Utente 270XXX
Ho 41 e circa 4 anni fa a seguito di un controllo casuale mi è stato diagnosticato un varicocele. Ho effettuato un paio di ecografie a distanza di poco tempo nelle quali mi è stato evidenziato quanto segue:
nella prima: lieve ectasia del plesso pampiniforme bilateralmente;
nella seconda: varicocele bilaterale di I e II grado.
Ho effettuato anche degli spermiogrammi ripetuti diverse volte presso lo stesso laboratorio di analisi
Le invio i dati relativi alle ultime due volte:

Quantità 4.0 ml. 4.0 ml
Viscosità nella norma leggermente aumentata
Conteggio nemaspermi 80 mil./cc 80 mil./cc
Elem.vivacemente mobili 50% 40%
Elem.scars.mobili 20% 30%
Elementi immobili 30% 30%
Forme normali 80% 80%
Forme appuntite 14% 14%
Forme arrotondate 1% 1%
Forme doppie 1% 1%
Forme ipertrofiche 1% 1%
Forme ipotrofiche 1% 1%
Forme amorfe 2% 2%
Indice di fertilità 40 28

Alla luce di quanto sopra mi devo preoccupare ?
Su cosa si basa l'indice di fertilità e quali sono i parametri ?
Le faccio presente che a seguito di questi risultati non mi è stata consigliata l'operazione. Addirittura uno dei tecnici dell'ecografia a seguito del risultato della stessa mi disse che non era necessario neanche fare l'ecodoppler scrotale.
Un suo parere
Grazie

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
Prenota una visita specialistica
Caro lettore 2703,

direi che il suo problema non può prescindere dalla conoscenza della sua condizione di fertilità e di desiderio di fertilità.
Sostanzialmente il suo liquido seminale sembrerebbe dotato di discrete capacità fecondanti e, quindi, la correzione del varicocele averebbe poco significato.
Se invece lei sta cercando di avere figli da più di un anno e la sua donna sostanzialmente non sembra avere elementi che impediscano la fecondità, allora l'ipotesi di una correzione chirurgica poterebbe anche avere una logica.
In pratica il problema del varicocele e della fertilità richiede una conoscenza approfondita del paziente, dei suoi problemi e delle prospettive.
Si faccia visitare da uno specialista
Dott. Diego Pozza
www.andrologia.lazio.it
[#2] dopo  
Utente 270XXX

Iscritto dal 2004
Gent.mo Dott. Diego Pozza
Innanzitutto la ringrazio della tempestiva risposta.
Al riguardo però volevo far presente quanto segue:
Io, al momento, non sto cercando di avere figli quindi non ho un riscontro di valutazione in questo senso. Il mio varicocele, come le ho detto, mi è stato riscontrato a 37 anni a seguito di un controllo casuale. Per quanto riguarda lo specialista posso dirLe di essere già stato visitato a suo tempo presso la V Clinica Medica sez. Andrologia dell'Università La Sapienza di Roma dove anche lì effettuai uno spermiogramma. Inizialmente alla prova al tatto mi consigliarono l'operazione, ma successivamente a seguito dei risultati dello spermiogramma stesso e della prima ecografia mi fu detto che non era necessario. Addirittura, scherzosamente, l'andrologo che mi consegnò i dati dello spermiogramma mi consigliò di usare il preservativo nel caso non volessi una gravidanza indesiderata.
A seguito di questa diagnosi ho comunque effettuato di tanto in tanto degli esami del mio liquido seminale e, gli ultimi due sono quelli che Le ho comunicato.
Pertanto non avendo elementi di valutazione diversa (non sto cercando di avere figli!!!!!) mi devo preoccupare di questo varicocele alla luce di quanto esposto e in prospettiva di un'eventuale desiderio futuro di figli ?
Ringrazio di nuovo anticipatamente e buon lavoro
[#3] dopo  
Dr. Diego Pozza
40% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2000
caro lettore 2703,

il suo caso sembra rientrare in quanto detto nel secondo capoverso della mia prima risposta.
Fa bene a far controllare periodicamente il suo liquido seminale, ma non dimentichi anche la visita di uno specialista
cari saluti