Utente 688XXX
Salve, sono una persona con morbo di Basedow, con conseguente ipertensione, entrata da poco in menopausa, eta' 48 anni.Ho iniziato da aprile scorso una cura contro la pressione alta che consiste nell'assunzione di Plaunac 20 milligrammila mattina, lobivon mezza pasticca alle 14, cardura 2 milligrammi la sera.La pressione sembra essere sotto controllo, prendo ogni tanto anche lo xanax, cerco di prenderne il meno possibile, confezione da 2,5 milligrammi. Ho notato che perdo molti capelli, ne sono rimasti pochi, puo' essere un effetto collaterale del Lobivon e se lo fosse, esistono altri betabloccanti uguali?La dottoressa che mi segue per il momento dice che e' periodo in cui si perdono i capelli, ma io comincio ad essere preoccupata, ho sempre avuto moltissimi capelli e sentirli al tatto ora come un mucchietto, mi impressiona.Grazie in anticipo.

Sei stato ricoverato in un ospedale italiano?

Esprimi un giudizio

Hai vissuto un'esperienza positiva con un medico o in una struttura sanitaria?

Raccontacela

[#1] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
in effetti è possibile che i betabloccanti (ma il nebivololo un po' meno), in pazienti predisposti, possa provocare alopecia.
Le consiglio di eseguire una visita specialistica dermatologica e, se non sussistono altre cause per la caduta dei capelli, rivolgersi al Suo cardiologo di fiducia per scegliere, a suo giudizio, un' alternativa alla terapia betabloccante. Infatti, non è consentito, oltre che deontologicamente scorretto, dare consigli terapeutici con questo mezzo.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Grazie infinite per la risposta, chiedero' alla dottoressa che mi segue, auguro Buone Feste.Vi terro' informati.Grazie
[#3] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve e Buon anno, la situazione non e' migliorata perdo molti capelli, non riesco a capire se dipenda dal Lobivon o dal Cardura, propendo piu' per il lobivon.Lunedi' andro' da un altro cardiologo sperando che mi cambi la cura.Sembra un effetto collaterale l'unico dubbio e' che sia il cardura e non il betabloccante.In che modo si potrebbe capire?A parte questo effetto collaterale la cura ha effettivamente abbassato la pressione, ma sto perdendo i capelli.Che consiglio potreste darmi?Grazie ancora e vi terro' informati.
[#4] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se il dermatologo ha escluso altre cause per la alopecia, allora il tentativo di sostituzione del betabloccante (Lobivon) con altro farmaco di classe diversa va necessariamente eseguito. E' infatti molto meno probabile che il Cardura sia responsabile della caduta dei capelli.
Bisognerà osservare in seguito l'andamento del fenomeno per stabilire definitivamente il rapporto causa-effetto.
Cordiali saluti
[#5] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Grazie ancora, dottore, la terro' informata.Distinti saluti.
[#6] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Il cardiologo dopo la visita, mi ha dato delle analisi da fare, emocromo, glicemia, urine,colesterolo.Abbiamo deciso di scalare il lobivon, ma c'e' il dubbio che la causa della caduta dei capelli possa essere il cardura e non il lobivon,Proveremo a scalare il lobivon tenendo il plaunac 20 milligrammi la mattina e il cardura 2 milligrammi la sera, tra due settimane, dovro' riferire come va,sia per quanto riguarda la pressione che per la caduta dei capelli. Grazie ancora e vi terro' informati.
[#7] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Il cardiologo dopo la visita, mi ha dato delle analisi da fare, emocromo, glicemia, urine,colesterolo.Abbiamo deciso di scalare il lobivon, ma c'e' il dubbio che la causa della caduta dei capelli possa essere il cardura e non il lobivon,Proveremo a scalare il lobivon tenendo il plaunac 20 milligrammi la mattina e il cardura 2 milligrammi la sera, tra due settimane, dovro' riferire come va,sia per quanto riguarda la pressione che per la caduta dei capelli. Grazie ancora e vi terro' informati.
[#8] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve, ho iniziato a scalare il lobivon ma ieri ho avuto un attacco di tachicardia, per cui oggi ne ho ripresa mezza pasticca.Continuo ad avere la sensazione che sia il lobivon a far cadere i capelli.La settimana prossima faro' le analisi.Comunque mi sembra che gia'nei giorni scorsi, scalando il lobivon i capelli fossero cambiati, e' come se diventassero piu' fragili, appena presa mezza pasticca di lobivon.Nella caso con cosa si potrebbe sostituire?Il cardiologo aveva pensato ad un altro betabloccante,se non fosse un betabloccante che tipo di farmaco dovrebbe essere?Grazie ancora e speriamo che il problema si risolva.Distinti saluti.
[#9] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
purtroppo non è possibile, e non sarebbe deontologicamente corretto, dare consigli terapeutici con questo mezzo. Si affidi al Suo cardiologo di fiducia che certamente saprà con quale farmaco sostituire il Lobivon.
A mio parere è comunque indispensabile ascoltare a riguardo anche il parere dello specialista dermatologo.
Cordiali saluti
[#10] dopo  
Dr. Aniello Ascione
24% attività
0% attualità
12% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 36
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
Ha affrontato la patologia tiroidea con un endocrinologo
Il problema cui e'afflitta (perdita di capelli) potrebbe essere dovuto al basedow.
Saluti
[#11] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve e grazie per la risposta.Sono in cura per l'ipertiroidismo da un endocrinologo da anni, ma non ho mai perso cosi' tanti capelli come ora.Sono quasi sicura che sia il betabloccante.Grazie infinite e la terro' informata.
[#12] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve, ho ritirato le analisi fatte, emocromo tutto in regola, glicemia a posto, ferro e ferritina nella norma,non e' uscito nulla che possa spiegare la terribile caduta di capelli che sto avendo.Ho veramente il dubbio che sia il Lobivon, lunedi' portero' le analisi al medico e vi faro' sapere.
[#13] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Ho portato le analisi al cardiologo e proviamo a cambiare il betabloccante con un calcio antagonista, l'isoptin 240mg, ne dovro' prendere mezza pasticca il pomeriggio all'ora di pranzo.Quindi ora la terapia e':Plaunac 20 mg, una pasticca la mattina alle 8, isoptin 240mg mezza pasticca alle 14 e basta.Xanax, 0,25 milligrammi se mi sento agitata.Tra una settimana dovro' risentire il medico.Grazie e speriamo bene.
[#14] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve, volevo aggiornare sulla situazione e avere qualche consiglio.Dopo una settimana dal cambio di terapia, la situazione e'migliorata, ma la sera tardi ho dei picchi pressori, ieri alle 23 la pressione e' arrivata a 185/105, poi e' calata prendendo lo xanax.Sono anche io che sbaglio a misurarla la sera tardi, con il betabloccante e il cardura era troppo bassa.Ora si potrebbe aggiungere qualcosa da prendere la sera?I capelli sono molto rinforzati, non ho capito se la causa della caduta era il lobivon o il cardura.
Ora prendo:Plaunac 20 milligrammi la mattina, isoptin 240 milligrammi mezza pasticca a pranzo,la pressione e' abbastanza stabile, sui 125/80, ma la sera tardi sale.Aspetto un vostro consiglio, devo ancora sentire il cardiologo.Grazie.
[#15] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
purtroppo non è possibile (oltre che illegale) dare consigli terapeutici a distanza.
Mi sembra comunque che la situazione vada migliorando, e probabilmente il Suo cardiologo si limiterà a modificare l'orario di somministrazione di alcuni farmaci per ottenere un ottimale controllo nelle 24 ore.
Cordiali saluti
[#16] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio tantissimo, nel frattempo abbiamo deciso di aspettare due settimane, perche' la terapia e' stata cambiata solo una settimana fa, vi faro' sapere, speriamo bene.Purtroppo quando mi misuro la pressione la sera tardi mi innervosisco molto.Grazie ancora.
[#17] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve di nuovo e grazie per i precedenti consigli.La caduta dei capelli sembra essersi fermata, non abbiamo capito se fosse il lobivon o il cardura.La terapia per l'ipertensione e':plaunac 20 la mattina una pasticca, isoptin 240 mezza pasticca alle 14.Il problema e' che la sera tardi di nuovo sale la pressione.Il cardiologo ha detto che si potrebbe aggiungere un mezza pasticca di isoptin la sera, ma probabilmente ci sarebbe un abbassamento della pressione troppo marcato.Mi e' anche capitato di avere la tachicardia alcune volte dopo aver preso isoptin e aver mangiato.Mi e' capitato anche la sera.L'unica analisi che era leggermente bassa tra le analisi fatte era il potassio, ai limiti bassi, con il risultato di 3,5.Come si potrebbe risolvere il problema della pressione alta la sera?Ho notato che il problema della minima alta, e' iniziato dopo aver preso il cortisone, prima era alta solo la massima.Ho fatto solo tre iniezioni di cortisone per curare una bronchite asmatica, e' possibie che cio' abbia alterato per sempre la pressione minima?Fatto sta che a marzo 2010 ho avuto una crisi ipertensiva con epistassi e valori pressori 184/130 e sono dovuta andare al Pertini e d li' poi dalla prima cardiologa.Grazie di tutto come al solito.
[#18] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Se la somministrazione di cortisonici è avvenuta da pochi giorni, è possibile che l'aumento della pressione arteriosa diastolica (minima) sia imputabile ad essa, se viceversa risale ad un tempo maggiore non lo reputo probabile.
Per ottenere un maggiore controllo della pressione nelle ore serali potrebbe aver bisogno di una compressa intera di Isoptin 240 al giorno (la cui indicazione principale non è l'ipertensione arteriosa!), magari assumendola qualche ora più tardi del solito.
Ma, come Le ripeto, ogni decisione terapeutica va presa del medico in seguito ad una visita diretta del paziente.
Cordiali saluti
[#19] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve e grazie ancora.Anche il cardiologo aveva pensato ad un'altra mezza pasticca la sera, ma ha detto che la pressione si potrebbe abbassare troppo.Il cortisone l'ho preso un anno fa e da allora si e' alzata la minima.La crisi ipertensiva l'ho avuta un mese dopo aver preso il cortisone.Comunque tra un due settimane devo risentire il medico e vedremo, io ho il dubbio che sia un problema di ansia da cui non riesco piu' ad uscire.Grazie ancora e come al solito vi faro' sapere.Saluti e grazie.
[#20] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve, la pressione e' abbastanza sotto controllo, ma ho sempre dei picchi, ieri pomeriggio, alle 17, tornata a casa era 160/100.Continuo ad avere la tachicardia, puo' essere un effetto collaterale dell'isoptin?Ricordo la terapia:plaunac 20 milligrammi, una pasticca la mattina e isoptin 240 mezza pasticca il pomeriggio alle due.Aspetto ancora una settimana e richiamero' il cardiologo.Grazie ancora per la pazienza.
[#21] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
l'Isoptin non ha lo stesso effetto dei betabloccanti sulla regolazione della pressione arteriosa e della frequenza cardiaca.
Le ricordo che per la Sua patologia (m. di Basedow) i betabloccanti sono i farmaci più efficaci, e che purtroppo nel Suo caso è stato deciso di sospenderne l'utilizzo per effetti collaterali. E' verosimile quindi attendersi effetti terapeutici diversi, necessariamente meno evidenti.
Cordiali saluti
[#22] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Grazie ancora, volevo dire che il cardiologo mi ha anche prescritto il pantorc 20 milligrammi la sera a digiuno perche', ha detto, la tachicardia potrebbe essere un sintomo derivante dallo stomaco.Io ancora non l'ho preso,ora ad esempio ho misurato la pressione, sono le 20 e 30 ed e' 117/86, con 90 pulsazioni.Premetto che da quando ho la tachicardia ho paura di mangiare, ma anche se non mangio ho la tachicardia.Un'altra possibilita' che avevamo pensato e' di prendere un altro betablocante, al posto dell'isoptin, se ho capito e cioe' cardicor 1,25 milligrammi.E' possibile al limite provare di nuovo un altro betabloccante, o tutti i betabloccanti a me fanno cadere i capelli?Grazie e buona serata.Cordialissimi saluti.
[#23] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
come Le ho già ripetutamente ricordato, con questo mezzo non è possibile dare consigli terapeutici.
Eventuali modifiche alla Sua terapia attuale vanno necessariamente prescritte dai medici che La controllano direttamente.
Cordiali saluti
[#24] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Si' mi scusi, comincio a sospettare che la tachicardia sia un effetto avverso dell'isoptin, c'e' anche tra gli eventi avversi sul foglietto illustrativo.Pensi che e' da un anno che sto cercando la cura giusta per la pressione e ogni volta emergono eventi avversi o effetti collaterali.Vorrei convincere il cardiologo che mi segue ma, l'isoptin, dice, cura la tachicardia, e' un mese che lo sto prendendo e la tachicardia e' iniziata intorno al 20 febbraio.Domani spero di sentirlo per telefono.Grazie ancora e mi scusi ma non so piu' cosa fare, ho cambiato due cardiologi, ma questo e' un professore e ha una enorme casistica.Quello che potro' fare e' rifare gli esami della tiroide, ma mi sembra una strana concomitanza, il cambio di terapia e l'inizio della tachicardia che con il betabloccante era molto diminuita.Grazie di tutto e mi scusi, non vedo una via d'uscita.Cordialissimi saluti.
[#25] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve di nuovo e ancora grazie per la pazienza.Continuo per un'altra settimana a prendere l'isoptin, ma piu' lo prendo e piu' mi sembra che sia il farmaco a causare la tachicardia.La mattina prendo plaunac 20 e il battito cardiaco diminuisce, mentre aumenta dopo aver preso l'isoptin, 240 milligrammi, mezza pasticca, lo prendo alle 14.Probabilmente prima della meta' di febbraio ero ancora sotto l'effetto del betabloccante, non so.Vorrei soltanto cambiare l'isoptin che ora, dopo quattro settimane mi sembra stia facendo effetto,peccato che si sia scatenata la tachicardia e la stitichezza.Spero di sentire il cardiologo la settimana prossima, ma non capisco perche' non mi voglia cambiare l'isoptin, come la cardiologa di prima che non mi ha voluto cambiare il lobivon.Spero di risolvere il problema quanto prima.Con la tachicardia si puo' convivere?Perche' alcune volte mi sento come se mi mancasse il respiro.Grazie ancora e scusate se vi sto tediando con questo mio problema.Cordiali saluti.
[#26] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
in effetti tra gli effetti collaterali più frequenti del verapamil (Isoptin) vi è proprio la stitichezza, una delle più frequenti cause di interruzione della terapia. Considerando che Lei attualmente assume solo la metà della dose mediamente necessaria per un tentativo di dominare la tachicardia, è ragionavole aspettarsi un aumento dell'effetto indesiderato con il necessario aumento del dosaggio.
Ricordando sempre che con questo mezzo non è possibile dare consigli terapeutici per i singoli casi specifici, Le suggerisco di consultarsi con il Suo cardiologo di fiducia circa la possibilità di un tentativo di terapia con altro betabloccante, diverso dal nebivololo, per testarne la tollerabilità (eventuale insorgenza di alopecia).
Cordiali saluti
[#27] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Buongiorno e grazie ancora.Sto seguendo la cura del cardiologo, prendo plaunac 20 la mattina, isoptin 240 mezza pasticca e il pantorc una pasticca la sera e la pressione sembra essersi stabilizzata di nuovo.Ieri sera dopo aver mangiato, di nuovo ho avuto delle aritmie.Ora, non so se il miglioramento dipenda dal Pantorc,oppure dalla cura che si sta stabilizzando.In ogni caso mangio pochissimo per paura della tachicardia.Da quello che ho capito il Pantorc si puo' prendere per poco tempo, dovrei risentire il cardiologo.Vi faro' sapere, ma, in generale non soffro di mal di stomaco, per cui non capisco perche' la situazione sembra migliorata prendendo il Pantorc,oggi e' il quinto giorno che lo prendo.Grazie e a presto.
[#28] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve di nuovo e grazie ancora per i molti consigli.Ieri di nuovo la pressione si e' alzata,penso che dipenda anche dalla mia ansia.Ora invece ho delle aritmie e non piu' tachicardia dopo aver mangiato.Come se il cuore perdesse i colpi.Certa del fatto che il medico cardiologo che mi segue abbia previsto cio',continuo a prendere il Pantorc un'ora prima di cena, non lo posso prendere la mattina perche' la mattina prendo il tapazole per la tiroide.Anche con il betabloccante che prendevo prima avevo ogni tanto delle extrasistole.Spero e penso che non siano effetti collaterali.Per il momento la cura e' questa,plaunac 20 milligrammi, una compressa la mattina, isoptin 240,mezza compressa alle 14.Sentirò di nuovo il cardiologo tra due settimane, ma, secondo lui dovrei continuare cosi' per due mesi.Voi che ne pensate?Non voglio nomi di altri possibili farmaci, solo sapere se secondo voi questa e' la cura piu' adatta, visto che non mi vogliono dare un altro betabloccante.Grazie ancora.
[#29] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Gentile Signora,
non sarebbe corretto dare giudizi sulle decisioni terapeutiche di un altro collega, oltretutto senza poter visitare di persona il paziente.
In ogni caso, Le consiglio di continuare fiduciosamente la terapia prescritta, eventualmente integrandola con l'esecuzione di Holter cardiaco e pressorio.
Infine, per il controllo dell'ansia che Lei ritiene responsabile dei disturbi, Le consiglio una valutazione psicologica.
Cordiali saluti
[#30] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio come sempre, adesso come dicevo da qualche giorno la pressione si alza la la mattina, mentre l'estate scorsa si alzava la sera.Mi dispiace che avevamo trovato la cura giusta e ho dovuto togliere il betabloccante.Ho fatto nel corso dell'anno 2 holter pressori,uno a giugno 2010 e uno a dicembre 2010.Entrambi hanno dato come risultato la pressione bassa.Un altro dubbio che mi e' venuto e' che i picchi improvvisi possano essere a causati dalla presenza di un feocromocitoma.Ho fatto analisi del sangue e devo rifare quelle della tiroide.Ho anche fatto la glicemia risultata nella norma.Non so cosa altro potrei fare.Grazie, la terro' aggiornata.
[#31] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve e grazie nuovamente.Ho dato uno sguardo ai risultati dell'emocromo, non sono tutti nella norma, il potassio e' ai limiti bassi,3,50.Altri valori furori norma sono:Monociti, risultato 13,4,Eosinofili,risultato 7,39 ,Basofili, risultato 1,08 e, infine MHCH, risultato 36.Che significa?Sono un po' preoccupata, soprattutto per il valore dell'MHCH.Grazie, il cardiologo li ha visti mi ha detto che il potassio e' un po' basso.Grazie ancora per la pazienza.
[#32] dopo  
Dr. Fabio Fedi
28% attività
16% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 60
Iscritto dal 2008
Concordo col collega: la potassiemia è un po' bassa, ma al momento a mio parere non necessita di terapia specifica.
Gli altri valori, relativi alla formula leucocitaria ed ad un indice eritrocitario, non mi sembrano meritevoli della Sua preoccupazione.
Cordiali saluti
[#33] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
La ringrazio e la terro' aggiornata.
[#34] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve di nuovo.Si sta ripresentando la caduta dei capelli, con dolore alla radice dei capelli, ne trovo da un paio di giorni parecchi.Non so se possa essere ripresa la caduta,potrebbe essere l'Isoptin, ora, a causare la caduta?Mi sembra incredibile, ora ho di nuovo dei picchi, e in piu' mi cascano i capelli.Devo ancora aspettare qualche giorno per capire.Ora sto prendendo il plaunac la mattina, 20 milligrammi e isoptin 240, mezza pasticca alle 14.Devo fare le analisi per la tiroide.Grazie.
[#35] dopo  
Utente 688XXX

Iscritto dal 2008
Salve di nuovo e auguri per Pasqua e Pasquetta.La situazione e' migliorata per quanto riguarda la pressione ma e' di nuovo critica per i capelli.Due settimane fa dopo un ennesimo episodio di tachicardia ho chiamato il cardiologo e abbiamo deciso di interrompere l'Isoptin, tornando ad un altro betabloccante.Ora prendo la mattina Cardicor, 1,25 milligrammi,il pomeriggio Plaunac 20 milligrammi.La pressione va meglio, la tachicardia e' cessata, ho pero' dei dolori ai reni, e di nuovo perdita di capelli.E' veramente difficile trovare la giusta cura, Plaunac e' un anno che lo prendo, il problema e' sempre l'altro farmaco.A maggio faro' un controllo dal cardiologo,la tachicardia e' coincisa con una brutta influenza, da cui ancora non mi sono completamente ripresa.La tiroide e'invece migliorata, e prendo il tapazole mezza pasticca un giorno si' e uno no, volevo solo sapere senza creare problemi se con il cardiologo che mi segue sarebbe possibile trovare un farmaco non betabloccante che abbia lo stesso effetto sulla tachicardia, magari senza effetti collaterali.Grazie e auguri.