Login | Registrati | Recupera password
0/0

Allergia al nichel e tatuaggio

(archivio consulti: per vedere la pagina aggiornata clicca QUI)
  1. #1
    Utente donna
    Iscritto dal
    2008

    Allergia al nichel e tatuaggio

    Gentili medici, sono una ragazza che vorrebbe fare il suo primo tatuaggio: Vorrei farlo nero, piccolo e solo coi contorni (non pieno).
    Sono allergica al nichel (+++) e ho la pelle delicatissima e chiarissima.
    Corro qualche rischio a farlo?
    Il tatuatore mi ha assicurato per esperienza personale che sia l'allergia al nichel sia il fatto della pelle chiara non sono assolutamente un problema.
    Attendo la vostra risposta, ringraziandovi.
    Distinti Saluti.



  2. #2
    Indice di partecipazione al sito: 124 Medico specialista in: Allergologia e immunologia

    Risponde dal
    2009
    Non posso dare una sicurezza assoluta ma normalmente non ci sono problemi in quanto i tatuaggi non contengono nichel.
    Cordiali saluti


    Dr. Jan Walter Schroeder

  3. #3
    Utente donna
    Iscritto dal
    2008
    Gentile Dott. Schroeder La ringrazio molto per la sua risposta positiva!
    Mi chiedo però come mai un suo collega, il Dott. Tracanna specializzato in Dermatologia, in una sua risposta risalente a Febbraio 2009 ad un altro utente, scrive queste precise parole:
    "Gentile utente la ringrazio per la domanda perchè mi permette di affrontare il problema delle allergopatie in generale. Il suo caso è molto interessante, vista la grande richiesta negli ultimi anni di tatuaggi delle più svariate forme, dimensioni e colori. La sua allergia al nichel non promette assolutamente bene per un eventuale tatuaggio...per due motivi: il primo è che tutti i tatuaggi a base di inchistri permanenti contengono nichel; il secondo è che anche se l'inchiostro non dovesse contenere nichel (cosa di per sè impossibile) lei sarebbe comunque predisposta negli anni a sviluppare una allergia nei confronti della sostanza iniettata sottocute. Infatti le allergopatie sono un fenomeno dinamico, non statico: negli anni possono svilupparsi nei soggetti predisposti sempre nuove allergie, soprattutto se il contatto con la sostanza in questione è prolungato nel tempo (l'esempio del tatuaggio è forse il principale). Nondimeno in caso di allergia all'inchiostro del tatuaggio i rischi di effetti deturpanti permanenti sulla cute trattata non sono infrequenti... Il test del "puntino" non è assolutamente una buona regola: come le ho spiegato l'allergia può svilupparsi durante alcune settimane o persino mesi, non deve essere immediata per forza di cose... Spero di essere stato il più possibile chiaro! In generale le consiglio sempre di sottoporsi ad una visita specialistica dermatologica che per tanti motivi è l'unico strumento che voi pazienti avete per affrontare le problematiche cutanee in maniera appropriata.
    Le porgo i miei più cordiali saluti,

    Dr. Marco Tracanna
    Medico Chirurgo
    Specialista in Dermatologia e Venereologia"

    Mi sento un pò confusa dal momento che non dubito nè della Sua professionalità, nè di quella del Dott. Tracanna.
    Attendo una sua delucidazione in merito.
    Nel frattempo la ringrazio molto per la gentilezza e l'attenzione.
    Cordiali Saluti.




Discussioni Simili

  1. Tatuaggi
    in Allergologia e immunologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 14/12/2010, 11:02
  2. Allergia
    in Allergologia e immunologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 17/12/2010, 11:13
  3. Allergia al nichel e impianto cardiaco
    in Allergologia e immunologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 13/12/2010, 10:55
  4. Allergia veleno imenotteri
    in Allergologia e immunologia
    Risposte: 3
    Ultimo Messaggio: 22/12/2010, 12:56
  5. Allergia alimentare da ltp
    in Allergologia e immunologia
    Risposte: 1
    Ultimo Messaggio: 23/12/2010, 15:47
ultima modifica:  28/10/2014 - 0,09        © 2000-2011 medicitalia.it è un marchio registrato di MEDICITALIA s.r.l. - P.I. 01582700090 - staff@medicitalia.it - Fax: 02 89950896