
Rank MI+ 84
Iscritto dal 2010
La crescita ossea si può modificare fino all'epoca puberale quindi se la bambina ha necessità di un intervento ortodontico che abbia tali finalità sette anni può esser l'età giusta per intervenire, come può esserlo 8 o 9 anni...
Giusto quel che dice il collega Formentelli,la gestione degli apparecchi è uguale per tutti i bambini ma è pur vero che i bambini non son tutti uguali, alcuni son più collaboranti quando un pò più maturi.Di certo dopo il termine della crescita non si potrà agire più sulle basi ossee ma solo sui denti.Se la bimba deve modificare le basi ossee di certo non dovrà aspettare di mettere l'apparecchio fisso quando avrà cambiato tutti i denti.
Contatti un ortodontista specialista serio e preparato che le indicherà il percorso da seguire e detterà i tempi del trattamento.
Cordiali saluti
[#7] dopo  
Dr. Dario Spinelli
36% attività
16% attualità
16% socialità
SANTERAMO IN COLLE (BA)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Noi abbiamo la possibilità di valutare la situazione solo in based a quello che ci riferisce Lei, ed è un pò troppo poco.
Lei dice "consigliato un apparecchio mobile per correggere il morso incrociato e per espandere l'arcata superiore a mia figlia che ha sette anni"... La correzione del morso crociato con espansione dell'arcata mascellare si effettua normalmente con APPARECCHIO FISSO denominato DISGIUNTORE RAPIDO o ESPANSORE RAPIDO, molto più efficacemente che con apparecchi mobili. Questo a condizione che il problema risieda in un palato stretto rispetto all'arcata inferiore. Questo tipo di intervento ortodontico viene effettuato prima possibile.
Se invece, è necessaria terapia funzionale con apparecchi mobili, la terapia è più lunga e può cominciare ora come anche più avanti nella crescita. L'importante, come detto dal collega Di Iorio, è che si inizi prima del picco puberale.