Utente 431XXX
Salve sono peppe..

Un tre mesi fa avevo poblemi ad orinare e sono andato al dottore di casa, mi a dato delle pillole per la prostata da provare,dopo che o finito il pacco da 10 non mi usciva + seme, forse la reazzione delle pillole ma poi dopo una settimana tutto normale, adesso il mio poblema e che non mi diventa + duro ad es. prima mi facevo una doccia appena lo toccavo diventava duro subito ora non ce nulla da fare o ci vuole molto tempo, ma com mia moglie tutto normale ma non diventa duro come prima....

Ringrazzio a chi mi po aiutare...spero che capite cosa o scritto L´Italiano non e´ la mia madre Lingua

Saluti Peppe
[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Izzo
36% attività
20% attualità
16% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 72
Iscritto dal 2006
Caro Sig. Peppe,la mancata fuoriuscita di sperma era certamente dovuta alle pillole per la minzione,tanto é vero che,con la sospensione delle stesse il problema si é risolto.Per quanto riguarda il deficit erettivo,aldilà della reazione tattile sotto la doccia...,credo che,onde evitare confusione,sia saggio consultare il medico curante per far inquadrare da un andrologo il Suo caso.Si ricordi,ad esempio,che l'apparato é uro-genitale,per cui anche una prostatite può "rallentare" la risposta sessuale.Sono importanti,inoltre,lo stile di vita (alcool,fumo,alimentazione etc.),lo stato di salute generale e...lo stress.
Cordiali saluti
[#2] dopo  
Dr. Giuseppe Quarto
44% attività
16% attualità
20% socialità
NAPOLI (NA)
Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
concordo con il collega e le consiglio una visita uroandrologica per verificare la causa del suo problema
[#3] dopo  
Dr. Stefano Garbolino
36% attività
12% attualità
20% socialità
TORINO (TO)
Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
Gentile utente,
il pene non è un organo che "deve" diventare eretto in ogni situazione e sotto ogni stimolo! L'età, le caratteristiche di vita e di igiene alimentare e voluttuaria (comprese le droghe, il fumo di tabacco e l'alcool) oltre ad altre componenti, sono elementi da valutare prima di poter affermare che si abbia problemi di erezione. Consulti un medico esperto in sessuologia per approfondire la questione.
Cordialmente
[#4] dopo  
Utente 431XXX

Iscritto dal 2007
Comunque vi ringrazzio tutti dell´aiuto che mi avete dato mi sento un po meglio..

Devo fare un controllo migliore ma le droghe, il fumo di tabacco e l'alcool nemmelo li conosco come sono fatti sara lo stress che ne o abbastanza.la mia paura e´ se peggiorava,

comunque dei bruciori alle volte le o strano pero´ che quando faccio i turni di mattina e sera orino normale e quando faccio la notte devo andare spesso in bagno e non orino normale e con sforzo e alle volte quando inizio ad orinare mi viene un bruciore al pene...

il dottore mi aveva detto che la prostata era al 100 % sara´ qualche altra cosa..


Vi ringrazzio di Cuore saluti da Peppe

[#5] dopo  
Dr. Giovanni Beretta
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Caro lettore,
a questo punto diventa importante fare una attenta valutazione con un esperto andrologo per rivalutare la sua situazione clinica ed poi impostare , se possibile , una terapia mirata.
Un cordiale saluto.

Giovanni Beretta
www.andrologiamedica.org
[#6] dopo  
Dr. Vincenzo Petrosino
24% attività
8% attualità
12% socialità
SALERNO (SA)
Rank MI+ 44
Iscritto dal 2001
La sintomatologia che leggo anche in considerazione dell'età mi fa pensare molto ad una prostatite cronica da tipizzare.
Sarebbe opportuno un esame ecografico magari trans rettale della prostata ed eventualmente instaurare una terapia per evitare che possa realmente (se trattasi di prostatite cronica batterica o abatterica) andare avanti.
Chiaramente bisogna rivolgersi ad un urologo o andrologo o comunque a persona competente che oltre a prescrivere un alfa litico(penso sia stato usato questo tipo di farmaco)usi altri tipi di farmaci.
Per quanto riguarda i disturbi dell'erezione,spesso un primo episodio di deficit erettivo può creare un ansia da prestazione, bisogna però sempre escludere cause organiche.
Mi permetto esclusivamente di suggerire di approfondire il problema, effettuare una urinocoltura e spermocultura con esame dello sperma per vedere se esistono leucociti o batteri.