Login | Registrati | Recupera password
0/0

Misure fetali e polidramnios

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009

    Misure fetali e polidramnios

    gentili medici vorrei un vostro parere sull'ecografia ostetrica che ho seguito oggi. Mi trovo alla settimana 34+4 di gestazione (epoca gestazionale corrispondente all'amenorrea)e dall'ecografia in data odierna emergono i seguenti dati:
    DBP 84 mm; CC 320 mm; CA 303 mm; FEM 64 mm; CC tra la M e la IDS pos.; CA e fem. sulla M. La mi a ginecologa dice che il liquido amnotico è aumentato (AFI 216)e la settimana prossima vedrà l'esito della curva glicemica. E' stata molto evasiva su cause e conseguenze di tale situazione ( che ha indicato nel referto come polidramnios)ma ha detto che non nuoce al bambino. Vorrei chiedervi se questo è vero. Inoltre più di una volta ha detto che se il bambino nasce prima non ci sono problemi, il che mi fa pensare che questa condizione può determinare un parto prematuro, mi sbaglio? Durante la visita inoltre mi ha detto più di una volta che il bambino è "bello massiccio" e alla mia domanda se fosse troppo grande ha risposto che era nella media creando confusione nella mia testa di quasi mamma ansiosa. Ho paura che, posto che io e il mio compagno non siamo altissimi nè particolarmente robusti, volesse dire che il bambino è troppo grande e che poi, vista la mia reazione un pò preoccupata si sia corretta dicendo che era normale... Vi sarei grata se poteste aiutarmi a chiarire i miei dubbi



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 547 Medico specialista in: Ginecologia e ostetricia

    Risponde dal
    2007
    Il polidramnios più comune non ha una causa evidente (60 - 65% di casi - polidrmanios idiopatico o sine causa).
    Nella restante parte le cause possono essere molteplici e distinguibili in cause materne, cause fetali e cause miste.
    Se finora il monitoraggio fetale eseguito secondo gli standards in essere non ha evidenziato anomalie di sorta, ci si trova di fronte ad un polidramnios sine causa, cioè il tipo più frequente di polidramnios.
    E' fondamentale il controllo dell'AFI ogni 7 giorni e il monitoraggio clinico delle condizioni generali della gestante alla ricerca dei segni tipici del polidramnios medio-grave (affanno, impossibilità alla posizione supina, turgore delle vene del collo, senso di spossatezza, dolori subcontinui addominali, dolori lombari, andatura anserina ecc.ecc.
    Il trattamento è estremamente vario. Dipende:
    a) dall'epoca di gestazione cui la paziente è giunta
    b) dall'entità del polidramnios
    c) dalla storia clinica della paziente
    d) dalle condizioni fetali
    e) dalla causa del polidramnios se evidente
    f) dalla parità del soggetto (precedenti parti vaginali o meno)
    g) dalle condizioni ostetriche obiettive del collo uterino
    h) dalla presenza o meno di pregressi Tagli cesarei ed in questo caso dallo spessore della cicatrice uterina valutata con sonda linea re ad alta frequenza o in metodica 3D
    ecc.ecc.

    Sperando di essere stato utile, le auguro una felice conclusione del Suo caso.

    Cordialmente.


    Prof.Dr.Ivanoe Santoro
    Spec.Ostetrico/Ginecologo
    Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Doc. Anatomia Umana Univ. Napoli

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    Grazie mille Dott. Santoro per la sua veloce risposta. Mi ha chiarito le idee sul polidramnios e ora sono un pò più serena.Aprofitto della Sua disponibilità e gentilezza per chiederle se questa condizione può nuocere al mio bambino e se può essere causa di un parto prematuro. Preciso che questa è la mia prima gravidanza, che il bimbo pesa circa 2,400 kg e che io ho acquisito 8 kg dall'inizio della gravidanza. Secondo lei il bambino è davvero troppo grande? e questo cosa può comportare? Grazie per il tempo che vorrà dedicarmi



  4. #4
    Indice di partecipazione al sito: 547 Medico specialista in: Ginecologia e ostetricia

    Risponde dal
    2007
    Il polidramnios può nuocere al piccolo nella misura in cui può determinare un parto pretermine.
    Il peso del bimbo è negli standards normali.
    L'incremento di peso è anch'esso nella media, avendo Lei iniziato la gestazione in condizioni di normopeso.
    Continui, quindi, col monitoraggio secondo quanto è già stato stabilito e, se vuole, mi comunichi le decisioni che i Colleghi vorrano prendere nel Suo caso.

    Auguri vivissimi.


    Prof.Dr.Ivanoe Santoro
    Spec.Ostetrico/Ginecologo
    Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Doc. Anatomia Umana Univ. Napoli

  5. #5
    Utente donna
    Iscritto dal
    2009
    Gentile Dott. Santoro,la ringrazio per la sua velocissima risposta. Questo pomeriggio ho ritirato l'esito della minicurva glicemica (75 gr) e purtroppo l'esito dopo un'ora dall'assunzione del glucosio è stato di 175 (mentre il massimo dovrebbe essere 140). Domani devo fare una consulenza diabetologica ma vorrei sapere se questa condizione (sopraggiunta solo di recente) può nuocere al bambino o se può creare problemi con l'allattamento.



  6. #6
    Indice di partecipazione al sito: 547 Medico specialista in: Ginecologia e ostetricia

    Risponde dal
    2007
    E' il caso di richiedere una consulenza diabetologica che consisterà dapprima nell'esecuzione di una dieta specifica (dura da seguire in questi periodi) e, nel caso, con esami ancora fuori range, nella prescrizione di insulina pronta in dosi specifiche.
    La mancata messa in atto di questi controlli può nuocere alla gravidanza ed a Lei in particolare.
    Se, invece, il diabete sarà tenuto sotto controllo, la gravidanza potrà proseguire senza grossi intoppi e senza patemi d'animo.

    Saluti.


    Prof.Dr.Ivanoe Santoro
    Spec.Ostetrico/Ginecologo
    Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Doc. Anatomia Umana Univ. Napoli

Discussioni Simili

  1. Parto cesareo con adesiolisi
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 5
    Ultimo Messaggio: 07/12/2010, 15:41
  2. Muco post parto
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 07/12/2010, 09:03
  3. Sono di nuovo incinta!!! chiarimenti
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 41
    Ultimo Messaggio: 05/12/2010, 08:42
  4. Incontinenza dopo il parto
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 03/12/2010, 17:45
  5. Ciclo dopo parto indotto e rcu
    in Ginecologia e ostetricia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 28/12/2010, 15:53
ultima modifica:  24/10/2014 - 0,08        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896
 
@media only screen and (max-width: 767px) { #banner { display:none;} }