Utente 436XXX
Buon giorno,dall'età di circa 12 anni ( ora ne ho 42),sono soggetto a una forma di acne grave, e molto estesa.Mi sono curato con antibiotici, e varie pomate per diversi anni.Sono circa vent'anni che non faccio cure del genere,ero stanco di sopportare delusioni, e disturbi dovuti alle cure,quindi decisi che la cosa migliore fosse cercare di convivere con il disturbo.Tuttavia 20/22 anni fà,il medico che mi aveva in cura,accennò ad un farmaco scoperto in america che deriva dalla vitamina "A", ma che in italia era proibito x la sua tossicità, e altri effetti collaterali che voi ben sapete.Leggendo forum su internet,o constatato che questa cura viene utilizzata in italia già da anni.In questi giorni,ho quindi deciso di rivolgermi nuovamente da un dermatologo,nella speranza che la medicina odierna abbia limitato i possibili effetti collaterali, o che fossero esistite curte a livello locale più efficenti.Il medico mi ha comunque prescritto tetracline, e una pomata,perchè il suo parere sul roaccutan o similari,rispecchia il parere che mi aveva dato un suo collega più di 20 anni fà.Immaginate la mia delusione.Personalmente,la mia intenzione, è di rivolgermi a un centro che possa intervenire sul mio problema in modo serio, e altamente professionale,costi quel che costi ( ovviamente senza rovinarmi la salute creandomi altre patologie).Mi farebbe comodo un vostro consiglio per decidere a che struttura privata o pubblica mi potrei rivolgere,e i vostri pareri per la pericolosità di questa cura con isotretinoina o tretinoina (perdonate i miei possibili errori nel nominare i farmaci). Distinti saluti Marco

Valuta ospedale

[#1] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Genitle MARCO,

un pò di chiarezza:
se la sua ACNE necessita l'ISOTRETINOINA per bocca (il foamoso e non famigerato derivato della vitamina A cui lei fa riferimento), allora assieme al suo DERMATOLOGO di fiducia potrà senz'altro procedere alla terapia.

Il farmaco in oggetto è senza ombra di dubbio un farmaco serio, ma da moltissimi anni utilizzato con enormi successi e vantaggi epr il paziente in ambito mondiale. Questo sempre e soltanto assieme al DERMATOLOGO.

pertanto, faccio mia la sua perplessità sulle affermazioni che ci rivolge e la invito pertanto, a chiarire questa vicenda anche in altre sedi demratologiche se lo riterrà opportuno e, soprattutto, a far ben definire il suo quadro clinico, fondamentale per la scelta terapeutica.

carissimi saluti.
DOTT. LUIGI LAINO
SPECIALISTA DERMATOLOGO E VENEREOLOGO, ROMA
[#2] dopo  
Utente 436XXX

Iscritto dal 2007
EGR DOTT. Luigi Laiano.
Il dermatologo che mi ha visitato recentemente,ha affermato che l'isotretinoina farebbe al caso mio,sollevando però il probblema delle possibili complicazioni a livello patogeno( anche irreversibili).Devo anche dirle che il dermatologo,molto correttamente, ha specificato che questa è la sua opinione personale, e che se avessi consultato altri medici,sicuramente avrei avuto risposte sempre diverse l'une dalle altre.Non le nascondo che questa affermazione, mi ha particolarmente confuso le idee.
Ha in oltre aggiunto,trattandosi di una scelta che spettavà solo a mé,che avrei potuto anche decidere di non fare cura alcuna.
Da parte mia ,vista l'entità,affermo che accettare di tenersi un simile disturbo,significa avere un'esistenza limitata nelle scelte di tutti i giorni,e con l'esperienza di anni posso affermare che si vive veramente una situazione di sconforto e frustrazione.
Se lei,o qualche suo collega che legge questa richiesta,foste in grado di fornirmi,indirizzi di cliniche,centri medici,o nominativi di medici particolarmente specializzati in casi come il mio ,sarei molto grato.
Ps.anche il mio primo figlio ( anni 17)ha lo stesso mio problema in forma molto meno grave. Distinti saluti Marco
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
56% attività
16% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 92
Iscritto dal 2005
Gentile Marco,

l'opinione del Medico è sacra.
così come sacra deve essere la EBV: Evidence Based Medicine, la Medicina Basata sull'Evidenza, ovvero quel filo rosso che lega tutti i Medici del Mondo.

pertano l'opinione del Medico dovrebbe sempre avere 4 fondamenti:

1) La medicina basata sull'evidenza

2) la propria scienza, ovvero il "quibus" dei propri studi scientifici

3) la propria coscienza, ovvero l'etica e la deontologia professionale

4) la propria esperienza

Pertanto, secondo questi 4 criteri, nel caso specifico, posso personalmente affermare che un paziente che necessita una data terapia come prima scelta deve effettuare quella terapia come prima scelta, nell'acne così come in altre situazioni.

non conosco esiti irreversibili dell'isotretinoina che non siano alcuni casi (descritti in letteratura internazionale) di suicidio in pazienti affetti da sindrome depressiva e messi in relazione a quel farmaco, il qual eavrebbe potuto perggiorare il loro stato. I singoli Casi Scientifici espressi nell'ambito della Scienza metanalitica internazionale, sono sempre da guardare con grande rispetto ma anche sempre con criticità costruttiva e necessità di indagine suppletiva.

gli altri effetti di quel farmaco sono, tutti, reversibili.

il tutto, naturalmente per indurla assieme allo specialista di fiducia che sceglierà a trovare la migliore strada per Lei.

Cari saluti.
Dott. LAINO, Roma

[#4] dopo  
Utente 436XXX

Iscritto dal 2007
Egr.dott. luigi Laino.
La presente per rigraziarla della Sua gentilissima risposta.
Farò tesoro dei Suoi preziosi consigli.
Buone cose

R.Marco
[#5] dopo  
Utente 436XXX

Iscritto dal 2007
Egr. dott. Laiano e/o colleghi:
Dopo non poche perplessità, e un consulto con il mio medico di famiglia,ho deciso di iniziare la terapia prescrittami dal dermatologo.
4 settimane/TETRALISAL mg.300 x 2 volte al dì
2 settimane/TETRALISAL mg.300 x 1 volte al dì
MECLODERM CREMA 1%
Tale decisione è scaturita dopo che anche il mio medico personale, mi ha sconsigliato di iniziare subito con l'isotretinoina,per via dei possibili danni al fegato ( premetto che ho parenti con precedenti di problemi di fegato)
Prendo atto del fatto che la cura che ho iniziato, non dovrebbe servire per l'innumerevoli cisti maleodoranti che in parte ho da diversi anni,e che si gonfiano e sgonfiano di tanto in tanto.

Mi chiedevo se con terapie locali,del tipo pilling-farmacologico o altro,riuscissi a liberarmi di tutto quel sebo che ristagna sotto la mia pelle da anni( o almeno in buona parte).

Colgo l'occasione per porgere distinti saluti R Marco