Utente 184XXX
Salve, il mio problema è un'uretrite ricorrente.
Ho 34 anni, ho avuto l'uretrite la prima volta (10 anni fa) dopo un rapporto non protetto...poi ovviamente la lezione mi è servita e sono stato attento alle precauzioni. Nonostante tutto, l'episodio si è ripetuto più volte, addirittura un periodo si ripresentò 3 volte di fila. Ma per fortuna bastava prendere azitromicina e il giorno dopo stavo già meglio. Per alcuni anni sono stato in pace ed ora rieccola, ma questa volta faccio fatica a guarire.

Sintomi: Secrezione bianca-giallastra in principio, dopo cura antibiotica trasparente o leggermente torbida
Bruciore alla minzione

Tamponi uretrali negativi
Urinocoltura + Spermiocoltura negativi

Nonostante ciò ho fatto 2 cicli di antibiotici
Doxiciclina + azitromicina
(pausa 2 settimane)
Doxiciclina + cefixime
Antiinfiammatori

...Dopo quasi 2 mesi i sintomi più evidenti sembrano scomparsi, ma non credo gli antibiotici abbiano risolto, infatti non mi sono del tutto normalizzato, anzi ogni tanto noto una minima Secrezione ma soprattutto qualche problema di Erezione. Ho l'impressione che la cura fatta non sia stata quella giusta.
Ne ho parlato ovviamente prima col medico curante, poi con un infettivologo e poi ho fatto una visita urologica ma non ho risolto ancora.
Riuscite a darmi qualche consiglio?
Grazie in anticipo!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro Utente,non ci fornisce alcuna indicazione circa l'agente eziologico che ha causato e causa l'uretrite (quale batterio?).Inoltre non ne specifica la carica batterica,a mio avviso,fondamentale.Ha eseguito esami ecografici?E' solito spremere il canale uretrale per vedere se v'e' fuoriuscita di liquido?Non esiste un rapporto diretto causa/effetto tra quanto riferisce e la disfunzione erettile,di cui non esplicita la fenomenologia.Credo che sia necessario un inquadramento andrologico a 360 gradi...Cordialita'.
[#2] dopo  
Utente 184XXX

Iscritto dal 2010
Salve dottore, La ringrazio per la pronta risposta.

-I tamponi uretrali hanno sempre dato esito negativo (perfino quando era presente la secrezione)
Solo l'esame dell'urina diceva:
Esame microscopico: 25-30 leucociti per campo, 8-10 emazie per campo, filamenti di muco
Esame colturale: NEGATIVO
Potere antibatterico residuo: NEGATIVO
- Non ho eseguito esami ecografici, me li consiglia?
- Controllo sempre se c'è secrezione nel canale uretrale. Qualche settimana fa c'era ancora, soprattutto la mattina. A distanza di 2 mesi non noto più nessuna fuoriuscita di liquido...
- Quasi scomparso anche il bruciore e al momento nussun fastidio alla prostata
- Solo sento che non mi sono affatto ripreso, data la comparsa di questi problemi di erezione mai avuti prima.
Ossia faccio fatica a raggiungere e a mantenere l'erezione.

Grazie ancora
[#3] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
...a questo punto,esegua una radiografia delle logge renali e della prostata e vie seminali.Confermo la necessita' di una diagnosi andrologica a 360 gradi.
Cordialita'.