Utente 184XXX
Gentile dottore,
sono un ragazzo di 26 anni e sono in cura da oltre tre mesi in quanto mi è stata diagnosticata una Brucellosi che ha avuto come complicanza una orchite.
Ho fatto da poco una visita urologica e sono molto preoccupato in quanto il dottore mi ha detto che ho un elevato rischio di essere rimasto sterile a causa della brucellosi e che ora dovrò fare una cura per la mia fertilità per circa un mese dopo il quale dovrò fare lo Spermeogramma e la Spermeocultura. Volevo sapere se il rischio è realmente così elevato di essere rimasto sterile in quanto il dottore mi ha già parlato, per un futuro, di eventuale fecondazione assistita e la notizia mi tormenta.
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Carlo Maretti
40% attività
20% attualità
16% socialità
PIACENZA (PC)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Gent.mo utente
per risponderle al meglio sarebbe importante che ci spiegasse come è stata diagnosticata la malattia e quali sintomi erano presenti.

Cordialmente
[#2] dopo  
Dr. Antonio Giambersio
28% attività
4% attualità
12% socialità
POTENZA (PZ)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Gentile Utente,
molti agenti infettivi possono interessare i testicoli e determinare una orchite cioè una infiammazione del testicolo. Solo in alcuni casi tali malattie possono essere responsabili di danni permanenti e determinare una ipotrofia testicolare e quindi infertilità.
Per escludere tale eventualità è indispensabile eseguire un esame del liquido seminale e degli esami del sangue (in particolar modo le gonadotropine). Solo in questo modo
si potrà escludere che l'infiammazione abbia in qualche modo ridotto la fertilità.
Ulteriori informazioni su questi argomenti può trovarle all'indirizzo www.ambulatoriodiandrologia.it
Cordiali saluti