Utente 177XXX
Gentile dott.,
un'anno fà durante la visita medico sportiva mi fu riscontrato un soffio,
e la dott mi ha detto che nonostante l'elettrocardiogramma fosse perfetto,
mi dovevo fare un ecodoppler per accertare la natura del soffio.
Il risultato dell'ecodoppler fu: tutte le dimensioni nella norma,Falso tendine apicale,e tre lievissime insufficenze a carico delle valvole mitralica,tricuspide e polmonare.
Il cardiologo che mi fece l'esame mi disse che ho il tipico cuore d'atleta, e visto che faccio molto sport l'ho vista come una cosa positiva.
Il certificato della medicina dello sport me lo hanno rilasciato, solo che ora dovrò fare un concorso dove sono molto selettivi e anche questi innuqui valori potrebbero essere un contrattempo, volevo sapere(visto che mancano 2 mesi alla visita del concorso)se questo falso tendine, le varie insufficenze e quindi il soffio potevano scomparire con l'astinenza da parte mia allo sport da oggi fino alla visita.
In attesa di una sua cortese risposta le porgo i miei saluti

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile utente,
come ho già avuto occasione di dirLe in occasione di altra richiesta di consulto, qualunque insufficienza valvolare che venga valutata ecograficamente come "lievissima" non ha alcun valore patologico, nè può essere considerata un criterio di esclusione in qualunque valutazione di idoneità fisica (sportiva, lavorativa, eccetera).
Stesso discorso per il riscontro di falsa corda tendinea, spesso evidenziato casualmente nella popolazione sana.
Infine, l'astensione dall'attività fisica non può determinare alcun effetto nè sulla entità del soffio nè sul grado delle insufficienze valvolari (che, ripeto, nel Suo caso sono di entità trascurabile).
Cordiali saluti