Utente 185XXX
Gentile Dottore,
ho letto quasi tutti i post sull'argomento dopo alcune ricerche personali relative ai sintomi che da alcuni giorni soffro. In pratica avverto il classico formicolio al dito anulare e al mignolo della mano sinistra, con una scarsa perdita della sensibilità. Questo accade da poco meno di una settimana, ed è la seconda volta che mi succede (la prima circa un mese fa, ma durò solo una giornata).
In base alle informazione acquisite ho ritenuto opportuno prenotare un EMG, che farò mercoledì 22, per avere dei riscontri scientifici.
Ho però cercato in questi giorni di individuare le cause di questo fastidio.
Io ho 33 anni, non ho mai subito traumi al braccio né alla mano, ma da molto anni trascorro tanto tempo seduto davanti al pc. Ho pensato che il fastidio fosse causato da una scorretta postura (ho abusato in queste settimana delle mie forze restando attaccato allo schermo) e che il problema mi derivasse dalla schiena.
Da molte letture comparative stamattina credo di aver individuato la causa principale che ha determinato il mio problema: aver tenuto a lungo il gomito sx poggiato in un certo modo sul bracciolo della sedia. In effetti ora che ci faccio caso, mi capita spesso di tenere il gomito su questo supporto rigido, poggiando il peso del corpo sulla zona dove scorre il nervo, difatti se premo su quel punto, una corrente mi percorre fino al mignolo.
Un'abitudine credo di anni ormai, avendo da sempre la stesa postazione e la stessa sedia,
Quindi ho un forte dubbio: da una parte temo che i sintomi siano quelli di una condizione ormai patologica, da un'altra invece mi auguro che sia solo un'infiammazione.

Dunque vorrei chiederle la sua opinione e se, oltre che non poggiare più il gomito in quel modo, per superare un'eventuale infiammazione posso adottare una particolare posizione di riposo del braccio per un certo periodo o posso fare degli esercizi riabilitativi, o se mi conviene applicare un tutore o prendere degli integratori, che come leggevo aiutano a rinforzare i nervi.

Spero tanto che sia un'infiammazione curabile con attenzione e metodi non invasivi come un'operazione al gomito.

Grazie moltissimo per la sua attenzione
e la prego di perdonare la mia prolissità!

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
E' possibile che una pressione protratta al gomito possa avere determinato una irritazione del nervo ulnare; se il disturbo è recente è possibile che evitando la posizione che Lei ha riconosciuto e limitando la posizione flessa del gomito il disturbo possa diminuire fino anche a scomparire nel giro di qualche settimana. Visto che ha in programma l'EMG, Le consiglio, una volta che è in possesso del refrto, di rivolgersi a un chirurgo della mano per una valutazione diretta. Può trovare qui gli specialisti della Sua provincia, anche se limitatamente agli iscritti alla Società con indicate anche le strutture pubbliche nelle quali lavorano http://www.sicm.it/regioni.html?reg=4 .
Lo specialista DOPO averLa visitata saprà darLe informazioni specifiche per il Suo caso e suggerirLe il da farsi. Eviti di assumere integratori e vitamine di Sua iniziativa.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Gentile Dr. Umberto Donati,
grazie molte per la rapidità della sua risposta. Seguirò i suoi consigli, senza prendere alcuna iniziativa.
Vorrei chiederLe un'ulteriore delucidazione: mi sembra di comprendere che questo sintomo si manifesta solo quando oramai costituisce una patologia, in pratica dalle cose che ho letto sembra che difficilmente il problema si normalizzi senza l'intervento chirurgico. Mi domando, ma la compressione del nervo non è dovuta (traumi a parte) all'ingrossamento dello stesso causato dall'infiammazione? E l'infiammazione una volta diminuita, non porterebbe alla normalità la posizione del nervo?
Per ora cerco di tenere il più possibile il braccio disteso
grazie mille









[#3] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Ogni sintomo si manifesta in presenza di una patologia, ma questo non vuol dire che sia cronica. Se è presente da una settimana è possibile che scompaia da solo, tuttavia questa è una informazione generica che non può e non deve essere specifica per il Suo caso, non avendone conoscenza diretta. E' indispensabile che ne parli con lo Specialista come Le ho suggerito.
Cordiali saluti
[#4] dopo  
Utente 185XXX

Iscritto dal 2010
Salve
ieri ho eseguito l'EMG.
Nel referto il medico conclude così:
"I reperti sono compatibili con sofferenza del nervo ulnare di sinistra al canale cubitale"
A voce il medico mi ha tranquillizzato dicendo che con la dovuta attenzione, cioè badando a non creare pressioni sul gomito, nell'arco di alcuni mesi, con la rigenerazione naturale dei tessuti, il sintomo scomparirà e il nervo tornerà alla sua condizione naturale.
Dunque non mi ha prescritto nessuna cura ma solo attenzione.
Crede che sia il caso di fare nuovi accertamenti
Grazi mille!
[#5] dopo  
Dr. Umberto Donati
40% attività
16% attualità
20% socialità
BOLOGNA (BO)
Rank MI+ 76
Iscritto dal 2007
Immagino che dovrà ripetere l'EMG (fra quanto tempo Glielo deve dire lo Specialista). Se i disturbi non diminuiscono bisognerà che torni dal Chirurgo della mano per una rivalutazione.
Cordiali saluti