Utente 438XXX
Seguo da molto tempo questo sito, e sono molto soddisfatto da quanto letto in precedenza.
Sono un ragazzo di 18 anni, qualche mese fa iniziai a rilevare sensibilià lato sinistro, alto inguine, con aumento verso la sera provocando anche dolore, in seguito recatomi da un urologo mi fu richiesto di effettuare un'ecografia testicolare e l'analisi del liquido seminale.
Dall'ecografia mi fu diagnosticata varicocele di II grado alla valutazione Doppler e di III grado alla valutazione Ecocolor a Sx (I grado a Dx). Ad oggi l'analisi del liquido seminale riportato sotto; al quale vorrei un vs. pregiatissimo giudizio. Ringrazio, Roberto

Astinenza 3gg

Spermiogramma
volume 2cc
aspetto lattiginoso
odore sui generis
viscosità diminuita
coagulazione normale
completa fluidificazione 25 min.
pH 7.9

Motilità IPOCINESI
dopo 60 min.
ASTENOZOOSPERMIA

Mobili 30 %
motilità rettilinea veloce 10 %
motilità rettilinea lenta 5 %
motilità non progressiva 15 %
Immobili 70 %
Concetrazione spermatica 21.000.000
Conta totale 42.000.000
Morfologia: forme tipiche 50 %
forme atipiche 50 %
Atipie di testa 35 %
Atipie di collo 10 %
Atipie di coda 5 %

Test funzionali :
Test di vitalità (eosina) 35 %
Swelling test 40 %

Osservazione microscopica
Cellule epiteliali Rare
Leucociti Diversi
Emazie Rare
Cellule della linea germinativa Diverse
Elementi con residui citoplasmatici Alcuni
Elementi aggregati Rari

Cristalli di spermina Rari
Corpi amilacei Assenti

RobMaSteR

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
caro ragazzo, la risposta del suo spermiogramma parla di una astenospermia cioè di una scarsa vitalità degli spermatozoi, tale problema potrebbe essere causato dal varicole e alla sua età è sicuramnete indicato l'intervento chirugico per correggerlo, in quanto operaandolo ora i danni sono con molta probabilità regredibili
cordiali saluti
Dott. Giuseppe Quarto
[#2] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2007
Dott. Quarto la ringrazio per la risposta, le volevo chiedere se si può parlare solo di regredibilità o anche di risoluzione del mio problema. Sarà possibile per me recuperare la completa vitalità degli spermtozooi? avrò in futurò problemi di fertilità?
[#3] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
se la causa è il varicocele sicuramnete risolverà la problematica la cosa importante è affidarsi a un urologoandrologo che lastudi ed esclude altre cause .
cordiali saluti
[#4] dopo  
Dr. Daniele Masala
28% attività
4% attualità
12% socialità
POZZUOLI (NA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2006
Caro ragazzo certamente la sua condizione di varicocele bilaterale (ma particolarmente quello di sinistra) non aiuta la vitalità dei suoi spermatozoi.Pertanto andrebbe presa in considerazione l'ipotesi di un trattamento chirurgico del varicocele. Tuttavia analizzando il suo spermiocitogramma vengono chiaramente ad evidenziarsi segni di contaminazione da parte di leucociti,segno questo di una infezione,che come tale va trattata con una adeguata terapia antibiotica.
Dunque il primo passo è consultare un urologo per inquadrare globalmente la situazione,successivamente trattare l'infezione e poi rivalutare lo spermiocitogramma a fine terapia ed eventualmente pensare ad un trattamento del varicocele.
Cordiali saluti,
dott Daniele Masala.
[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
ripeta l'esame del liquido seminale e poi , se non ancora fatto, consulti un andrologo esperto in patologia della riproduzione umana.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#6] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
le consiglio di consultare un andrologo per inquadrare il problema in toto e per seguire un corretto iter terapeutico
prima escluderei infezioni e poi eventualmente tratterei il varicocele
[#7] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006

Se desidera comunque avere più informazioni su questi temi potrebbe essere utile da parte sua leggere anche il semplice manuale , scritto dalla dra Elisabetta Chelo , "Quando i figli non arrivano" CIC edizioni internazionali , Roma.
Auguri ed ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#8] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2007
Grazie per le tante risposte esaurienti, ancora una cosa, questa infezione di cui parlate, potrebbe essere la candida che sto curando con sertaderm crema?
[#9] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Difficile confermarlo se non con valutazioni colturali specifiche. Non sono frequenti le infezioni micotiche a livello delle vie uro-seminali. A maggior ragione bisogna consultare un esperto andrologo.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#10] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
sono daccordo con il collega Beretta
[#11] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2007
Il 02 mi sono ricoverato, ed il 03 sono stato operato, con taglio sinistro sotto l'ombellico, 4 punti. Ad oggi 06 prima di fare il controllo, vorrei porvi due domande, nello scroto sinistro, dove resideva il varicocele di III grado, al tatto, sento come tante vene unite che formano un bel ammasso ingrovigliato molto sensibile, può essere un sintomo post operatorio?ed intorno al taglio il gonfiore?
[#12] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettroe ,
è forse meglio rivolgere questi quesiti a chi l'ha operato, noi , senza una valutazione in diretta, possiamo dirle ben poco.
Fatta la rivalutazione ci aggiorni.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#13] dopo  
Utente 438XXX

Iscritto dal 2007
Aggiungo che il testicolo sinistro è gonfio, possibile idrocele?possbilità di riassorbirsi in modo naturale? domando questo solo per curiosità..
[#14] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore ,
se è un idrocele post-chirurgico , bisognerà valutarlo nel tempo ma generalmente non si ha un suo assorbimento spontaneo. Il consiglio rimane sempre quello di consultare il suio urologo.
Ancora un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org