Utente 439XXX
So che probabilmente mi direte che è un infezione ma voglio sapere se mi convieni prima andare da un andrologo o un dermatologo... e se ce qualcosa che posso fare nel fra tempo che sono preoccupato...

il problema è che sarrano dei mesi che ogni tanto vengono e vano dei taglia, o comunque mi si formano o tagli (come adesso dove il "tronco" incontra la pelle delle palle sul lato sinistro, sembra una piega ma di pelle vive (in taglio) poi da l'altro lato un tipo di sbucciatura(come ti succede quando strisci il ginocchio)e poi adesso un micro taglietto sulla circoncisione (praticamente appena dopo il fosso, la parte piu vicina al resto del corpo). Ultima nota: la pelle delle palle è molto secca... ultimo rapporto venerdi... nessun altro disturbo,,,

Avete dei consigli da darmi??

Grazie mille

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Caro lettore ,
in questi casi clinici complessi,senza una valutazione clinica diretta, è impossibile formulare una risposta corretta e precisa , cioè capire la causa del suo problema e quindi darle una indicazione precisa su quali passi fare a livello diagnostico e terapeutico . Bisogna, a questo punto,senza altri inutili indugi, consultare il proprio medico curante il quale poi le darà le successive indicazioni mirate da seguire.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org

[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Benedetto
28% attività
0% attualità
16% socialità
VICENZA (VI)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2004
come diceva il collega difficile aggiungere altro non potendo vedere direttamente
sarebbe utile una valutazione specialistica
[#3] dopo  
Dr. Luigi Laino
60% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2005
Sottolineo i consigli dei Colleghi, ma mi permetto, da Venereologo, di ipotizzare (sempre in via non vincolante vista la sede telematica) un postulato diagnostico, che dovrà essere perfezionato in visita specialistica diretta:

la descrizione che fa del suo caso, mi fa pensare ad un incipiente problema potenzialmente relativo ad un possibile caso di LICHEN SCLEROSUS, una malattia infiammatoria cronica immunologica che non va ASSOLUTAMENTE sottovalutata e prontamente trattata (prima si interviene meglio è, ma la terapia medica è sempre necessaria in ogni fase).

Pertanto, mi permetto di consigliarle quello che riterrei più opportuno in questo momento ovvero la produzione di una diagnosi specifica VENEREOLOGICA, possibile in sede DERMATO-VENEREOLOGICA.

Cari saluti e ci tenga aggiornati se vorrà.
DOTT. LUIGI LAINO
SPECIALISTA VENEREOLOGO, ROMA